Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

LG pronta a lanciare un display MicroLED

di Riccardo Riondino, pubblicata il 28 Luglio 2020, alle 11:31 nel canale DISPLAY

“Dovrebbe essere disponibile dal mese prossimo il primo MicroLED di LG, uno schermo modulare 4K da 163" con luminositÓ di 1200 NIT e C/R 100.000:1”


- click per ingrandire -

LG sta per commercializzare il suo primo display MicroLED, secondo MicroLED-Info e LEDinside.com già a partire dall'agosto 2020. La compagnia coreana ha mostrato durante IFA 2018 un prototipo MicroLED da 173", mentre il mese scorso ha installato il suo primo schermo LED per il cinema. Il nuovo modello ha invece una diagonale di 163" e una risoluzione Ultra HD 4K. Come anche il suo LED Cinema o il Samsung The Wall, è composto da diversi moduli assemblati insieme. Ciascun elemento (LSAB009) ha una risoluzione di 640x360 pixel e un pixel pitch di 0,9 mm, contro i 3,3 mm della versione cinema.


- click per ingrandire -

Gli altri dati tecnici dichiarati sono la luminosità di picco/tipica di 1200/600 NIT e un C/R pari a 100.000:1. Il livello del nero di conseguenza dovrebbe essere inferiore a 0,01 NIT, come ci si aspetta da uno schermo auto-illuminante. Le due multinazionali coreane non sono le uniche a puntare sui MicroLED, tecnologia che secondo IHS Matkit dovrebbe raggiungere il mercato di massa entro il 2026. Sony ha lanciato nel 2019 la propria versione (Crystal LED) con risoluzione fino al 16K, mentre Konka ha presentato al CES 2020 MicroLED da 118" in formato 4K e un 8K da 236", entrambi venduti a prezzi proibitivi (240.000 e 1.250.000 US $ rispettivamente), come sarà certamente anche per il MicroLED di LG.

Fonte: Flatpanels HD



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: sauzer pubblicato il 30 Luglio 2020, 17:59
finalmente, il microled è il futuro, sopratutto nel mondo delle tv, ma i nits dichiarati mi sembrano bassi, praticamente sono in media 700nits come i pannelli oled attuali... , ma allora a cosa servirebbe cambiare tecnologia ? solo per ridurre i costi e togliere lo spauracchio del burn-in ?
Commento # 2 di: stazzatleta pubblicato il 30 Luglio 2020, 18:06
ad aumentare le dimensioni, a mio modo di vedere.
quel tipo di sistema modulare andrà in forte competizione coi proiettori, piuttosto che coi pannelli piatti attuali
Commento # 3 di: Vincenzo Graziano pubblicato il 10 Agosto 2020, 22:26
Dubbi e ancora dubbi sull'uniformità nel quadro di insieme. I pannelli che comporranno lo schermo saranno identici? Vedremo
Commento # 4 di: prunc pubblicato il 11 Agosto 2020, 18:21
Giusto, spunto interessante, la vedo dura ... vedremo.