Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Spider-Man: Far from home

di dottor Lemon , pubblicato il 30 Agosto 2019 nel canale CINEMA

“Un film per ragionare sul futuro di Marvel. Il supereroe in un ambiente delicato, tra Disney e Harry Potter fa felice il grande pubblico ma un po’ meno i fan che hanno adorato la saga di Sam Raimi”


- click per ingrandire -

Una vacanza in Europa per Peter Parker si trasforma in una serie di incontri scontri con creature gigantesche. Dietro a tutto c’è la macchinazione di un Mysterio ambiguo e per questo pericolosissimo. Sfondato il tetto del miliardo di dollari, Spider-man: far from home si candida a re degli incassi più grandi di sempre. E a ragione, almeno produttivamente parlando. Accostare atmosfere teen a un personaggio di un filone vincente come quello Marvel ovviamente paga. I fondamenti del personaggio spara ragnatele, primo fra tutti la difficoltà a vivere l’adolescenza in modo canonico suo malgrado, sono rispettati. Il divertimento c’è, l’azione pure. Cosa manca? L’idea romantica (in senso poetico-artistico) presente nell’Uomo Ragno di Sam Raimi.


- click per ingrandire -

Di sicuro la riflessione che arriva dalla visione della pellicola tramite le azioni del villain Mysterio è quella circa la direzione che sta prendendo la realtà in funzione del digitale. L’eterno contrasto tra evidenza e verità, tra superficie e profondità, la manipolazione delle immagini che non interessa più soltanto i reality, sta per entrare con forza nella quotidianità di ognuno di noi con quello che stiamo conoscendo come l’internet delle cose. Tema già affrontato da un film decisamente impattante e riuscito come Ready Player One.


- click per ingrandire -

Ma il Peter Parker che viene qui raccontato è un adolescente in gita con i compagni, non è ancora il giovane reporter del Daily Bugle alle prese con la dura realtà. È quindi normale che non si senta ancora la voce della sua coscienza che gli ricorda che “da grandi poteri derivano grandi responsabilità”.

Eppure è notizia di questi giorni che Sony che detiene i diritti su Spider-Man non continuerà a produrre con Marvel e Disney. E la stessa figlia di Stan Lee ha rimarcato come il padre non sia stato trattato bene né da Disney né, e questo è quantomeno imbarazzante, da Marvel. Cosa potrà significare questo per il futuro del supereroe è ancora difficile dirlo. Magari riceverà un taglio più oscuro senza perdere la giusta dose di ironia e divertimento. L’idea potrebbe essere quella dell’ultimo Venom degli ottimi Ruben Fleischer alla regia e Tom Hardy come interprete principale.


- click per ingrandire -

Quello che risalta maggiormente in questa storia è la deriva che Marvel sta prendendo nei confronti non solo dei suoi fan, almeno quelli più integerrimi ma della sua stessa natura comic. Dopo la separazione da Netflix e la conseguente, assurda chiusura della (stupenda) serie di Daredevil ora giunge a questa ulteriore perdita.


- click per ingrandire -

Per il momento diciamo che lo spettacolo cui abbiamo assistito è stato ludico e leggero. Per il pathos rimandiamo a un futuro speriamo più vicino possibile.

La pagella artistica secondo Doctor Lemon:

Regia 8,0
Sceneggiatura 7,0
Effetti visivi 8,0
Fotografia 8,0
Film 7,0

 


Spider-man: far from home
Avventura, azione, fantascienza | USA | 2019 | 129 min

regia Jon Watts | sceneggiatura Chris McKenna, Erik Sommers | fotografia Matthew J. Lloyd | effetti speciali Norman Baillie, Kevin Bitters, Kenneth Cassar, Pasquale Catalano, Julio Navarro

personaggi | interpreti
Peter Parker / Spider-Man | Tom Holland
Quentin Beck / Mysterio | Jake Gyllenhaal
Nick Fury | Samuel L. Jackson
Michelle "MJ" Jones | Zendaya
Maria Hill | Cobie Smulders
Harold "Happy" Hogan | Jon Favreau
Julius Dell | J. B. Smoove
Ned | Jacob Batalon
Roger Harrington | Martin Starr
May Parker | Marisa Tomei

critica | IMDB 7.9 (su 10) | Rotten Tomatoes 7.4 (su 10) | Metacritic 69 (su 100)
incasso $ | 1099 MLN (budget 160 MLN)

camera Arri Alexa Mini, Zeiss Master Prime and Angenieux Optimo Lenses, Red Ranger 8K VV | formato Arriraw (2.8K) (3.4K) (formato sorgente) | aspect ratio 2.39 : 1 | formati audio: Dolby Surround 7.1, Dolby Atmos, Dolby Digital

 

Articoli correlati

Fast & Furious - Hobbs & Shaw

Fast & Furious - Hobbs & Shaw

La Commedia mascherata da action movie adrenalinico, diretto da David Leitch, arriva nei cinema italiani in 2D e 3K con audio Dolby Atmos: dopo la grande aspettativa, in parte rovinata dallo spettacolare spoiler-trailer, oltre alla simpatia dei protagonisti, della saga milionaria rimane purtroppo ben poco
Toy Story 4

Toy Story 4

Lo sceriffo Woody, giocattolo intraprendente e fedele, si ritrova ancora una volta al centro di una missione impossibile che potrebbe chiudere definitivamente la lunga saga iniziata nel 1995. Qualità tecnica e artistica soddisfano le altissime aspettative, con un mix Dolby Atmos tutto da ascoltare
X-Men - Dark Phoenix

X-Men - Dark Phoenix

Nel film diretto e sceneggiato da Simon Kinberg, con audio in Dolby Atmos, gli X-men sono chiamati a combattere un nemico che arriva del loro stesso gruppo: Jean Grey, figlia acquisita del Professor Xavier, fondatore della scuola dei ragazzi speciali
Godzilla II - King of the Monsters

Godzilla II - King of the Monsters

Terzo capitolo cinematografico dell’universo MonsterVerse di Warner Bros, film di avventura epica ed azione che mette a confronto Godzilla con alcune delle creature mostruose più conosciute della storia popolare, in un'escalation di effetti speciali ed audio con codifica Dolby Atmos



Commenti