Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Tecnologia di alimentazione wireless da Sony

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 05 Ottobre 2009, alle 16:35 nel canale ACCESSORI

La multinazionale nipponica ha sviluppato una tecnologia che consente di alimentare senza fili dispositivi come TV di piccole dimensioni o portatili. La potenza erogata al momento è di 60W, ma lo sviluppo è solo agli albori

Ora che le comunicazioni senza fili sono diventate di uso comune in vari ambiti, la nuova frontiera del "senza fili" si sta spostando verso l'alimentazione elettrica. Fino ad oggi sono state sperimentate soluzioni dedicate a dispositivi a bassissimo consumo oppure sono state rese disponibili tecnologie di ricarica a induzione che richiedono ancora un contatto fisico quali la base sviluppata da Dell per il suo portatile ultra-slim Latitude Z oppure il Touchstone Charger di Palm per il suo cellulare Palm Pre.

Sony è andata ben oltre e lo scorso venerdì ha dimostrato il funzionamento di una propria soluzione wireless in grado di assicurare ben 60W di corrente fino a una distanza di circa 50cm, sufficienti quindi per alimentare piccoli televisori LCD, monitor e computer portatili. Questa soluzione si basa sull'emissione di una risonanza magnetica in cui il dispositivo opera a una frequenza di ricezione pari a quella dell'energia stessa. Ovviamente, lo sviluppo è ancora a uno stadio primordiale e presenta ancora dei limiti: il primo è rappresentato dalla copertura del segnale (50cm sono davvero pochini), anche se i tecnici nipponici hanno raggiunto quasi 1 metro di copertura aggiungendo un secondo trasmettitore; il secondo riguarda l'efficienza, visto che attualmente la tecnologia raggiunge solo il 60% del potenziale energetico.

Sony non si sbilancia per ora su una possibile introduzione della tecnologia sul mercato e dichiara piuttosto di volerne continuare lo sviluppo e la ricerca per arrivare a una soluzione di maggior portata e potenza.

Fonte: Impress



Commenti (24)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: PandaR1 pubblicato il 05 Ottobre 2009, 19:13
ROTFL... non fa per niente male eh secondo il commento numero 5... e tutti quelli che nel corso degli anni sono criccati perche' abitavano sotto linee dell'alta tensione? neanche quella fa male giusto? 60 w di energia sparati nell'ambiente secondo te non fanno male? il circuito ricevente va in risonanza, e se invece qualche parte del tuo corpo per caso va in risonanza e si becca qualche watt sai come ti fa bene? lo sai che un aumento di mezzo grado della temperatura del cervello e' piu' che sufficiente per mandarti al creatore?
Commento # 12 di: PandaR1 pubblicato il 05 Ottobre 2009, 19:17
P.S.
http://it.health.yahoo.net/c_news.a...mp;c=29&s=3

Nascere a 200 metri dalle linee dell’alta tensione potrebbe aumentare nei bambini il rischio di leucemia del 70 per cento rispetto a chi nasce a 600 metri o oltre di distanza. È quanto rilevato nel più grande studio epidemiologico mai condotto finora sull’argomento coordinato da Gerald Draper, del Childhood Cancer Research Group alla University of Oxford, UK, pubblicato sul British Medical Journal.

Tie', son campi magnetici anche questi...
Commento # 13 di: avdarjo pubblicato il 05 Ottobre 2009, 19:51
ragazzi prima di tutto un campo magnetico è diverso da uno elettrico...così come una induzione magnetica è diversa da una elettrica.
Per i pali della luce ci sono leggi che lo vietano perchè i cavi dell'alta tensione generano campi mostruosi neanche lontanamente paragonabili a quelli in questione.
Cmq...lasciamo stare che si rischia di fare grossa disinformazione

ciao
Commento # 14 di: messaggero57 pubblicato il 05 Ottobre 2009, 20:20
Ho scritto chiaramente se fossimo sicuri che questa tecnologia non danneggia la salute, sarebbe da prendere in considerazione. E' anche vero che i cavi elettrici nelle mura di casa nostra è assai probabile che generino onde elettromagnetiche nocive per la salute umana visto che sempre di sinusoidi si tratta (corrente alternata). Poi ci sono cellulari e quant'altro che pare non facciano benissimo. Non vorrei andare OT, ma anche il discorso riguardo i riflessi sull'occupazione non regge: se così fosse dovremmo ancora estrarre carbone a mano come nell'800 e in ogni caso tutte le tecnologie dovrebbero liberare tempo di lavoro per la specie umana e salvaguardare l'ambiente, invece oggi succede l'opposto. Si lavora di più con sempre meno addetti e si inquina tantissimo.
Commento # 15 di: gigiluigipigi pubblicato il 05 Ottobre 2009, 20:31
E' gia il primo di aprile?la cosa la immaginavo fattibile in un futuro che contempla anche il teletrasporto
Commento # 16 di: RESteve69 pubblicato il 06 Ottobre 2009, 08:49
Mah, a me poi non pare tutta questa novità... Già Tesla ai primi del novecento ci aveva lavorato
Commento # 17 di: PandaR1 pubblicato il 06 Ottobre 2009, 11:31
> ragazzi prima di tutto un campo magnetico è diverso da uno elettrico

ROTFL !!!

Si vede che ne sai un sacco di fisica... ogni variazione di campo elettrico genera un campo magnetico e ogni variazione di campo magnetico genera un campo elettrico, per cui si parla di elettromagnetismo... dai, per favore, vai a studiare va...
Commento # 18 di: davidthegray pubblicato il 06 Ottobre 2009, 13:19
Panda, anche tu non pari esser messo molto bene. Lo sapevi che da quando siamo concepiti siamo immersi nel campo magnetico terrestre? Tutti questi effetti nocivi dei campi elettromagnetici sul nostro organismo sono ancora da provare. In ogni caso è sempre una questione di intensità del campo. Siamo anche immersi nella radioattività naturale terrestre, senza apparentemente grandi conseguenze negative.

Veramente ridicoli poi sono i discorsi sull'occupazione di chi fa i fili elettrici ed estrae il rame. E' incredibile che si debbano leggere simili cavolate.

Questa tecnologia è vero che come idea non è nuovissima. Da anni si parla di chip RFID alimentati dal campo generato dai lettori. Però lì si parlava di potenze bassissime. Tenere acceso un televisore è tutt'altro paio di maniche!
Commento # 19 di: Trikkeballakke pubblicato il 06 Ottobre 2009, 16:03
Con questa soluzione diventeremo tutte lampadine che camminano....costantemente radiografati, da queste emissioni che ad oggi non sono dimostrate come non dannose!

Dopo questo possiamo passare al teletrasporto :-)
Commento # 20 di: OXO pubblicato il 06 Ottobre 2009, 21:38
Vuoi vedere che alla fine vivremo in un mondo senza il mondo...?
Tutto etereo, senza cavi, senza canaline, senza materia...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »