Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

EIZO CG3145: il riferimento

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 17 Gennaio 2019 nel canale 4K

“La doppia modulazione con la tecnologia LCD offre vantaggi tangibili rispetto alla tecnologia AMOLED e sarà probabilmente il futuro della riproduzione delle immagini su display di piccole e medie dimensioni; l'EIZO CG3145 è un esempio concreto e anche un riferimento assoluto”

Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

Il Prominence CG3145 di EIZO è un monitor di riferimento per correzione colore che "rincorro" da più di un anno. Annunciato nel corso del 2017 (ne abbiamo parlato qui), ne ho potuto ammirare le qualità nell'edizione 2017 dell'IBC ad Amsterdam, in comparativa con il Sony OLED BVM-X300, descrivendone le qualità in questo articolo. Lo scorso dicembre ho avuto a disposizione un CG3145 per un paio d'ore, tempo che ho sfruttato fino all'ultimo secondo per un'analisi abbastanza approfondita. La straordinaria occasione è arrivata grazie grazie alla disponibilità della società romana DBW Communication, che si occupa di servizi innovativi per il cinema e la televisione (tra cui 4K, HDR, HFR e VR 360) e che annovera tra i suoi clienti il Centro Televisivo Vaticano, RAI, Mediaset, Sky Italia, Fox, La7, Eutelsat, Infront, Canal+ e molti altri.


- click per ingrandire -

Il Prominence CG3145 si basa su un doppio pannello con tecnologia LCD IPS che permette una doppia modulazione della luce generata dall'unità di retroilluminazione. Il primo pannello LCD si occupa di modulare soltanto l'intensità luminosa mentre il secondo è un pannello "tradizionale", dotato anche di filtri colore per i sub-pixel delle tre componenti cromatiche. In linea di principio, visto che il rapporto di contrasto nativo di un pannello IPS è non meno di 1.000:1, mettendo in serie due pannelli IPS (1.000 x 1.000) si arriverebbe ad un rapporto di contrasto nativo di ben 1.000.000:1 (un milione).


- click per ingrandire -

Abbiamo parlato di questa tecnologia nel corso del 2016 in questo articolo. Un display del genere ha una dinamica superiore a quella di un display OLED, un numero di sfumature superiore (11 bit per componente, 10 per ogni pannello), zero ABL, zero "effetto memoria" e problemi trascurabili di "burn-in". L'unico aspetto negativo riguarda l'efficienza luminosa dell'intero sistema che diventa purtroppo molto bassa, con la necessità di utilizzare potentissime unità di retro-illuminazione, dotate di sofisticati e costosi sistemi di raffreddamento.

La conseguenze dirette sono due, ovvero uno spessore abbastanza generoso ed un consumo che può arrivare fino a 2.000 watt per metro quadrato per 1.000 NIT effettivi sull'intera area del pannello (es. TV con diagonale da 65").  Il "nostro" EIZO ha infatti uno spessore di quasi 14 centimetri e un consumo massimo di ben 472 watt, a fronte di una superficie di 0,26 metri quadrati, caratteristiche che - ovviamente - non sono un problema in uno studio di correzione colore. 


- click per ingrandire -

La risoluzione nativa del display è di 4096x2160 pixel, con rapporto d'aspetto di 1,89:1, copertura del 99% del gamut colore DCI-P3 e del 98% di quello Adobe RGB. La luminanza massima è di 1.000 NIT mentre il rapporto di contrasto nativo è di 1.000.000:1. Gli ingressi sono quattro, due HDMI con HDCP 2.2 che accettano segnali fino a risoluzione UHD 4K 60p 4:2:2 e due DisplayPort che invece arrivano fino al 4K 60p 4:4:4. Il display non è compatibile con segnali HFR. Tra le funzioni più utili, segnaliamo la funzione "zoom" per ingrandire a tutto schermo una porzione dell'immagine, la possibilità di caricare 3D LUT personalizzate e le funzioni di "Luminance Warning" e "Gamut Warning" per mostrare quali zone dell'immagine vanno oltre le specifiche di lumnanza e gamut che sono state selezionate.

Caratteristiche dichiarate

modello: EIZO Prominence CG3145
diagonale effettiva: 31,1";
risoluzione nativa: 4096x2160;
rapporto d'aspetto: 17:9 (1,89:1);
tecnologia: dual LCD IPS;
BIT (LUT) nativi: 10 (24);
luminanza max: 1.000 NIT
rapporto di contrasto: 1.000.000:1
copertura gamut: 99% DCI-P3 (98% AdobeRGB)
compatibilità gamut: AdobeRGB (>98%), DCI P3 (>99%), sRGB (100%), ISO Coated V2 (99%), Rec709 (100 %), EBU (100 %), SMPTE-C (100 %)
compatibilità EOTF: gamma 2.2; PQ 1000 NIT; PQ 2000 NIT; PQ 4000 NIT; PQ 10000 NIT; HLG;
compatibilità frame rate: 50i, 60i, 24p, 25p, 30p, 50p, 60p;
ingressi video: 2x DisplayPort (HDCP 1.3), 2x HDMI (Deep Color, HDCP 2.2/1.4);
automazione: USB hub (1 Up-/ 3 Down-Stream, Rev. 3.0);
calibrazione: ColorNavigator NX (link);
dimensioni: 757 x 488 x 236,5 mm;
peso: 25,8 kg;
consumo (max): 267W (472W);
linkwww.eizo.it/coloredge/cg3145/