Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

LG aderisce ad Alliance for Open Media

di Riccardo Riondino, pubblicata il 11 Marzo 2022, alle 09:57 nel canale DISPLAY

La compagnia coreana si aggiunge all'elenco dei sostenitori di AV1, il codec video di nuova generazione libero da costi di licenza


- click per ingrandire -

LG Electronics è entrata ufficialmente in AOL (Alliance for Open Media), il consorzio responsabile di AV1, il codec video di nuova generazione esente da royalties in quanto open source. AOL conta tra i propri membri altri colossi del calibro di Amazon, Apple, Cisco, Facebook, Google, Intel, Microsoft, Netflix e Samsung Electronics. L'associazione si formò nel 2015 per sviluppare un codec libero da costi di licenza, in contrapposizione all'aumento delle royalties varato all'epoca da HEVC Advance. La sua fondazione ebbe l'effetto di far riconsiderare le politiche di HEVC Advance, spingendola anche a eliminare totalmente i costi di licenza per lo streaming e le trasmissioni via cavo, terrestri e satellitari.


- click per ingrandire -

I televisori LG supportano la decodifica hardware AV1 fin dal 2020, ma senza integrare il pieno supporto del codec. Mentre i suoi televisori 8K riproducono i video 8K di YouTube con codifica AV1, nessun modello supporta ancora i contenuti Netflix 4K in AV1. Non è chiaro comunque se dipendesse dal fatto che LG non faceva parte ufficialmente di AOL e se questo cambierà dopo l'ingresso nel consorzio. AV1 promette un'efficienza tra il 20% e il 40% maggiore rispetto a HEVC. In altre parole è possibile risparmiare fino al 40% nel flusso della banda dati senza perdita di qualità. Tra produttori a supportarlo anche Sony, Panasonic, Philips e TCL. AV1 si trova ad affrontare concorrenti come VVC, diretto successore di HEVC, incluso di recente nelle specifiche DVB per le trasmissioni 4K e 8K.

Fonte: HDTV Test



Commenti