Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Supertest Samsung Trilaser LSP9T

Recensione di Emidio Frattaroli , pubblicato il 27 Aprile 2021 nel canale 4K

“Dopo quasi 10 anni, Samsung torna nella videoproiezione casalinga dalla 'porta principale' con un prodotto esclusivo, con tecnologia DLP e ottica a tiro cortissimo, sorgente luminosa laser 3P e copertura completa dello spazio colore REC BT.2020”

Accensione, menu, impostazioni e lag time


- click per ingrandire -

L'accensione è abbastanza rapida e il telecomando, ergonomico, particolarmente efficiente e ben progettato (ma non retroilluminato), è fondamentale: senza sarà impossibile comandare il proiettore. Sul telaio c'è solo un tasto di accensione e nient'altro. Per l'avvio ci vogliono 13 secondi, al termine dei quali il proiettore - volendo - è già pronto per avviare il contenuto del'ultima applicazione di streaming selezionata. 


- click per ingrandire -

Il menu è praticamente lo stesso dei TV del colosso coreano e l'integrazione con le funzioni del proiettore è abbastanza buona. C'è un menu dedicato 'Impostazioni Projector' all'interno delle impstazioni generali; La prima voce è dedicata alle correzioni geometriche e prevede fino a 15 punti differenti, in grado di rimettere in riga anche le situazioni più disperate. Come ho già spiegato, si tratta di strumenti da evitare, su qualsiasi proiettore. C'è anche la possibilità di tutte e quattro le classiche modalità di proiezione, quindi anche a soffitto oltre che in retro-proiezione. 


- click per ingrandire -

La voce 'Segnale di test' fa apparire una griglia con alcuni cerchi e segmenti di colore 'ciano' che sono un utile riferimento per la messa 'in bolla' del proiettore. C'è invece un segnale test diverso per la 'Messa a fuoco' che è manuale e motorizzata, piuttosto precisa nel mio esemplare, con aberrazioni cromatiche abbastanza ridotte (comunque presenti) e una buona uniformtià di fuoco su tutta la superficie. L'ultima voce 'Adattamento schermo' è in realtà una nota che mostra all'utente come muovere proiettore e piedini per l'installazione.


- click per ingrandire -

Il menu immagine prevede quattro impostazioni predefinite. Quella 'Dinamica' è da evitare come la peste, esattamente come nei TV Samsung: la colorimetria  fa quasi tenerezza per quanto sia fuori dalla 'Grazia di Dio' e non ci sono neanche gli strumenti per 'addomesticarla'. La modalità 'Standard' va un po' meglio ma siamo ancora lontani. La qualità del profilo 'FILMMAKER MODE' è dignitosa ma, come vedremo nelle misure, è ancora lontana dal riferimento. In ogni modo, solo la modalità 'Film' ha tutti gli strumenti per la calibrazione, compreso il bilanciamento del bianco su 10 punti.


- click per ingrandire -

La cosa più sconcertante è che non è possibile modulare il flusso luminoso. Mi sarei aspettato un controllo preciso sulla potenza dei laser e invece manca persino una modalità 'ECO' da inserire per visionare contenuti con gamma dinamica più contenuta, per sfruttare invece tutta la potenza a disposizione per i contenuti HDR oppure per proiettare in ambienti illuminati. Al buio, su schermi a guadagno unitario fino a 110" ed oltre, la potenza è troppo alta e il livello del nero è decisamente troppo alto, nonostante il buon rapporto di contrasto.


- click per ingrandire -

Nel menu immagine ci sono quasi tutti i controlli per la calibrazione che ho apprezzato negli anni nei TV Samsung. C'è ad esempio la possibilità di modulare leggermente la curva del gamma in SDR, in HDR10 e in HLG. La voce 'Ottimizzatore contrasto' propone tre ulteriori differenti interpretazioni della curva del gamma, per espanderla o comprimerla; può tornare utile suprattutto in alcune condizioni di forte luce in ambiente.


- click per ingrandire -

Il proiettore non ha una 'modalità gaming' ma il tempo di risposta, dall'ingresso del segnale alla sua visualizzazione, è nella media, con una media di 73ms al centro dello schermo per segnali full HD a 60Hz nelle modalità 'Film' e 'FILMMAKER MODE'; con le modalità 'Dinamica' e 'Standard' si sale a 90ms, per 'colpa' dell'interpolazione dei fotogrammi che in quei due profili è attivata di default.