Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Sintonie 2019: prima parte

Report di Fabio Angeloni , Emidio Frattaroli , pubblicato il 14 Novembre 2019 nel canale AUDIO

“Sintonie High End e Audio Video Show s'incontrano a Rimini per unire le forze e mettere l'ipoteca sulla più importante manifestazione audio e video in Italia: le premesse ci sono tutte e iniziamo il nostro reportage proprio dalle sale e dalle aziende legate ai settori video e home theater”

XF Audio: Emotiva, SVS ed Epson


- click per ingrandire -

L'attesa per la saletta di XFAudio era elevatissima perché all'interno era celata l'unica vera novità di tutta la fiera: la prima presentazione pubblica del nuovo pre multicanale con Dirac Live Emotiva RMC-1. La sala è gestita dal sempre simpatico e disponibile Luca Sissier, neo distributore del prodotti a marchio Emotiva ed SVS. Per l'occasione XF Audio ha compiuto davvero un grande sforzo poiché è riuscito a far "suonare" una sala sicuramente troppo grande (180mq x quasi 5 metri di altezza), riempiendola letteralmente di un "camion" di bei prodotti. 


- click per ingrandire -

La sala era idealmente divisibile in due parti. Nella seconda parte, quella più interessante, campeggiava un colonnato di torri SVS, composto da 6 torri SVS Prime Pinnacle Speaker (899€, recensite da Gian Piero Matarazzo in questo articolo), 2 torri posteriori Prime Tower Speaker (540€) un centrale Ultra Center Speaker (799€) e ben due subwoofer SB-16 Ultra. Peccato non ci fosse quell'SB-3000 che ha vinto quest'anno il premio EISA, ma SVS nella gamma sub di certo non si fa parlare dietro: per un prezzo di 2.799€ questo generatore di gamma ultrabassa monta un woofer da 16" ed eroga 1500 Watt continui, con picchi da 5.000 Watt!).


- click per ingrandire -

Per quanto riguarda le elettroniche, a muovere i diffusori SVS c'erano due finali Emotiva XPA gen. 3 con moduli monocanale da 300 Watt, un 7.0 (sette canali da circa 2.549€) ed un 5.0 (cinque canali, 1.999€), pilotati dall'ormai mitico pre "immersivo" RMC-1 (6.000€). La riproduzione video era opera del videoproiettore Epson EH-TW9400 (2.799€) che illuminava un gigantesco schermo da 4 metri di base in formato "scope" della Screenline. Si tratta di prodotti contraddistinti da un'unica piacevole cifra: uno sconcertante rapporto qualità/prezzo.


- click per ingrandire -

Del celebre RMC-1, indiscutibile "re" del set, abbiamo già parlato, qui e qui, dunque non ci dilungheremo ulteriormente, se non per riportare quanto emerso di nuovo, vale a dire che da poco esiste un modello denominato con il suffisso L, ovvero RMC-1L, 4.999€, non aggiornabile ed espandibile ed addirittura un nuovo modello, per così dire "semplificato", denominato XMC-2 ad un prezzo suggerito al pubblico di 3.999€. Segnaliamo solo che non è ancora possibile attivare la funzione DIRAC Live (siamo ancora in attesa di un firmware adeguato) e aggiungiamo che il display della macchina riporta su più righe informazioni complete ed utili.


- click per ingrandire -

Gli amplificatori finali Emotiva XPA sono modulari ed ogni modulo può essere scelto da 300 Watt mono ad 8 Ohm (che divengono 490 Watt a 4 Ohm, 250 Watt con cinque canali pilotati e 200 Watt con 7 canali pilotati contemporaneamente) o da 125 Watt stereo, il che consente di inserire in un medesimo, robusto chassis dotato di 7 slot, le più variegate combinazioni possibili (fino a - credo - 11 canali), ferma un'alimentazione originariamente sovradimensionata ad alta corrente SMPS (Regulated Switch Mode Power Supply) in grado di reggere 3 kilowatt di potenza continua. I moduli di amplificazione usano FET ad alta corrente, hanno uno stadio di uscita in Classe AB completamente analogico ed un'efficiente tipologia di alimentazione soft-switch in Classe H, con un damping factor >500. Il cablaggio era Audioquest.


- click per ingrandire -

Nella sala erano state predisposte 3 file di 5 sedie, con due poltroncine poste davanti a tutte le altre liberamente occupabili da chiunque entrasse. Il proiettore Epson presente in sala proiettava su uno Screenline 21:9 con 4 metri di base e dispone di un ingresso HDMI a 18 GBps (quindi compatibile anche con 4K 60p a 10 bit per componente 4:2:2), è compatibile con la curva del gamma HLG così come con il software di calibrazione CalMAN, consente la calibrazione del bilanciamento del bianco ad 8 punti, sfrutta una matrice HD e con un sistema di shifting/vobulazione raddoppia la risoluzione orizzontale fino a raggiungere quella dell'UHD: questo spiega una programmazione che comprende anche materiale a risoluzione HD.


- click per ingrandire -

Un lettore Oppo UDP-203 faceva comparire le vivide immagini del disco UHD di "Soldado", il sequel del noto "Sicario" (dalle "nostre parti", un must-have!). Purtroppo, per via di un disguido logistico, non erano presenti gli altoparlanti con funzione ceiling, ma circondati come eravamo dal colonnato composto dalle 8 torri dominate dal pre Emotiva RC-1, sorretto dai 12 canali dei finali che riversavano la loro potenza su ben 11 speakers SVS che aggiungevano alle immagini quella magica sensazione di immersività tipica dei nuovi formati audio, alla fine non ci è restato che arrenderci, perché nella sala di XFAudio si consumava un grande spettacolo.

La demo è proseguita con il secondo capitolo di "Ready player one", sempre in UHD, e più precisamente la nota scena della corsa sul ponte, presentata in Dolby Atmos. Audio e video sono spettacolari, anche se la permanenza in sala fa notare a noi fissati qualche riflessione di troppo nell'ambiente integralmente bianco, che tende un po' ad attenuare il contrasto generale dell'immagine. Si è dunque passati all'HD, risoluzione nativa dell'Epson, e il dinamico "Bailando" di Enrique Iglesias ha donato dinamismo e ritmo alla presentazione, alleggerendo la tensione provocata dalla precedente ambientazione distopica. 

Subito dopo siamo ripiombati nelle difficili atmosfere dark di "Il Cavaliere oscuro - Il ritorno" che l'Epson "e-shiftato" ha saputo cavalcare senza troppe incertezze. Hanno fatto seguito Capitan America, con una traccia DTS HD Master audio 7.1 davvero dinamica, dove il set audio è stato in grado di dare il meglio di sé. Ma all'ingresso in sala di una gaia famiglietta, dal previsto e cruento Lucy, Luca ha virato immediatamente sul più potabile, coloratissimo inizio di "Cars" e poi su "Il gatto con gli stivali".

L'Epson riempieva meravigliosamente bene lo schermo da 4 metri di base, con una buona luminosità, dei bei colori e la notevole nitidezza di cui è capace, sorretto dall'audio Emotiva/SVS.La famiglietta dopo questo paio di pellicole lasciava la sala soddisfatta e la demo poteva quindi concludersi con l'inizio pirotecnico di "Operazione Uncle" sparato a tutto volume per un effetto davvero esplosivo. Niente da dire: la miglior sala audiovideo per rapporto qualità/prezzo di tutta la manifestazione.