Un pò di chiarezza sui nuovi chip DMD e loro caratteristiche.... [Archivio] - Forum di AV Magazine

PDA

Visualizza Versione Completa : Un pò di chiarezza sui nuovi chip DMD e loro caratteristiche....



luny74
14-07-2003, 06:59
Cari amici internettiani, vorrei avere alcune info riguardo i nuovi modelli di DMD usciti e prossimi venturi, soprattutto le differenze di questi con i modelli più datati.

Allora, curiosando nel sito della Texas, ho visto una pletora di chip DMD dalle caratteristiche diverse e sinceramente mi sono un pò perso.

Questo è quello che ho trovato:

0,7 1024x768 SDR 12°
0,7 1024x768 DDR 12°
0,7 848x600 SDR 10°
0,55 800x600 DDR 12°
0,7 1024x768 SDR 12°
HD1 1280 x 720 DDr 10°
1,1 1280x1024 SDR
0,9 1024x768
HD2/Mustang LVDS 1280x720
0,9 1280x1024 DDr 10°

Rileggendo il magnifico speciale dell'inossidabile Emidio :D apparso qualche mese fà su DVHT, ho capito (credo) la differenza tra DMD di tipo SDR e DDR (un aumento della banda passante tra DMD e DSP per una maggiore profondità colore a frequenze di quadro più elevate e quindi minor Dithering)

Tuttavi pensavo che tutti i DDR avessero il tilt dei microspecchi a 12° ma evidentemente mi sbagliavo in quanto esistono SDR a 12° e DDr a 10°...

Inoltre che caratteristiche ha un chip LVDS e quali sono le caratteristiche che lo differenziano da un HD1 DDR, fatta eccezione per il tilt dei microspecchi?

Ho letto anche che la texas stà per fare uscire i nuovi chip 1920x1080 ed ha gia messo in produzione quelli a fotogramma piendo 32mm per il cinema digitale.

Quali caratteristiche avranno?


Mi scuso anticipatamente se questi argomenti sono stati già trattati, ma non credo perchè ho fatto una lunga ricerca nei post precedenti ed ho notato che non si è mai affrontato in maniera specifica il discorso sui vari modelli di DMD.


Grazie ancora e speriamo che il 3ad possa far nascere una discussione interessante ;)

Ciao ciao

Luigi

Emidio Frattaroli
18-07-2003, 07:13
Purtroppo il sito www.dlp.com non è molto completo e mancano alcuni DMD molto importanti (es quelli in 16:9 1024x576, sia SDR che LVDS).

Per quanto riguarda il controller, è proprio vero che esistono DMD con microspecchi dal titl di +/- 12° sia con controller DDR che SDR.

I DMD LVDS (gli ultimi HD2 1280x720 ma anche quelli 1024x576 montati ad esempio sullì'InFocus SP5700) hanno un'altro tipo di collegamento ancora più efficiente.

Per vedere i nuovi chip 1920x1080 è ancora troppo presto. Forse a gennaio (CES?)

Emidio

AlbertoPN
18-07-2003, 07:58
ci sono prodotti non più in produzione da mamma Texas,
ed altri praticamente (quasi) nuovi che però non hanno avuto grande riscontro commerciale.

Anche se è vero che qualche costruttore Jappo/Coreano utilizza i DLP anche per business presentation, e quindi trova "spazio" un pò per tutte le tipologie e le risoluzioni.

Come giustamente ha detto Emidio, il sito dlp.com è abbastanza scarno di informazioni, soprattutto aggiornate all'ultima ora.

A parte la futura compatibilità col formato del cinema 32mm , cosa ne dici della nuova CW SCR ? ;)

Mandi!

Alberto :cool:

luny74
18-07-2003, 11:44
AlbertoPN ha scritto:
ci sono prodotti non più in produzione da mamma Texas,
ed altri praticamente (quasi) nuovi che però non hanno avuto grande riscontro commerciale.

Anche se è vero che qualche costruttore Jappo/Coreano utilizza i DLP anche per business presentation, e quindi trova "spazio" un pò per tutte le tipologie e le risoluzioni.

Come giustamente ha detto Emidio, il sito dlp.com è abbastanza scarno di informazioni, soprattutto aggiornate all'ultima ora.

A parte la futura compatibilità col formato del cinema 32mm , cosa ne dici della nuova CW SCR ? ;)

Mandi!

Alberto :cool:

Alberto, grazie per l'intevento e grazie anche al supremo Emidio ;)

riguardo le SCR, queste serviranno solo per aumentare l'efficenza luminosa di un 40% (perchè il le tre componenti R, G, B del fascio luminoso non passano una alla volta) e non hanno nessuna attinenza con l'effetto arcobaleno, è vero?

Oppure ho capito male?

AlbertoPN
19-07-2003, 12:24
nasce come hai detto tu per "recuperare" parte dell'energia luminosa della lampada, che viene "buttata via" irrimediabilmente quando la si colora passando nelle normali ruote a "spicchi".

Quedta tecnologia implica tutta una serie di problemi, in primo luogo meccanici di allineamento, che se non risolti in pratica annullano il gap prestazionale positivo nei riguardi delle ruote colore tradizionali.

L'effetto arcobaleno è in pratica già stato ampiamente ridimensionato dall'utilizzo delle ruote a 6 segmenti, delle nuove sequenze sviluppate da TI ed implementate dai vari costruttori, nonchè dall'aumentata capacità e velocità di calcolo degli ultimi processori impiegati.

Al momento non mi risulta che la SCR nasca anche con questo scopo, anche se tutto sommato, per come si crea l'immagine, qualcosa deve cambiare di sicuro.

Se non è chiaro qualcosa, chidimi pure.... la gioia di condividere opinioni con "amici maniaci come me" è impagabile! ;)

Mandi!

Alberto :cool:

Emidio Frattaroli
19-07-2003, 14:52
Avete perfettamente ragione.

Il ventaggio è sfruttare i filtri dicroici che formano la ruota. Come funziona un filtro dicroio è stato in parte spiegato sul numero di Digital Video di settembre 2002 dove ho inserito tre grafici dello spettro luminoso assieme ad una foto piuttosto esplicativa di un filtro per il rosso; in questa foto un fascio luminoso a spettro completo (luce bianca) viene diretto verso il filtro dicroico. Una parte dello spettro ben definita viene riflessa (ciano) mentre l'altra parte (rosso) passa atraverso.

Come avete già detto, il problema con le ruote colore tradizionali è l'efficienza luminosa poiché grano parte della luce viene "buttata via" e trasformata in energia termica.

Con i dispositivi SCR, la luce prima di incontrare la ruota attraversa un tubo integratore (l'interno è formato da uno specchio) con apertura molto piccola: in pratica la luce bianca incontrerà sempre tutti e tre i filtri contemporaneamente in modo che la parte dello spettro luminoso riflessa da un filtro possa "rimbalzare" all'interno del tubo integratore per poter attraversare il filtro adiacente.

Poiché uno specchio perfetto non esiste e considerando il numero di riflessioni, l'aumento dell'efficienza luminosa sarà limitato ad un 40% circa, che comunque è un risultato straordinario, avvicinando moltissimo l'efficienza di un proiettore LCD.

Per quanto riguarda l'effetto arcobaleno, sinceramente sono stato sempre un po' scettico. Ma dovrei riuscire a sapere qualcosa di più dopo aver visto il primo prototipo realmente funzionante di SIM2: anche se si tratta di un modulo per retroproiezione e non di un proiettore HT... :rolleyes:


Emidio



P.S.

Al prossimo Top Audio & Video InFocus, Texas Instruments e Audiogamma potrebbero organizzare un bellissimo seminario sulla tecnologia DLP... Credo non ci sia occasione migliore per approfondire tali argomenti. ;)