Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

CES: LG Display conferma gli MLA OLED META Technology da 2100 NIT

di Riccardo Riondino, pubblicata il 05 Gennaio 2023, alle 11:06 nel canale DISPLAY

LG Display annuncia la sua terza generazione di pannelli OLED META Technology, dotati di miliardi di micro lenti per incrementare la luminanza, l'angolo di visione e l'efficienza

LG OLED G3
- click per ingrandire -

LG ha presentato al CES in corso di svolgimento a Las Vegas la nuova gamma di televisori OLED, che nella serie G3 (solo per le versioni da 55", 65" e 77") raggiunge una luminanza oltre i 2.000 NIT. È il risultato del Brightness Booster Max, che combina algoritmi per incrementare la luminosità e di una "nuova architettura per il controllo della luce"(oltre presumibilmente il dissipatore sul retro del pannello). A fugare i dubbi che potesse trattarsi di qualcosa di diverso dalla tecnologia MLA (Meta-lit Lens Array o Micro Lens Array) ha provveduto Panasonic con l'anteprima del nuovo TV OLED top di gamma MZ2000. LG Display conferma che si tratta dell'elemento fondamentale della sua terza generazione di pannelli OLED, il passo successivo dopo gli OLED.EX. Il nome ufficiale è META Technology, che include il Micro Lens Array per massimizzare l'emissione di luce del pannello OLED e il META Booster, un algoritmo per incrementare la luminanza.


- click per ingrandire -

Il comunicato svela che, oltre ai già citati G3 da 55", 65" e 77", la tecnologia MLA verrà applicata nel 2023 anche ai TV 8K da 77" e 88", quindi quelli della serie Z3. Vincent Theo di HDTVTest aggiunge che lo stesso vale per i monitor OLED da 27" e 45". LG Display prevede di estendere progressivamente MLA all'intera gamma di pannelli. META Technology promette un incremento di luminanza del 60% con un picco fino a 2.100 NIT in Vivid mode. Naturalmente il dato ha un'importanza relativa rispetto alle condizioni con pannello calibrato (i 2.100 NIT sono stati confermati da HDTVTest), ma il netto incremento di luminosità degli MLA appare indiscutibile. Panasonic ha misurato poco meno di 1.500 NIT su finestra al 10%, mentre LG Electronics parla di 1.800 NIT. Anche l'intervento dell'ABL (Automatic Brightness Limiter) risulterà meno aggressivo, consentendo una visione prolungata con immagini ad alto APL (Average Picture Level). Saranno quindi meno frequenti i repentini cali di luminosità che si verificano talvolta con gli OLED in queste condizioni.


- click per ingrandire -

LG Display ha inoltre spiegato che MLA migliora di un ulteriore 30% il già eccellente angolo di visione degli OLED WRGB, mentre l'efficienza energetica è incrementata del 22% a pari luminosità. MLA consiste nell'applicazione di uno strato di lenti dalle dimensioni nell'ordine dei millesimi di millimetro. In questo modo vengono limitate le riflessioni e ridotte quindi le dispersioni di luce tra i vari strati del pannello. Lo strato MLA non viene creato applicando delle reali lenti, ma depositando e modellando un materiale sul substrato tramite fotolitografia per formare una matrice di micro esagoni convessi. Il pannello OLED 4K da 77" utilizza un totale di 42,4 miliardi di lenti, oltre 5.000 per pixel. Al momento l'unica possibile controindicazione degli OLED MLA sembra il rischio di peggiorare l'uniformità del pannello, che rappresenta già un punto critico degli OLED WRGB. Questo aspetto è stato discusso da professionisti del settore appena prima degli annunci ufficiali del CES 2023.

Fonte: Flatpanels HD, HDTVTest



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: AlbertoPN pubblicato il 05 Gennaio 2023, 11:29
Lo strato MLA non viene creato applicando delle reali lenti, ma depositando e modellando un materiale sul substrato tramite fotolitografia per formare una matrice di micro esagoni convessi. Il pannello OLED 4K da 77 utilizza un totale di 42,4 miliardi di lenti, oltre 5.000 per pixel.

Ma sta cosa è pazzesca .... ed a livello di deposito di questi oltre 5000 micro (micro) esagoni convessi, si sa quanto sia lo spessore del pacchetto sopra al substrato organico rispetto ai precedenti pannelli che ne erano privi ?