Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Hisense: gamma TV europea con OLED e miniLED

di Riccardo Riondino, pubblicata il 08 Giugno 2021, alle 16:46 nel canale DISPLAY

La casa cinese ha annunciato la nuova gamma TV per l'Europa, basata sulla nuova piattaforma VIDAA U5 con AI PQ e interamente compatibile Dolby Vision/Dolby Atmos, con al vertice il suo primo LCD miniLED e la nuova serie OLED A9G

75U9GQ
- click per ingrandire -

Hisense Europe ha presentato la nuova gamma di televisori, guidata come preannunciato da delle serie LCD miniLED e OLED. Per stessa ammissione della compagnia, il 2021 è un anno particolarmente importante per Hisense, che lancerà oltre venti modelli e sponsorizza Euro 2020, torneo che inizierà l'11 giugno 2021 dopo il posticipo causa COVID. Il gradino più alto è occupato dal televisore 75U9GQ, il primo LCD Hisense con miniLED, assieme alla serie A9G, che rappresenta il ritorno della casa alla tecnologia OLED dopo il suo apparente abbandono in favore dei Dual Cell. Il 75U9GQ impiega una BLU con 10.000 miniLED, per una luminosità che raggiunge un picco di 3000 cd/m2.


- click per ingrandire -

La retro-illuminazione Full Array Local Dimming Pro dispone di 1280 zone di controllo e filtro Quantum Dot per espandere la gamma di colori. La serie OLED A9G sarà disponibile nelle versioni da 55" e 65", dotati di un sofisticato algoritmo di prevenzione del burn-in. La casa dichiara un picco di luminosità di 1000 NIT, senza specificare se siano o meno usati i nuovi pannelli in dotazione agli LG OLED Evo. Al livello appena inferiore si trovano gli ULED 4K U8GQ (LCD+Quantum Dot) da 55 e 65 pollici, che avvicendano i precedenti U8QF, mentre il modello U7QF dell'anno scorso conserva il suo posto anche nel 2021.

U8GQ
- click per ingrandire -

Come l'U9GQ, la retroilluminazione è di tipo FALD, ma con sistema Full Array Local Dimming invece della versione "Pro", mentre la luminosità raggiunge un picco di 1000 NIT. Entrambi sono dotati di pannelli 4K Ultra motion 120Hz e tecnologia Ultra Viewing Angle per ampliare l'angolo di visualizzazione. Tutte e tre le serie supportano i formati HDR Dolby Vision, HDR10+, HDR10 e HLG, nonché il Dolby Vision IQ, che regola dinamicamente la luminosità delle immagini adattandosi alla luce in ambiente. Lo stesso vale per la compatibilità Dolby Atmos e la certificazione IMAX Enhanced. La serie U9GQ integra un sistema 3.1.2, mentre per le altre due la configurazione è 2.1.2. Sono previsti infine degli ingressi HDMI 2.1 con supporto HFR 4K/120 in Game Mode.

L'entry level 4K A7300F viene sostituito dalla serie A6G, disponibile nei tagli da 43", 50", 55", 58", 65" e 75", mentre quelli da 40" e 32". Pensata per l'uso in cucine e stanze da letto, la serie A4G è invece in formato HD, ma rimane compatibile HDR e supporta il DTS Virtual:X. La serie A7100F dell'anno scorso rimane in catalogo anche nel 2021.


- click per ingrandire -

L'intera gamma 4K, dal 75U9GQ fino all'A6G, condivide una serie di caratteristiche, partendo dal supporto Dolby Vision/Dolby Atmos e la tecnologia AI Picture Optimization (AI PQ), che identifica automaticamente i contenuti di ogni fotogramma, dai volti al cibo, dai paesaggi all'architettura, ottimizzando i parametri secondo un database di immagini basato sul cloud. Per i giocatori sono a disposizione le funzioni HDMI 2.1 ALLM (Auto Low Latency Mode) e VRR (Variable Refresh Rate), mentre il Game Mode Pro dell'U9GQ disattiva il sistema MEMC (Motion Estimation Motion Compensation) e altre elaborazioni per ridurre la sfocatura e gli aloni di luce.


- click per ingrandire -

Lo stesso vale per l'accesso a servizi come Netflix, Amazon Prime Video e YouTube fornito dal sistema operativo VIDAA U5, che offre anche i comandi vocali di Alexa e Google Assistant integrati. La gamma di televisori Hisense è completata dai Laser TV come i modelli 120L5F e 88L5VG.

Fonte: AV Forums, HDTVTest



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Franco Rossi pubblicato il 09 Giugno 2021, 01:02
Alla fine sono ritornati all'Oled, i pannelli lcd a doppia matrice (dual cell) costano molto piu di un pannello Oled e consumano molta piu corrente.
Commento # 2 di: sauzer pubblicato il 13 Giugno 2021, 11:41
se tutti i produttori avessero accesso e disponibilità illimitata di pannelli oled, queste forzature tipo dual cell e miniled non sarebbero nemmeno mai uscite