Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Samsung: update Filmmaker Mode QLED 2020

di Riccardo Riondino, pubblicata il 13 Luglio 2020, alle 12:38 nel canale DISPLAY

“Dando la precedenza agli USA, Samsung inizia ad aggiornare la nuova gamma di TV QLED con il Filmmaker Mode, promosso da Hollywood per tutelare la visione creativa del regista”


- click per ingrandire -

Samsung ha iniziato ad aggiornare i televisori QLED 2020 con il Filmmaker Mode, come annunciato durante l'ultima edizione del CES. Il roll out è partito negli Stati Uniti con il firmware 1301.5., compatibile con i modelli Q950T, Q900T, Q850T, Q800T, Q90T, Q80T, Q70T e LS03T (The Frame). Promossa da attori e registi di Hollywood, il Filmmaker Mode è stato annunciato da UHD Alliance nel 2019 per preservare la visione creativa originale nei film e nelle serie TV.


- click per ingrandire -

Il Filmmaker Mode disattiva funzioni di post-elaborazione come il frame interpolation, l'aumento della nitidezza e il DNR. Ripristina inoltre il corretto spazio e temperatura di colore, il rapporto di aspetto, la curva del gamma e la cadenza dei fotogrammi. L'intervento è valido per i contenuti SDR e HDR con attivazione manuale o automatica. Tuttavia in nessun servizio streaming o disco è presente il relativo flag, quindi non rimane che l'impostazione dal menu. Il firmware non è ancora disponibile in Europa e quando lo sarà potrebbe essere pubblicato con un numero diverso.

Fonte: Flatpanels HD



Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: sauzer pubblicato il 13 Luglio 2020, 21:58
praticamente da quello che leggo nella news hanno tenuto fuori il Q60T, eppure è un Qled del 2020 anche lui...
Commento # 2 di: mau741 pubblicato il 13 Luglio 2020, 22:02
Originariamente inviato da: sauzer;5070390
praticamente da quello che leggo nella news hanno tenuto fuori il Q60T, eppure è un Qled anche lui...

Hanno tenuto fuori anche tutti i qled degli anni precedenti... nonostante siano ancora in vendita da samsung ed alcuni a prezzi che superano tranquillamente i 1000 euro (alcuni quasi i 2000).
Commento # 3 di: Doc_zero pubblicato il 14 Luglio 2020, 11:54
se si tratta solamente di disabilitare le varie elaborazioni dell'immagine, si può fare manualmente su qualunque tv. bisognerebbe vedere se c'è anche altro
Commento # 4 di: CyberPaul pubblicato il 14 Luglio 2020, 13:11
A me sembrano le stesse premesse dei vari THX, isf, Dolby mode. Niente di nuovo, tutto marketing. Mi sbaglierò ma è la mia opinione. Non che siano inutili, ben venga una modalità che miri alla fedeltà dell'immagine, ma ha lo stesso scopo dei suoi predecessori.
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 14 Luglio 2020, 14:53
Originariamente inviato da: Doc_zero;5070462
se si tratta solamente di disabilitare le varie elaborazioni dell'immagine, si può fare manualmente su qualunque tv. bisognerebbe vedere se c'è anche altro

Non c'è niente di più di quanto scritto da Riccardo: vengono selezionate le impostazioni con colorimetria più fedele possibile al riferimento è disabilitati tutti gli algoritmi di post-processing.

Originariamente inviato da: CyberPaul;5070495
Niente di nuovo, tutto marketing. Mi sbaglierò ma è la mia opinione. Non che siano inutili, ben venga una modalità che miri alla fedeltà dell'immagine, ma ha lo stesso scopo dei suoi predecessori.
Fino a ieri ogni costruttore ha la sua modalità più vicina al Filmmaker mode, anche se alcuni lasciano comunque attive delle elaborazioni, proprio come Samsung nella modalità cinema. Però c'è un cambiamento sostanziale ed epocale per due motivi.

Il primo è che, selezionando il 'Filmmaker mode', si effettua una operazione semplice che evita di andare a modificare tante voci in tanti menu differenti. E spesso si tratta di operazioni che il consumatore 'normale' non è in grado di fare. Un po' come la voce 'Personale' dei TV Sony degli ultimi anni.

L'altra motivazione è proprio nel senso più specifico del 'Marketing': per la prima volta tanti produttori hanno inserito questa modalità che serve allo stesso scopo su tutti i TV. E se ne parla, continuamente. Ed è questa la rivoluzione. Finalmente una buona fetta di consumatori inizierà a vedere contenuti con il giusto bilanciamento del bianco, giusti colori etc.

Del 'Filmmaker mode', un appassionato esigente che legge questo tipo di forum magari può farne anche a meno. Perché sa come raggiungere lo stesso obiettivo. Lo stesso appassionato dovrebbe fare il 'tifo' per questa novità e farla conoscere a più persone possibile perché è cosa buona e giusta e dietro non c'è uno scopo di lucro e/o un sistema di 'licensing' a pagamento come Dolby o THX.

https://www.avmagazine.it/articoli/...mode_index.html

Emidio
Commento # 6 di: mau741 pubblicato il 14 Luglio 2020, 15:20
Infatti l'ideale è che venisse estesa anche alle tv anche pre 2020.
Commento # 7 di: Doc_zero pubblicato il 14 Luglio 2020, 15:50
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;5070517
Non c'è niente di più di quanto scritto da Riccardo: vengono selezionate le impostazioni con colorimetria più fedele possibile al riferimento è disabilitati tutti gli algoritmi di post-processing.

Fino a ieri ogni costruttore ha la sua modalità più vicina al Filmmaker mode, anche se alcuni lasciano comunque attive delle elaborazioni, ..........[CUT]


ho perso il conto delle volte che, andando a casa di amici e conoscenti magari per vedere un film insieme, ho trovato televisori con impostazioni agghiaccianti fra interpolazioni galoppanti e modalità dinamica come dogma religioso. temo che se non sarà il tv che in automatico si setta sulla modalità giusta, non ci sarà una grande evangelizzazione in quel senso
Commento # 8 di: Nordata pubblicato il 14 Luglio 2020, 17:41
Ci sarà sempre chi imposterà la più improbabile ed agghiacciante tra le modalità disponibili dicendo: A me mi piace così
Commento # 9 di: mau741 pubblicato il 14 Luglio 2020, 18:03
Si ma la modalità dinamica è da criminali. Non capisco come si possa inserire una simile modalità preimpostata.
Commento # 10 di: Anger.Miki pubblicato il 15 Luglio 2020, 15:38
Per lo stesso motivo per cui, passeggiando in un centro commerciale, l'uomo medio nota di più la signorina mezza rifatta con mini-vestito in pelle scollato e trucco pesante, tipo Kim Kardashian, piuttosto che quella fine ed elegante tipo Grace Kelly o Audrey Hepburn: nei centri commerciali si nota e si vende di più. E' una questione di numeri, la mediocrità gode di più estimatori.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »