Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

OSRAM Led visore VR con eye tracking

di Franco Baiocchi, pubblicata il 22 Novembre 2017, alle 16:42 nel canale AVPRO

“La startup giapponese FOVE lancia un visore per la realtà virtuale che integra l’eye tracking come nuovo sistema di interazione. Inoltre grazie ad ulteriori sensori a infrarossi è possibile tracciare la posizione e i movimenti dell’utente e integrarli nelle azioni VR”

La startup giapponese FOVE sta collaborando con OSRAM Opto Semiconductors per realizzare un visore VR con funzionalità di eye tracking. I ChipLED di OSRAM Opto Semiconductors forniscono l’illuminazione a infrarossi necessaria a tracciare la direzione dello sguardo e il movimento degli occhi dell’utente;  ulteriori sensori tracciano gli utenti, integrandone la posizione e i movimenti nella realtà virtuale.

L’eye tracking inaugura un sistema di interazione con la realtà virtuale, grazie al quale è sufficiente guardare un oggetto per selezionarlo o spostarlo. L’utente può stabilire un contatto visivo con personaggi virtuali o svolgere delle azioni semplicemente concentrando lo sguardo in un determinato punto. L’eye-tracking, inoltre, permette di utilizzare una tecnica di rendering grafico detta “foveated rendering”, che richiede un carico di lavoro minore per computer e schede grafiche. In base al punto di osservazione dell’utente, i sistemi VR sono in grado di mostrare in alta risoluzione solo gli oggetti che rientrano nel campo visivo, usando una risoluzione più bassa nelle zone periferiche.

“Abbiamo scelto i LED IR di OSRAM perché sono prodotti di alta qualità che soddisfano tutte le nostre specifiche. La nostra scelta è dipesa quasi interamente dal fatto che solo una quantità di luce minima si trova al di fuori dello spettro di emissione centrale, il che comporta una dispersione ridotta e, di conseguenza, la razionalizzazione della progettazione dei filtri ottici e la massimizzazione delle prestazioni dei sensori”, afferma Lochlainn Wilson di FOVE.

I sistemi di eye tracking illuminano gli occhi degli utenti con luce a infrarossi, registrano i riflessi con un sensore sensibile alle emissioni IR e usano algoritmi speciali per stabilire la direzione dello sguardo e il movimento degli occhi. Per attivare la funzione nel visore, attorno alle due lenti sono montati diversi LED infrarossi. FOVE utilizza i ChipLED SFH 4053 di OSRAM Opto Semiconductors, che misurano solo 0,5 mm x 1,0 mm x 0,45 mm. La lunghezza d’onda di 850 nm corrisponde alla sensibilità spettrale del sensore, e l’angolo di emissione di +- 70° garantisce un’illuminazione uniforme degli occhi.

“Attraverso la collaborazione con FOVE, siamo i primi ad offrire una soluzione di eye tracking per visore VR”, dichiara Hiroshi Okuma, Marketing Manager ELS (Emitter, Laser, Sensors) di OSRAM Opto Semiconductors. “Grazie all’efficienza elevata e al package compatto, i ChipLED SFH 4053 sono l’ideale per questa applicazione.”

FOVE usa i sensori a infrarossi anche per tracciare la posizione e i movimenti dell’utente e integrarli nelle azioni VR. Intorno al visore sono montati diversi TOPLED OSRAM SFH 4253, che creano un pattern di punti luce infrarossi che viene registrato e tracciato da una telecamera per stabilire i movimenti dell’utente. A 850 nm, la lunghezza d’onda dei ChipLED SFH 4253 corrisponde alla sensibilità spettrale del sensore. Inoltre, le caratteristiche di radiazione e la geometria del package dell’emettitore soddisfano i requisiti dell’applicazione.

Per maggiori info:  www.osram.it

 



Commenti