Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

OLED LG certificati TÜV Eye Comfort Display

di Riccardo Riondino, pubblicata il 02 Luglio 2019, alle 12:23 nel canale DISPLAY

“Sottoposto ai test TÜV Rheinland, il pannello OLED LG da 65" è risultato emettere una quantità di luce blu nettamente inferiore al minimo di sicurezza, rispondendo ai requisiti di sicurezza anche in tutti gli altri parametri”


- click per ingrandire -

Gli OLED LG si sono aggiudicati il certificato Eye Comfort Display, assegnato dall'associazione indipendente TÜV Rheinland con sede in Germania. Il soggetto dei test è stato il pannello WRGB da 65", risultato conforme in tre requisiti fondamentali per il comfort visivo. I risultati mostrano in particolare che il display OLED di LG emette solo il 34% di luce blu, quindi sotto la soglia del 50% considerato il limite minimo di sicurezza. Alcuni schermi LCD hanno registrato invece una percentuale del 64%. TÜV Rheinland dichiara che l'esposizione prolungata alla luce blu, specialmente la notte, è stata associata al peggioramento della vista. In particolare può causare la "degenerazione maculare", in cui le cellule sensibili alla luce contenute nella retina vengono danneggiate, a volte irreparabilmente.

Diversi studi hanno dimostrato che l'esposizione notturna può essere significativamente più dannosa rispetto al giorno, anche se sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire esattamente in quale entità. Il pannello OLED LG Display rispetta tutti i criteri di sicurezza TÜV Rheinland e presenta una riflessione luminosa dello 0,87%, meno della metà rispetto agli LCD. Risultati analoghi sono emersi dai test effettuati sui pannelli OLED Samsung per smartphone/tablet, a loro volta premiati da TÜV Rheinland nel febbraio scorso.

Fonte: HDTV Test



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: adslinkato pubblicato il 03 Luglio 2019, 10:45
Molto interessante la questione della valutazione della quantità di luce blu emessa.
Un deciso passo in avanti in termini di confort visivo e di possibili danni al nostro complesso sistema preposto alla visione.