Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Misure OLED Panasonic LZ2000, 1500 e 980

Anteprima di Emidio Frattaroli , pubblicato il 08 Luglio 2022 nel canale 4K

“Ieri mattina, a Milano, abbiamo assistito alla presentazione dei nuovi TV Panasonic della stagione 2022-2023 che arriveranno nei punti vendita il prossimo settembre: per tutti c'è l'adozione dei nuovi pannelli OLED EX ad alta efficienza, livelli di luminanza elevati, 100% di copertura dello spazio colore DCI-P3 e tante altre novità.”


- click per ingrandire -

Ieri mattina, a Milano, abbiamo assistito alla presentazione dei nuovi TV Panasonic della stagione 2022-2023 che arriveranno nei punti vendita il prossimo settembre. Oltre alle tante interessanti informazioni, presentate in maniera impeccabile dal Marketing Specialist Aster Mollica, ho avuto la possibilità di effettuare misure preliminari su ben ben quattro campioni di 'pre-produzione' delle nuove serie LZ2000, LZ1500 e della nuova 'entry' LZ980, condivise con Roberto Colombo di Hardware Upgrade.


Aster Mollica, Panasonic Italia, descrive i nuovi pannelli delle quattro nuove serie OLED

L'attesa per queste nuove serie era molto alta per vari motivi, ad iniziare dall'adozione dei nuovi pannello OLED EX, più efficienti (con deuterio) e prodotti da LG Display, su tutte e quattro le nuove serie, quindi anche per le due serie 'entry level' LZ1000 ed LZ980, anche per il modello con diagonale da 42" presente all'evento (abbiamo misurato anche questo esemplare).


- click per ingrandire -
livelli di luminanza fino a 1.100 NIT e oltre già con la serie LZ1500

L'altra notizia, già anticipata a maggio in occasione dell'annuncio, è l'utilizzo di un dissipatore su tutti i modelli (tranne quelli con taglio da 42") che cambia a seconda delle serie: più pesante ed efficiente per le serie LZ1500 ed LZ2000, più leggero ma presente anche nelle serie LZ1000 ed LZ980, con picchi di luminanza dichiarati rispettivamente di 1.000 NIT per le serie LZ2000 ed LZ1500, 900 NIT per la serie LZ1000 e 800 NIT per la serie LZ980. 


- click per ingrandire -

In realtà ci aspettiamo livelli di luminanza più contenuti sui modelli con diagonale da 48" e 42", soprattutto per le dimensioni dei pixel in relazione alla superficie del pannello che potrebbe rendere difficile anche arrivare a 600 NIT, soprattutto per il modello con diagonale da 42". Con la serie LZ torna anche la diagonale da 77", sempre più richiesta dal mercato anche se solo nella linea al top della gamma.


- click per ingrandire -

Il sistema operativo non cambia ma può contare oggi su tutte le principali applicazioni di streaming, Disney+ e Apple TV+ comprese, oltre a funzioni decisamente esclusive rispetto agli altri sistemi operativi come Android, Tizen e WebOS; parleremo delle funzioni esclusive in un prossimo approfondimento. Su questo aspetto Panasonic è stata molto esplicita: preferiscono continuare ad ottimizzare e aggiornare l'attuale sistema, l'unico che permette loro di non scendere a compromessi sulla qualità audio e video.


- click per ingrandire -

Del resto, l'accesso alle funzioni vocali di Google e Amazon è garantito nativamente, ci sono quasi tutte le applicazioni per lo streaming di qualità e la rapidità di accesso ai menu e alle varie applicazioni è tra le migliori che abbiamo potuto provare, senza rallentamenti, lag o altri problemi.


- click per ingrandire -

Oltre alle funzioni e alle caratteristiche già annunciate e di cui vi ha già parlato Riccardo Riondino in questo articolo, vi segnaliamo anche la compatibilità con contenuti Dolby Vision IQ e HDR10+ Adaptive, grazie al sensore di illuminanza integrato nel telaio che è in grado di utilizzare anche le informazioni sul colore dell'illuminamento ambientale in modo da adattare anche il bilanciamento del bianco.

Quest'anno Panasonic ha curato in modo particolare la qualità della riproduzione audio. Per le serie LZ980, LZ1000 ed LZ1500, gli altoparlanti principali montati sul bordo inferiore, che guardano in basso (chiamati 'down firing'), ora sono in un box separato con accordo reflex che permette di aggiungere ancora più energia e riddure le distorsioni in uno spettro di frequenze 'chiave', anche per la ripduzione delle voci.

 
- click per ingrandire -
L'array di altoparlanti con tecnologia 'beamforming' per direzionare i fasci sonori

Per la serie LZ2000 c'è un array di altoparlanti a banda intera in linea (14 per il 55", 16 per il 65" e 18 per il 77"): grazie alla tecnologia 'beamforming', i gruppi di altoparlanti possono indirizzare le onde sonore in maniera estremamente precisa. Questa tecnica può essere usata in due modi: in quello classico, sfruttando le riflessioni dell'ambiente per far suonare (letteralmente) le pareti e simulare un sistema con casse discrete con risultati sorprendenti, in maniera simile a quanto fatto da Yamaha con le soundbar di fascia più alta.


- click per ingrandire -

In più Panasonic ha arricchito il sistema audio degli LZ2000 con altre possibilità estremamente interessanti, anche per l'ascolto di tracce audio 'normali'; è possibile ad esempio personalizzare il volume d'ascolto di due differenti zone o concentrare la gran parte di tutta l' energia in una sola posizione. Abbiamo potuto ascoltare alcune delle funzioni di 'beam-forming' e il risultato è sorprendente e senza troppi compromessi sulla qualità timbrica. Passiamo ora alle verifiche preliminari della qualità d'immagine. 


- click per ingrandire -
Il Delta E 2000 medio dei colori del 55 LZ1500 con intensità luminosa al 50% vale 1,05
Le misure vengono effettuate con il software Calman 2021 Ultimate

Il test approfondito di un TV con tecnologia OLED è piuttosto complesso e comporta parecchie ore per le misure, sopratutto per evitare artefatti causati da caratteristiche insite della tecnologia, come una certa instabilità nella 'tenuta' dei valori di luminanza e l'effetto di ritenzione a breve termine che porta una leggera ma visibile 'salita' dei valori di luminanza nei primi gradini della scala dei grigi. Le misure che ho pubblicato sono state effettuate con il software Calman 2021 nella versione Ultimate, con generatore Video Forge Pro, colorimetro e un paio di spettrometri.


- click per ingrandire -
Potenza da vendere già a partire dalla serie LZ1500
Le misure vengono effettuate con il software Calman 2021 Ultimate

Nelle due ore e mezza che abbiamo avuto a disposizione, siamo riusciti a misurare ben tre modelli, ovviamente soltanto in alcuni aspetti chiave e - soprattutto - praticamente solo con segnali HDR10. Abbiamo verificato i valori di luminanza massima, stabilità massima e precisione nella riproduzione dei colori, selezionando le impostazioni predefinite 'Professionale 1', verificando la disattivazione della modalità 'ECO' e del sensore di illuminanza.


- click per ingrandire -
La stabilità è molto buona: LZ1500 ed LZ2000 'tengono' fino a quasi 2 minuti
Le misure vengono effettuate con il software Calman 2021 Ultimate

I due TV da 55" serie LZ1500 ed LZ2000 hanno ampiamente superato le 1.000 candele su metro quadrato con bianco 'calibrato', ovvero estremamente vicino al riferimento. In particolare il modello LZ1500 è arrivato a superare di misura i 1.100 NIT mentre il modello LZ2000 ha sfiorato i 1.150 NIT, entrambi con una notevole stabilità dei livelli di luminanza in funzione del tempo: la protezione arriva quasi due minuti dopo l'inizio del test.


- click per ingrandire -
Scala dei grigi in HDR10 in 'Professionale 1' con clipping perfetto a 1000 NIT 
Le misure vengono effettuate con il software Calman 2021 Ultimate

Le prestazioni di fabbrica scegliendo le impostazioni predefinite 'Professionale 1' oppure 'Professionale 2' sono quasi commoventi. Vi anticipiamo soltanto le misure della scala dei grigi del modello LZ1500 con diagonale da 55" con sensore di illuminanza disattivato (attivato modifica leggermente la 'curva' EOTF in modo da portare un po' più in evidenza i segnali a più bassa luminanza per renderli visibili).


- click per ingrandire -
Spettro di emissione del 'verde' del nuovo 55 LZ1500

La verifica del nuovo pannello OLED EX con un'efficienza superiore e con copertura del 100% dello spazio colore DCI-P3 è stata fatta con uno dei nostri spettrometri ad alta risoluzione. In questo caso, in nuovo pannello 'EX ha uno spettro caratteristico della componente verde, leggermente più 'frastagliato' rispetto ai pannelli OLED della generazione precedente e con coordinate cromatiche praticamente centrate sul riferimento DCI-P3.


- click per ingrandire -
Copertura del gamut DCI-P3 del modello 55 LZ1500
Le misure vengono effettuate con il software Calman 2021 Ultimate

In tutti i TV che adottano questo nuovo pannello, il triangolo di gamut raggiunge, come minimo, il 99,5% del riferimento DCI-P3 nel 55 LZ1500 che abbiamo misurato. In alcuni modelli, come il nuovo LZ2000 da 55" si arriva al 99,8% del DCI-P3, seppur con gli ovvi compromessi sul volume colore complessivo che tiene conto della massima luminanza dei colori più saturi. In sostanza, tutti i TV Panasonic OLED serie LZ montano i pannelli OLED EX e raggiungono il 100% del DCI-P3, tranne il modello da 42" LZ980 in cui abbiamo misurato il 98,5%.


- click per ingrandire -
Uniformità eccellente già per il modello 55 LZ980 con 'grigio' SDR al 15%

Pur nei limiti dell'illuminamento ambientale delle sale nella sede Panasonic, abbiamo verificato anche l'uniformità dei pannelli ai bassi livelli di luminanza: tutti assolutamente perfetti. Da questo punto di vista, rimane l'impegno di Panasonic nella selezione della qualità dei pannelli anche e soprattutto per quanto riguarda l'uniformità e che approfondiremo appena avremo a disposizione un primo campione in laboratorio - a quanto pare - molto presto.

Per maggiori informazioni: panasonic.com/it/consumer/televisori/tv-oled-4k-ultra-hd.html

 

 

Articoli correlati

La tecnologia OLED evo dei TV LG

La tecnologia OLED evo dei TV LG

In collaborazione con LG: la tecnologia OLED evo di LG Electronics segna un ulteriore primato nella qualità della riproduzione delle immagini e dell'audio nei televisori, sempre più vicini a monitor di riferimento: questo è possibile grazie ai tre elementi che la compongono e che oggi sono utilizzati in ben due serie
Spazio colore e percezione cromatica

Spazio colore e percezione cromatica

Questa breve guida sulla percezione del colore è fondamentale per comprendere le 'misure' che pubblichiamo su AV Magazine nell'analisi dei display e proiettori con strumentazione ad altissima precisione, particolare che ci distingue nel panorama editoriale, anche a livello internazionale.



Commenti (18)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Franco Rossi pubblicato il 09 Luglio 2022, 16:37
Come sempre gli Oled Panasonic sfiorano il riferimento già out of box. Apprezzo la scelta di Panasonic di mantenere il loro software snello e veloce che predilige le prestazioni video a scapito di inutili gadget che a molti piacciono. È una scelta coraggiosa che dovrebbe essere premiata da chi davvero apprezza la qualità visiva. Inoltre i TV Panasonic sono tra i pochissimi ad avere ancora la funzione PVR ed una presa cuffie con volume separato dalle casse, funzioni secondo me molto più utili di qualsiasi app. Aspetto la rivelazione delle funzioni esclusive citate nell'articolo.
Commento # 2 di: bradipolpo pubblicato il 10 Luglio 2022, 09:39
Bello vedere che, nell'epoca in cui i TV sono dei grossi smartphone da decine di pollici, e valgono solo quanto le app che ci sono installate, c'è ancora qualcuno che invece mira alla massima qualità. Ora, l'anno prossimo, mettete il 3D sugli OLED, e sarà il momento che manderò in pensione il mio plasma VT60
Commento # 3 di: lurker pubblicato il 10 Luglio 2022, 14:26
Solo da poco si sente parlare di settembre.
Come già commentato sul canale YouTube, aspettare nove mesi tra i primi annunci e la presunta disponibilità nei negozi mi sembra un po' tanto, non è che la concorrenza stia ferma nel frattempo.
I canali ufficiali Panasonic, anche social, di fronte a ripetute richieste non sono stati d'aiuto. Per dirla tutta, non si sono mai degnati di un cenno. Che senso ha tenere in vita account su Twitter o altro se poi non si interagisce per niente con gli utenti.
Io sono legato e affezionato al brand per cui finora ho aspettato con pazienza.
Un altro appena indeciso o comunque con più fretta (vedi TV guasto per dire) di fronte a questa carenza di informazioni sicuramente si rivolge altrove.
Commento # 4 di: Franco Rossi pubblicato il 10 Luglio 2022, 15:38
Le serie Oled Panasonic sono sempre uscite dopo l'estate, non vedo differenza rispetto allo scorso anno.
Commento # 5 di: bradipolpo pubblicato il 10 Luglio 2022, 16:23
Esatto, non è cambiato nulla.
Al netto delle considerazioni sull'account twitter, che condivido in pieno
Commento # 6 di: lurker pubblicato il 10 Luglio 2022, 19:14
Ribadisco il post togliendo la prima riga.
Chi non segue per passione o altro forum e testate specializzate, nel momento in cui si ritrova a guardarsi in giro nell'eventualità di cambiare TV (sì, ci sono quelli che lo fanno ogni 10/12 anni minimo) e cerca Panasonic, a gennaio vede teaser di modelli 2022 e dopo 9 mesi forse potrà acquistarne uno. Considerando che non vorrà cambiarlo per almeno altri 10 anni, sì, cercherà di acquistare il modello più recente.
Alla parte marketing/relazioni con il pubblico non interessa, si vede che vogliono mantenere lo status di prodotto di nicchia.
Senza aggiungere eventualmente quel paio di mesi necessari per veder circolare i primi schermi nel mondo reale e venire a conoscenza di eventuali magagne non rilevate in precedenza.
Spero che il mio P50VT30E superi l'estate
Commento # 7 di: Franco Rossi pubblicato il 11 Luglio 2022, 01:04
Continuo a non capire il senso del tuo discorso sinceramente, Panasonic ha sempre fatto uscire i modelli nuovi di TV Oled dopo l'estate, non è che devono uscire per forza a gennaio, anche altri marchi fanno uscire i loro modelli annuali non a gennaio, ad esempio Sony sta appena distribuendo la serie 2022 e nemmeno tutti i modelli, Samsung ha iniziato a distribuire da 1 mese la gamma 2022. Non mi risulta che nessun marchio distribuisce la nuova serie a gennaio. Ognuno sceglie il proprio mese e dopo 12 mesi da quell'uscita fa uscire la serie successiva. Non è che se il TV esce a settembre a gennaio 2023 ha un anno, ha solo 4 mesi.
Commento # 8 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 11 Luglio 2022, 10:48
Originariamente inviato da: lurker;5207180
... Senza aggiungere eventualmente quel paio di mesi necessari per veder circolare i primi schermi nel mondo reale e venire a conoscenza di eventuali magagne non rilevate in precedenza.....[CUT]
Come ho già risposto anche nei commenti sul 'tubo', Panasonic è sempre arrivata più tardi rispetto a quasi tutti gli altri integratori che producono TV con tecnologia OLED e l'attuale congiuntura 'economico-politico-sanitaria', unita alla volontà di spostare la produzione in Polonia, hanno evidentemente fatto il resto.

Per chi non può aspettare, c'è pur sempre il JZ1500, con prestazioni non distanti dal nuovo LZ1000 e ancora disponibile qui in Italia e ad un prezzo super.

Emidio
Commento # 9 di: Anger.Miki pubblicato il 11 Luglio 2022, 11:47
Se solo ci fosse la possibilità di calibrazione della LUT. Anche perché, incredibilmente, Panasonic fu la prima, a livello consumer, ad avere questa funzione sul modello EZ1000.
Commento # 10 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 11 Luglio 2022, 18:18
Ogni anno siamo in molti a chiedere la stessa cosa a Panasonic, sottolineando che nei TV di LG è possibile da anni caricare una 3D LUT. Sono già d'accordo con Aster Mollica per inviargli una email 'ufficiale' sulla richiesta di questa 'feature'. Se non dovesse bastare, potremmo pensare ad una petizione...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »