LGD e SDC potrebbero rinviare nuovi investimenti negli OLED

Riccardo Riondino 07 Luglio 2022, alle 11:22 Display e Televisori

LG Display e Samsung Display non avranno probabilmente i fondi necessari per incrementare la produzione di OLED per televisori nel 2022, un settore dove atteso anche l'imminente arrivo della concorrenza cinese


- click per ingrandire -

I nuovi investimenti di LG Display e Samsung Display per potenziare la produzione di OLED grande schermo saranno rinviati probabilmente almeno all'anno prossimo. Lo sostiene un articolo del Korea Herald, citando le dichiarazioni di Yi Choong-hoon, CEO di UBI Research, raccolte durante un seminario. Samsung Display aveva stanziato l'equivalente di circa 10 miliardi di dollari per espandere la produzione dei pannelli QD-OLED. Il nuovo vicepresidente di Samsung Lee Jae-yong tuttavia è contrario a investire in nuove attività se impiegano più di tre anni per diventare redditizie. Non è ancora chiaro il tempo necessario a Samsung Display per rientrare dagli investimenti nei QD-OLED, ma Yi lo valuta in cinque anni, prendendo come riferimento i QLED (LCD+QDEF). La situazione non è rosea neanche per LG Display, nonostante gli ottimi risultati del 2021.


- click per ingrandire -

Si prevede infatti che il bilancio quest'anno tornerà in rosso a causa dell'alto tasso di inflazione e le incertezze economiche che stanno frenando anche il mercato dei televisori. La compagnia viene inoltre considerata a corto di liquidità dopo la decisione di convertire alla produzione OLED una linea LCD dello stabilimento di Paju. Pesa sul bilancio il mancato accordo con Samsung Electronics per l'acquisto di due milioni di pannelli OLED WRGB. Il fallimento della trattativa ha lasciato LG Display con fondi insufficienti per espandere la produzione di OLED. Un'ulteriore insidia è il prossimo ingresso della concorrenza cinese nel settore. I pannelli TV OLED LG Display vengono utilizzati da più di venti marchi di televisori, mentre Samsung Display li fornisce alla casa madre e a Sony.

L'acquisizione di nuovi clienti tuttavia potrebbe complicarsi una volta che BOE inizierà a produrre OLED dalle dimensioni comprese tra 55 e 95 pollici. A BOE inoltre potrebbe affiancarsi TCL a partire dal 2023. LG Display e Samsung Display infine sono alle prese con un problema di altra natura. Yi ha dichiarato che la decisione del governo sudcoreano di sostenere maggiormente l'industria nazionale dei semiconduttori condizionerà in negativo il settore display. L'industria dei circuiti integrati infatti garantisce salari più alti, quindi per chi produce display spesso risulta difficile trattenere i migliori ingegneri.

Fonte: HDTVTest

Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
  • SydneyBlue120d

    07 Luglio 2022, 14:22

    Nel frattempo Samsung non ha confermato gli ordini a Kateeva per gli OLED
  • Franco Rossi

    07 Luglio 2022, 14:53

    Samsung ha investito sui pannelli Oled per i TV troppo tardi, continuando a fare cassa sugli Lcd pensando che bastava la pubblicità per continuare a vendere all'infinito un prodotto vecchio e con molti limiti. Purtroppo per loro la diffusione capillare degli Oled ha fatto sì che anche gli acquirenti meno informati (quelli che credono che Qled sia una tecnologia simile ad Oled) hanno avuto la possibilità di vedere TV Oled a casa di amici e parenti e rendersi conto della differenza e di conseguenza sono passati ad acquistare TV Oled. Samsung ora si trova nella situazione di LG di 7 anni fa, con costi produttivi enormi, basso numero di pannelli prodotti e qualità più o meno simile alla concorrenza. Ora se vuole continuare a produrre pannelli Oled deve rassegnarsi a lavorare in perdita poiché altrimenti nessuno comprerà i suoi TV Oled.

Focus

News