Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

CES: approfondimento QD-OLED

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 05 Gennaio 2022, alle 02:11 nel canale 4K

Il nuovo Sony BRAVIA A95K è il primo display con la nuova tecnologia QD-OLED che coniuga i nuovi pannelli Samsung (OLED blu + Quantum Dot verdi e rossi), con l'elettronica e l'esperienza di Sony


- click per ingrandire -

Sono passati quasi 4 anni dalle prime notizie sulla tecnologia QD-OLED e dopo varie notizie contraddittorie, soprattutto a cavallo tra il 2020 e il 2021, siamo arrivati alle conferme di poche ore fa. La tecnologia QD-OLED è una realtà, viene prodotta da Samsung ed è così promettente da essere utilizzata anche da Sony nella nuova serie BRAVIA A95K appena presentata a Las Vegas in occasione del CES 2022. Prima però facciamo un piccolo passo indietro.


- click per ingrandire -

In pochissimi anni la tecnologia OLED - con pannelli prodotti principalmente da LG Display - ha raggiunto una qualità e un rapporto qualità/prezzo difficilmente immaginabili fino a poco tempo fa. Negli anni è aumentata la risoluzione, il numero di sfumature, è cresciuto il gamut colore, è aumentata - leggermente - l'efficienza luminosa, è cresciuta la massima luminanza raggiungibile e sono stati attenuati i punti deboli.

Il più grande punto debole è l'efficienza generale, invero piuttosto bassa. Così bassa che la tecnologia prevede 4 subpixel (invece che i classici 3 di tipo RGB), con l'aggiunta di un sub-pixel bianco. In realtà il sub-pixel è sempre lo stesso, ovvero quello 'bianco', coperto con i rispettivi filtri colore. Il funzionamento è molto semplice e potete osservarlo nel breve video che è qui in alto.

Il sub-pixel bianco è utilissimo nei picchi di luminanza ma quando si tratta di riprodurre colori alla massima saturazione, la luminanza di picco è di circa il 50% rispetto al picco del bianco. In altre parole, in un TV OLED, anche di ultima generazione, con picco del bianco che arriva a 1.000 NIT, la luminanza massima dei colori più profondi è simile a quella di un TV OLED da 500 NIT.


Struttura del singolo pixel della tecnologia QD-OLED
- click per ingrandire -

La nuova tecnologia QD-OLED prevede un pixel costituito da soli 3 sub-pixel, nella configurazione più classica RGB, quindi senza bisogno di un quarto sub-pixel 'bianco'. La struttura prevede una base con un sub-pixel con tecnologia OLED di colore blu, con nuovi materiali - pare - più efficienti e longevi. La luce emessa da questo sub-pixel prende tre strade diverse. Per la componente blu, è previsto un filtro colore che ne restringe lo spettro, in modo da spingere il vertice blu ancora più vicino al bordo dello spazio colore.


- click per ingrandire -

Per le altre due componenti cromatiche, i fotoni emessi dal solito sub-pixel blu, eccitano gli elementi 'quantum dot' di colore rosso e verde che sono inseriti all'interno del relativo sub-pixel e che si illuminano, esattamente come succede per i fosfori o altre sostanze che reagiscono alla luce. All'interno di ogni sub-pixel rosso e verde c'è probabilmente anche un filtro colore che evita che la componente blu residuale dell'OLED possa inquinare la riproduzione dei colori.

Il risultato atteso è un gamut che potrebbe andare decisamente oltre quello del DCI-P3 (fino al 90% del BT.2020) e un picco di luminanza che potrebbe 'sfondare' il tetto dei 1.000 NIT anche per zone fino al 15% della superficie del pannello e fino a 1.500 NIT per zone più piccole. Tra poche ore, ci sarà la presentazione alla stampa del nuovo Sony BRAVIA A95K, con tecnologia QD-OLED e di cui vi abbiamo parlato in questa notizia, assieme alle altre serie di TV BRAVIA. A seguire, durante l'evento 'first-look' di Samsung, il costruttore coreano potrebbe svelare un ulteriore TV dotato degli stessi pannelli QD-OLED che produce direttamente.

In ogni modo, anche ad una visione dal vivo, senza strumenti di misura adeguati e segnali test specifici, sarebbe difficile un'analisi accurata. Dovremo quindi attendere i primi esemplari che potrebbero arrivare sul mercato entro pochissimi mesi e certamente entro la prima metà dell'anno. Del resto il nostro laboratorio non ha eguali nel panorama internazionale e non vediamo l'ora. In attesa di ulteriori informazioni, concludiamo con i link agli articoli più interessanti sulla tecnologia QD-OLED pubblicati su AV Magazine negli ultimi 4 anni.

News QD-OLED (2018 - 2021)

02/2018 Samsung: TV ibridi OLED-Quantum Dot?

04/2018 Samsung conferma lo sviluppo di QD-OLED

10/2018 Samsung accelera su display QD-OLED

01/2019 CES: ultimi sviluppi sui Quantum Dot

02/2019 Samsung: il futuro dei QD-OLED ad Aprile

01/2020 CES: Samsung QD-OLED 65" 8K/4K

04/2020 Samsung: nuova tappa verso i QD-OLED

09/2020 Samsung Display conferma i QD-OLED per il 2021

11/2020 Samsung: a breve i primi campioni QD-OLED

02/2021 Samsung produrrà TV QD-OLED dal 2022

06/2021 Samsung: prototipi QD-OLED definitivi entro giugno

11/2021 Televisori Sony QD-OLED nel 2022

12/2021 Sony: quattro serie di televisori OLED, QD-OLED inclusi, nel 2022?

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Commenti