Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Come vendere foto online e farne un business di successo

di Publiredazionale, pubblicata il 22 Luglio 2022, alle 17:35 nel canale 4K

Tutto quello che cíŤ da sapere sapere sul come vendere foto su internet e guadagnare grazie alla fotografia microstock, facendone un business evergreen


- click per ingrandire -

Se state leggendo questo articolo, siete probabilmente dei fotografi o degli artisti che hanno il desiderio di guadagnare online vendendo le proprie foto o immagini. Bene, siete nel posto giusto!

Oggi è assolutamente possibile guadagnare online vendendo i propri contenuti. Va infatti detto che editori, agenzie di pubblicità, designer e blogger di tutto il mondo acquistano su base quotidiana centinaia di immagini da siti specializzati che offrono questo servizio.

Se siete quindi dei fotografi o dei creativi che realizzano immagini, potete prendere in considerazione di vendere le vostre foto online. Ovviamente, in base all’impegno e al tempo che dedicherete a questo percorso, potrete decidere se:

  • Vendere foto online part-time
  • Vendere foto online a tempo pieno

In base alle vostre intenzioni, la vendita di immagini online, potrebbe diventare nel tempo la vostra professione principale oppure un gradevole passatempo, che vi farà guadagnare cifre interessanti.

Procediamo quindi nel capire come vendere effettivamente le immagini online e quanto si può guadagnare.

Cos’è la fotografia stock


- click per ingrandire -

A prescindere che siate fotografi professionisti o meno, potete sposare la vostra passione per la fotografia, i viaggi e l'esplorazione con il guadagno online. La fotografia stock è quel tipo di attività che vi potrà permettere di scattare o realizzare immagini che potranno essere vendute su portali specifici al cliente finale e guadagnare dei soldi per ogni vendita effettuata.

Non male, vero? Immaginate di viaggiare ad esempio in Sud Africa e di scattare foto a degli elefanti che si dissetano vicino ad una pozza d’acqua. Quante persone al mondo stanno cercando o cercheranno in futuro questa immagine che voi avete il privilegio di scattare? Sicuramente moltissime.

Oppure immaginate di essere in viaggio nel sud dell’Argentina e scattare la foto di un gruppo di amici mentre sciano sulle vette innevate della Patagonia e poi si rilassano davanti al camino, mentre sorseggiano un bicchiere di vino rosso. Quante persone al mondo hanno la possibilità di scattare una foto del genere?

Le foto concettuali, che rappresentano un qualche tipo di attività o emozione, sono richieste da milioni di clienti in tutto il mondo. Voi, come fotografi, potete quindi caricare le immagini che scattate su portali dedicati e guadagnare per ogni singola vendita della vostra fotografia in base a diversi tipi di licenza, tra cui la più comune è quella royalty-free.

Guadagnare in modo evergreen, cosa significa?


- click per ingrandire -

Immaginate di scattare una foto davvero interessante che rappresenta il concetto di vittoria o di felicità, che, per definizione, è un concetto immutabile nel tempo, il così detto “evergreen”, ossia sempre attuale.

La vostra foto o immagine avrà quindi l’opportunità concreta di essere venduta infinite volte senza dover essere cambiata o modificata. Potrete quindi guadagnare teoricamente a vita, in modo costante, da una singola foto, senza dover muovere un solo dito.

Ora immaginate di acquisire l’abilità di scattare fotografie vincenti e caricare sui portali stock, come Depositphotos  immagini evergreen e venderle nel tempo, giorno dopo giorno…

Beh, come potete immaginare, a questo punto il gioco si fa davvero interessante e il vendere immagini online potrebbe davvero cambiare la vostra vita, sposando la passione per la fotografia con il lavoro.

Differenza tra microstock e macrostock


- click per ingrandire -

Quando ci si affaccia al mondo della fotografia stock si deve sapere che esistono due tipi di approccio: fotografia macrostock e microstock.

Fotografia microstock

Quando si parla di fotografia stock in genere ci si riferisce al microstock, ossia il modo più classico e immediato per vendere fotografie online. Le singole immagini vengono vendute a importi contenuti, che vanno da qualche centesimo di euro a foto fino a qualche decina di euro, utilizzando la licenza royalty-free. In pratica il fotografo riceve una piccola somma di denaro per ogni singolo download.

Fotografia macrostock

Entrare nel mondo macrostock è più complicato. In questo settore si viene pagati in base alla vendita esclusiva di ogni singola foto e i guadagni sono molto più alti. Parliamo di qualche decina di euro come partenza per arrivare a svariate migliaia di euro, a seconda del tipo di utilizzo e della durata della licenza.

Possiamo affermare quindi che la fotografia microstock ci permette di guadagnare ragionando sulla quantità, mentre la fotografia macrostock si basa sul singolo utilizzo esclusivo.

Quali sono i siti per vendere immagini e guadagnare online?


- click per ingrandire -

Ci sono diverse possibilità per vendere le foto online e guadagnare grazie alle proprie immagini. È possibile infatti decidere di pubblicare le foto su siti come:

  • Agenzie stock
  • Social fotografici

Ognuna di queste opzioni offre guadagni interessanti e diverse possibilità di monetizzazione. Andiamo a vedere da vicino quali sono alcuni dei siti per vendere immagini online e iniziare a guadagnare da subito.

Depositphotos

Depositphotos nasce nel lontano 2009 e questo ne fa sicuramente un punto di riferimento per chiunque voglia vendere e comprare immagini stock in sicurezza e serenità. Depositphotos è molto attenta nel fornire ai propri clienti immagini e video di altissima qualità, per cui se state cercando un sito dove vendere foto in modo serio ed affidabile vi consigliamo di visitare la pagina it.depositphotos.com.


- click per ingrandire -

Dalla homepage del sito, basta scrollare fino alla fine della pagina e nel menu inferiore a sinistra selezionare l’opzione “Diventa Autore”. Da qui è possibile registrarsi, caricare le proprie immagini migliori e iniziare a vendere foto online.

500px

Tra i social fotografici, il più affidabile di tutti è di certo 500px. Come ogni piattaforma social, molto si basa sull’attività dell’autore all’interno del network. L’idea è quella di usare 500px come un vero e proprio portfolio fotografico personale e decidere di mettere in vendita alcune delle proprie foto.

Le interazioni sul social e il traffico generato sul portfolio fanno aumentare le possibilità di essere notati dal team che cura le gallery in evidenza e di ottenere una maggiore esposizione nel marketplace di 500px.

Gli apprezzamenti degli altri utenti incrementano la probabilità di vendere le foto pubblicate e talvolta consentono di essere chiamati eventualmente come fotografi per realizzare scatti su commissione.

Cosa serve per vendere le proprie immagini online


- click per ingrandire -

Per vendere le foto online, dovete essere in grado di realizzare fotografie di alta qualità tecnica e visiva. Oltre ad un’attrezzatura fotografica medio alta, è importante avere delle buone conoscenze di composizione fotografica, illuminazione e una dose di gusto estetico non indifferente.

Per iniziare a pubblicare le vostre immagini online, vi dovrete assicurare di rispettare alcune caratteristiche tecniche tra cui:

  1. La risoluzione del file deve essere almeno 3,4 MP (2400 х 1600)
  2. La dimensione del file non deve superare i 50 MB
  3. Il formato del file deve essere JPEG
  4. Se il file contiene una o più persone, ciascuna di esse deve rilasciare una liberatoria
  5. Il file non deve contenere emblemi, loghi, marchi riconoscibili o altre proprietà coperte da diritti

Dal punto di vista dell’attrezzatura, vi consigliamo una fotocamera Reflex o Mirrorless con un corredo lenti in grado di catturare diversi tipi di inquadrature. Se siete appassionati di fotografia notturna, cercate di avere lenti il più possibile luminose, in modo da mantenere alta la qualità della fotografia finale senza dover spingere all’estremo gli ISO, che andrebbero a generare troppo rumore, con il risultato del rifiuto della foto da parte dell’agenzia stock.

Considerazioni finali

Se state cercando un modo per arrotondare part-time o volete lanciarvi in una nuova carriera che vi dia la possibilità di viaggiare in libertà ed essere economicamente indipendenti, vendere le foto online è sicuramente un metodo molto interessante che dovreste prendere in considerazione.

Non vi dovete aspettare guadagni immediati. Questo tipo di attività va visto come un gioco sul medio lungo termine, dove la pazienza e la costanza sono le chiavi decisive per riuscire ad arrivare a guadagnare anche diverse migliaia di euro ogni mese grazie alla vostra meravigliosa passione per la fotografia.

 



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: populus pubblicato il 22 Luglio 2022, 21:29
Dal punto di vista fiscale i guadagni subiscono tassazione?
Commento # 2 di: pace830sky pubblicato il 23 Luglio 2022, 06:14
E' una domanda a trabocchetto? Qualsiasi reddito non tassato è potenzialmente un indice di riciclaggio ( / autoriciclaggio) va da sé che l' italiano medio per cifre piccole se la cava con la deprecabile pratica dell' evasione fiscale fidando che per 1.000 euro nessuno lo metterà mai sotto inchiesta ma se gli euro fossero 10.000 o peggio 50.000 le cose si complicano parecchio oltretutto sarebbe un reddito maturato all' estero per una libera professione (fotografo) soggetta ad IVA...

===

Credo che la fattispecie sia quella che nella pagina sotto linkata è descritta come (mia la sottolineatura): il commercio elettronico diretto: cessione elettronica di beni virtuali o di servizi come siti web, file, software, [I][U]immagini[/U][/I], testi, corsi di formazione informazioni, accesso a banche dati e così via. Ai fini IVA tali operazioni costituiscono prestazioni di servizi; ...

https://blog.hostinato.it/ecommerce...-paesi-extra-ue

p.s. ai fini dell' obbligo di apertura di partita IVA dovrebbe valere la distinzione tra attività occasionali e non; presumo che se tutta l'attività in campo fotografico si riduce al proporre le proprie foto su queste piattaforme non ci siano problemi a dimostrare l'occasionalità.
Commento # 3 di: populus pubblicato il 23 Luglio 2022, 13:11
@pace830sky
No, semplice domanda, sorta proprio in quanto molti siti a cui rivolgersi sono fuori dall'Italia ( intesa come amministazione fiscale) e quindi è sempre meglio informare nel dettaglio ( anche fiscale) chi è intenzionato a fare business con le proprie foto; a onor di completezza secondo me nell'articolo si doveva almeno accennare ( con spunti di approfondimento) la cosa.
Commento # 4 di: pace830sky pubblicato il 23 Luglio 2022, 17:05
A mio avviso il sottotesto implicito nell' ignorare l' aspetto fiscale nel redazionale (termine che richiama alla mente contenuti sponsorizzati) sia che nonostante si faccia balenare la prospettiva di un arrotondamento del reddito le cifre in gioco siano tali da potersi imbarcare nell' impresa ignorando l'aspetto fiscale senza perdere il sonno né dal punto di vista etico (=esser diventato evasore" né come timore di accertamenti.

Diciamo che se mandando a questi signori qualche decina di mie foto (parlo in astratto, non faccio più foto estetizzanti dai tempi delle pellicole) riuscissi a pagarmi una pizza per due una o due volte l'anno mi riterrei fortunato e mi farebbe senz' altro piacere ma non mi aspetterei di più.