Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovo Sky Box HD Thomson

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 14 Marzo 2006 nel canale HT

“AV Magazine mostra le prime immagini del decoder Thomson che si aggiunge a Pace ed Amstrad per la fornitura dei decoder Sky Box HD per la ricezione dei nuovi canali ad alta definizione che saranno lanciati nel corso delle prossime settimane”

Le immagini del nuovo decoder Thomson

L'arrivo di Thomson tra i fornitori dello Sky Box HD, almeno per il mercato inglese, rilancia una volta per tutte la speranza che almeno qualche fortunato cliente italiano verrà sicuramente soddisfatto. Il numero globale di decoder a disposizione di Sky dovrebbe quindi aumentare e di conseguenza ci sarebbero margini più ampi per soddisfare la domanda anche in Italia.

Il nuovo decoder Sky Box HD di Thomson dovrebbe ricalcare buona parte delle soluzioni hardware di un prototipo presentato in questi giorni al CeBIT di Hannover e in grado di ricevere segnali in alta definizione anche su IPTV, oltre che su digitale terrestre e satellite.

Il box che sarà fornito a Sky UK, di cui vediamo un'immagine del pannello anteriore più in alto, contiene novità estremamente interessanti. Sulla destra possiamo osservare alcuni LED che indicano le principali modalità operative (standby, online, etc.) e lo slot per la carta. Fin qui nulla di particolare.

Sulla sinistra invece sono disposti i tasti che ricordano più quelli di un videoregistratore. Play, stop, pausa, avanti e indietro veloce sono disposti attorno ad un inequivocabile tasto "record". All'interno del decoder Thomson ci sarà infatti un disco rigido da ben 300 GB di cui poco più della metà a disposizione dell'utente finale e il resto per utilizzi futuri.

La porzione dedicata ad utilizzi futuri, verrà probabilmente impiegata per nuovi ed evoluti servizi in Pay Per View in forma di definizione in questi giorni e i contenuti saranno recapitati direttamente sul disco rigido dell'abbonato. Lo stesso concetto di Pay per View è già presente anche nel nuovo decoder My Sky e verrà attivato a breve anche per i servizi a definizione standard.