Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray in rapida ascesa in Giappone

di sabatino pizzano, pubblicata il 24 Luglio 2008, all 16:54 nel canale HT

“Continua l'impennata delle vendita di player e Blu-ray Recorder (con e senza HDD) in Giappone, con il totale del venduto che supera quota 122 mila pezzi nel solo mese di giugno”

Molto spesso abbiamo modo di riportare l'andamento della vendita di hardware e software Blu-ray negli Stati Uniti, il mercato più rappresentativo a livello mondiale sopratutto per il suo stadio tecnologico avanzato unito ad un ampio bacino d'utenza. Sebbene il mercato giapponese non possa fare affidamento sui numeri di quello americano, ciò non toglie che lo stesso possa fornire importanti indicazioni sul grado di "ricettività" del formato di Sony.

E' di un paio di giorni fa la pubblicazione da parte del Japan Electronics and Information Technology Industries Association (JEITA) dei dati di vendita inerenti lettori e Blu-ray Recorder (con e senza Hard Disc) durante lo scorso mese di giugno in Giappone. Per la prima volta da quando il formato "blu" è arrivato sul mercato nipponico, la vendita mensile di tali hardware ha superato le 6 cifre, toccando il suo apice proprio durante lo scorso mese con circa 122 mila unità vendute. Il precedente "record" apparteneva al mese di maggio con circa 82 mila pezzi e le circa 35 mila unità di inizio anno.

Ma le buone notizie non terminato qui per Sony e gli altri consorziati. Secondo quanto emerso dalla stessa ricerca, le vendite mensili sono destinate ad aumentare sensibilmente durante il mese di luglio e di agosto, sia grazie all'introduzione di una nuova tecnica di masterizzazione denominata "Dubbing 10" per i Blu-ray Recorder, che consente di riversare per un massimo di 10 volte su supporto quanto registrato direttamente dalla trasmissione televisiva, sia per le prossime olimpiadi di Pechino in HD, che non faranno altro che accrescere il desiderio di registrare quanto mostrato in TV.

Fonte: PC World



Commenti