Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Google si prepara a rilasciare Android TV

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 07 Aprile 2014, all 15:21 nel canale HT

“La compagnia di Mountain View starebbe per lanciare una nuova interfaccia per la fruizione di contenuti multimediali, destinata a sostituire Google TV, mai realmente apprezzata dal mercato”

La testata The Verge ha riportato un'importante indiscrezione: secondo alcuni documenti, acquisite da fonti apparentemente molto attendibili, Google sarebbe in procinto di lanciare una nuova piattaforma per la fruizione dei contenuti multimediali. A sorgere dalla ceneri di Google TV (che non è mai riuscita a fare breccia) sarebbe, dunque, Android TV. I cambiamenti sono sostanziali, a partire dall'approccio: se Google TV mirava ad offrire una piattaforma Smart TV vera e propria, alternativa a soluzioni concorrenti, Android TV “si limita” ad offrire un'interfaccia ad hoc. L'obiettivo è quello di sviluppare uno strumento semplice e rapido per trovare e riprodurre i contenuti. Viene meno, dunque, il tentativo di trasformare la TV in una sorta di appendice del proprio smartphone, una via che, evidentemente, anche Google ritiene ormai superata.

In cosa si traduce questo nuovo approccio? Android TV somiglierà molto di più ai sistemi operativi di tanti set-top box, come Apple TV o Roku. Google spingerà per lo sviluppo di applicazioni semplici, con un'interfaccia costiuita da una serie di icone squadrate che rappresentino i contenuti, e le applicazioni in mostra su una sorta di scaffale virtuale. Per l'utilizzo sarà sufficiente un comune telecomando con croce direzionale. Saranno presenti anche i comandi vocali (molto probabilmente per velocizzare la ricerca) e le notifiche, anche se sembra che Google voglia limitarne l'utilizzo allo stretto necessario. La visione d'insieme è molto simile alla Fire TV di Amazon.

A distinguere Android TV da altre proposte sarà l'interazione tra piattaforma ed utente: non dovrà essere lo spettatore a cercare i contenuti, ma sarà la stessa Android TV a proporre una selezione basata sui gusti di chi ne fruisce. La distanza tra la schermata home ed il contenuto da visionare, non sarà mai superiore a tre click sul telecomando, secondo quanto trapelato dalle fonti. Anche l'integrazione con smartphone e tablet sarà semplificata: se si inizia a guardare un contenuto in mobilità, all'accensione di Android TV verrà proposto immediatamente di riprendere da dove ci si era fermati. Riassumendo: Android TV è un'interfaccia che si focalizza sui contenuti, con accesso facile ed immediato, studiato in modo tale da richiedere il minor tempo possibile tra l'accensione e l'inizio della fruizione. Niente più interfacce derivate dal touchscreen, niente più funzioni simili a smartphone o tablet: il centro dell'ecosistema è il salotto.

Fonte: The Verge



Commenti