Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

CES: DTS presenta la decodifica DTS-UHD

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 09 Gennaio 2014, alle 10:21 nel canale DIFFUSORI

DTS ha sviluppato un nuovo algoritmo di decodifica, siglato DTS-UHD, che consente di fruire al meglio delle codifiche DTS anche da soluzioni non prettamente multicanale, come soundbar e soluzioni "Home Theater All-in-one". Cirrus Logic ha sviluppato uno specifico DSP audio quad-core per elaborare le tracce con il nuovo algoritmo

Con l'avvento dell'Ultra HD video, non poteva mancare un bel Ultra HD dedicato all'audio! Ci ha pensato DTS a presentare il formato DTS-UHD (Ultra High Definition), ma non si tratta di una nuova codifica, bensì di una "semplice" decodifica, basata su un nuovo algoritmo "object-based" (basato sul dispositivo) che promette di migliorare l'esperienza d'ascolto multicanale "plasmandosi" sulle caratteristiche dell'elettronica di riproduzione. Un DSP evoluto che dovrebbe quindi consentire di fruire al meglio delle tracce codificate in DTS e DTS HD anche da dispositivi non prettamente multicanale, come soundbar, soluzioni "Home Theater All-in-one" o "In the Box".

Il DTS-UHD è stato sviluppato in collaborazione con Cirrus Logic, che ha messo a punto uno specifico DSP audio single-chip quad-core, che verrà implementato in nuovi prodotti audio a partire dal secondo trimestre 2014. La decodifica UHD potrà essere integrata anche in sinto-amplificatori di nuova generazione, in grado di "ricreare" una maggiore spazialità e direzionalità delle tracce multicanale DTS anche in assenza di configurazioni multicanale estese (come 9.2 o 11.2 canali).

L'algoritmo DTS-UHD si basa su tre principi:
- Rendering audio con compensazione ambientale per assicurare una precisa riproduzione spaziale e direzionale
- Possibilità di configurare la riproduzione per enfatizzarne determinate caratteristiche del mix multicanale secondo i propri gusti (ad esempio, i dialoghi o i surround)
- Decodifica che si adatta alla configurazione del sistema audio-video in uso (che sia una soundbar o un sistema 11.2 canali), piuttosto che alla configurazione multicanale discreta della traccia DTS riprodotta (5.1, 7.1, ecc...).

DTS ha anche annunciato una collaborazione con l'IVA (Internet Video Archive), il leader mondiale nella distribuzione di trailer cinematografici online, che entro la prossima primavera integrerà tracce DTS-HD (nella versione con compressione "lossy" High Resolution) nei trailer distribuiti ai suoi partner (tra i quali anche Sony Electronics)

Per maggiori informazioni: comunicato stampa (in inglese)

Fonte DTS



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: g_andrini pubblicato il 09 Gennaio 2014, 16:44
[editato]
Commento # 12 di: Ale55andr0 pubblicato il 09 Gennaio 2014, 17:37
un tempo il potere del marketing era sul prefisso HD, ora su ultra e se non è ultra, non sei nessuno :o

peccato che manchi solo il SOFTWARE che supporti nativamente certe feature, quando già il blue ray 1080p è tutt'altro che essere massificato quanto il vetusto dvd. Quante volte han fatto cambiare videoteca e parco giocattoli alla gente?
Commento # 13 di: nano70 pubblicato il 10 Gennaio 2014, 00:04
Questo non è un codec, per cui è in pratica una rivisitazione degli effetti DSP che si trovavano già una ventina d'anni fa sugli sugli ampli HT. Che fantasia!!!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »