Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Audiario 2013: il reportage

di Marco Cicogna , Emidio Frattaroli , pubblicato il 30 Settembre 2013 nel canale DIFFUSORI

“Il 14 e 15 settembre, presso l'hotel H2C di Assago Milanofiori, si è tenuta la prima edizione dell'Audiario: una manifestazione dedicata alla Musica, alla Musica in Video ed alla loro riproduzione alla massima qualità”

Studio Majandi

La saletta di Studio Majandi è stata la più interessante per un'anteprima a dir poco sconvolgente: un diffusore "bookshelf" con stand integrato e volume interno di appena 17 litri e risposta in frequenza compresa tra 22 kHz 40 Hz entro 2 dB! Miracoli dell'Acrive Reflex, del Servo Loader e della quadri-amplificazione attiva che mi hanno fatto sobbalzare sulla sedia non solo per l'estensione e il controllo straordinario della gamma bassissima (meglio di un diffusore da pavimento di fascia ultra-elevata) ma anche per la scena, profonda e precisa.

Il materiale utilizzato è l'alluminio pieno, anche per gli stand che in realtà sono un tutt'uno con il diffusore. Gli stand provvedono anche al disaccoppiamento con il pavimento. Il diffusore vero e proprio, che misura 35x35x48cm, ha una costruzione molto particolare, con il midrange sul lato anteriore che reca anche un tweeter a compressione in posizione centrale, costituendo di fatto un vero e proprio altoparlante coassiale.


A sinistra il pannello anteriore, con il coassiale in primo piano; a destra quello posteriore

Qualche centimetro più in profondità, subito dietro al midrange, c'è il primo woofer a lunga corsa, con diametro di 12". L'altro woofer, perfettamente identico, è montato sul pannello posteriore. Entrambi i woofer lavorano in un volume di appena 17 litri. Il "carico" Active Reflex, la calibrazione della risposta in frequenza e la generosa potenza della sezione di amplificazione, fanno il resto.


Le elettroniche utilizzate per pilotare i due prototipi di Studia Majandi

Tweeter, midrange e il woofer anteriore, perfettamente allineati nel tempo, costituiscono di fatto un unico altoparlante coassiale. In particolare il woofer emette attraverso i quattro spazi che si aprono in corrispondenza dei quattro angoli del pannello anteriore. La sezione di amplificazione è altrettanto interessante, con elettroniche EAM Lab: due ampli HA600 per le basse e due HA300 per i medi e gli alti. Completano l'impianto l'unità media player Bit4Sound e convertitore North Star USB DAC 32.

Per maggiori informazioni: www.studiomajandi.it

Segue : HiFi Direct Pagina successiva