Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

5' @ HEM19: Faszination Heimkino

Report di Fabio Adslinkato , pubblicato il 18 Giugno 2019 nel canale AUDIO

“Cinque minuti, ovvero il tempo oggettivamente concesso dalla stragrande maggioranza dei visitatori alle varie sale di una manifestazione ricchissima di contenuti, come nel caso di High End Munich: chi espone i propri prodotti all'HEM sa bene di giocarsi tutto in un colpo solo”


- click per ingrandire -

Questa sala costituisce per me un appuntamento fisso e un interessante punto di riferimento. Nel tempo il mix dei brand utilizzati è rimasto quasi lo stesso, ma in passato i vari componenti erano moddati da Cinemike . Anche quest'anno, quindi, ci tenevo a godermi l'evento. Premetto che capire con compiutezza la presentazione in tedesco è un esercizio sempre difficile per chi, come me, conosce solo quelle poche decine di parole imparate da piccolo, utili a trarsi di impaccio nelle situazioni più comuni. In ogni caso, considerato il fatto che ogni anno il pubblico della manifestazione ha una composizione meno domestica e sempre più internazionale (con una marcata presenza di visitatori italiani), sarebbe forse stato opportuno svolgerla in inglese.


- click per ingrandire -

Per fortuna quest'anno è comparsa una novità: dopo il sermone introduttivo in tedesco un addetto è entrato in sala e ha brevemente spiegato in inglese che al termine della presentazione sarebbe stato possibile approfondire con lui quanto visto. Eccellente passo in avanti, segno tangibile di una forma di rispetto per l'uditorio: grazie, dunque! Il videoproiettore era il fantastico JVC DLA-NX9 , il top di gamma della nuova serie a risoluzione 4K, dal costo di 18.000€, che genera 2200 lumen, garantisce il solito ottimo contrasto assicurato dai vodeproiettori del brand (benché elevatissimo, ben minore rispetto alle precedenti serie e-shiftate), possiede un obiettivo di grande qualità, proietta in 8K in modalità e-shift e garantisce piena compatibilità con segnali video HDR10 e HLG.

 
- click per ingrandire -

Il lettore UHD era il must del momento, il Panasonic DP-UB9000 che, con l'ultimo firmware 2.0.1, mostra i profili "Panasonic_PQ_BL" e "Panasonic_PQ_HL" con i quali consente un auto-tone mapping in sinergia con uno dei tre VPJ JVC dell'ultima serie. Il preamplificatore era l'11.2 Yamaha Aventage CX-A5200 (la discussione "ufficiale" sul forum è a questo indirizzo) con Dolby Atmos, DTS:X, HLG e compatibilità Dolby Vision, due DAC ESS Sabre ES9026 Pro, sistema di calibrazione YPAO RSC 3D ed un generoso trasformatore di potenza. L'ultima evoluzione di una serie che ha riscosso notevoli consensi di pubblico per l'oggettivo favorevole rapporto prezzo/prestazioni.


- click per ingrandire -

Il finale multicanale Yamaha Aventage MX-A5200 era il motore del set. Ha una configurazione simmetrica dei lati, 11 canali, connessioni di ingresso XLR, possibilità di ponticellare i frontali o di biamplificare i canali e si giova di un enorme trasformatore toroidale. Con due canali pilotati il finale è in grado di erogare 170W su 6 Ohm con THD al 0,06%, pesa 26.4 kg e ha un assorbimento massimo di 650W. Va qui opportunamente ricordato che dovendo pilotare un sistema di altoparlanti con impedenza a 4 Ohm, la potenza erogata sarà in ogni caso ben maggiore di quella di dichiarata a 6 Ohm, ma bisogna anche sottolineare il vizio inveterato e diffusissimo da parte dei costruttori di non fornire alcun dato ufficiale sulla effettiva erogazione in potenza in caso di pilotaggio contemporaneo di tutti e 11 i canali. Ce ne faremo una ragione.

 
- click per ingrandire -

Il sistema di altoparlanti era un full Quadral, marchio tedesco in attività da ormai 35 anni. Gli altoparlanti principali erano dei Quadral Aurum Titan 9, dei poderosi 3 vie con impedenza di 4 Ohm, doppio woofer da 26,5, doppio midrange da 16 e tweeter in alluminio a nastro, con tenuta in potenza fino a 500W e peso di 83 kg cadauno. Il centrale era un Quadral Aurum Base Maxime 9, un tre vie con 4 Ohm di impedenza, 87dB di efficienza, doppio woofer da 180, midrange da 155 e tweeter a nastro in alluminio. Completavano il set una coppia di posteriori (a doppio sub e tweeter a nastro) e 4 ceilings. A terra, frontalmente, erano inoltre presenti due subwoofer bass-reflex down-firing Quadral Orkus 9, con amplificazione da 500W nominali, woofer da 32 cm e peso di 33 kg. Il cablaggio della sala era Avinity.


- click per ingrandire -

La sessione ha preso avvio con la visione dello spezzone "Yellowstone"  dell'UHD promozionale della JVC, il "D-ILA 4K HDR demo disc". Tratto dal remake del musical "A star is born" ha fatto seguito "Always Remember" di Lady Gaga in Dolby Atmos. In sala, differentemente rispetto al passato, veniva diffuso un ascolto molto naturale, poco muscolare e d'effetto (settaggio in effetti poco frequente, in casi consimili), mentre il JVC, proiettando da pochi metri (la sala consentiva di posizionare 3 file da 5 posti) su uno schermo con larghezza di tre metri, esibiva tutta l'elevata risoluzione di cui è capace la nuova serie nativa 4K, che donava alle immagini una enorme luminosità e una grande nitidezza apparente: un gran belvedere, insomma.


- click per ingrandire -

Si è poi passati a "Bohemian Rapsody" e già il logo della 20th Century Fox veniva pennellato con colori molto saturi. In un attimo ci siamo ritrovati catapultati nella spettacolare entrata sul palco del Live Aid, proprio alle spalle di Freddy Mercury, vista stage e i 4 altoparlanti superiori con il loro lavoro ci hanno immerso nella scena nel modo più agognato: improvvisamente ci trovavamo davvero con i Queen su quel palco. Il primo colpo di cassa è assomigliato ad una secca ma dinamica staffilata. La qualità audio generale del brano non impressiona anche in altri set, per via della ripresa live, ma le immagini appaiono qui davvero meravigliose. La demo era finita ed io ero stato assalito come da un senso di incompiutezza: troppo breve, per i miei gusti. Ma "altro giro, altra corsa": i miei 5 minuti erano ben passati, fuori si era creata una lunga fila ed era ora di andare. Nulla da dire, bravi come sempre, ma... provate a recuperare quei matti di CineMike, cui ormai ero così affezionato!

 

 

Articoli correlati

5' @ HEM19: Heimkino Raum

5' @ HEM19: Heimkino Raum

Cinque minuti, ovvero il tempo oggettivamente concesso dalla stragrande maggioranza dei visitatori alle varie sale di una manifestazione ricchissima di contenuti, come nel caso di High End Munich: chi espone i propri prodotti all'HEM sa bene di giocarsi tutto in un colpo solo
5' @ HEM19: JVC, Krell, MK Sound...

5' @ HEM19: JVC, Krell, MK Sound...

“Cinque minuti, ovvero il tempo oggettivamente concesso dalla stragrande maggioranza dei visitatori alle varie sale di una manifestazione ricchissima di contenuti, come nel caso di High End Munich: chi espone i propri prodotti all'HEM sa bene di giocarsi tutto in un colpo solo
5' @ HEM19: Marantz, Oppo, SVS...

5' @ HEM19: Marantz, Oppo, SVS...

Cinque minuti, ovvero il tempo oggettivamente concesso dalla stragrande maggioranza dei visitatori alle varie sale di una manifestazione ricchissima di contenuti, come nel caso di High End Munich: chi espone i propri prodotti all'HEM sa bene di giocarsi tutto in un colpo solo.



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Trickfield pubblicato il 21 Giugno 2019, 16:19
E bravo Fabio, fa piacere leggerti sempre più spesso in queste pagine.
Ti rinnovo i complimenti ed attendo con curiosità una tua recensione, anche se il first look del BenQ gli assomigliava molto.