Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

"Titanic" e non solo...in 3D!

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 28 Luglio 2009, alle 16:30 nel canale CINEMA

Il 3D sembra sempre più la nuova panacea del cinema hollywoodiano e in attesa di vedere il suo ultimo lavoro "Avatar", il regista James Cameron annuncia che "Titanic" rivedrà la luce in 3D. Ma in 3D potrebbe anche tornare il "Signore degli Anelli"

James Cameron è uno dei più convinti sostenitori del cinema digitale stereoscopico e in attesa di vedere il suo primo film in 3D nativo "Avatar", ha annunciato in occasione del Comic Con di San Diego che il suo campione d'incassi "Titanic" verrà completamente riprodotto in versione 3D. Lo stesso Cameron ha anche aggiunto che la conversione in 3D richiederà del tempo e precisamente circa 14 mesi di lavoro. Per la versione 3D di "Titanic" sarà prevista una nuova uscita cinematografica esclusivamente nelle sale predisposte e tenendo conto dei tempi di "trasformazione" annunciati, l'evento non dovrebbe avvenire prima del 2011.

Ma un altro importante regista sembra affascinato dalla visione stereoscopica: Peter Jackson ha infatti dichiarato di augurarsi di poter un giorno realizzare una versione in 3D della trilogia de "Il Signore degli Anelli". Ma questo ambizioso progetto ha per ora lasciato i responsabili della Warner Bros piuttosto perplessi. Secondo la Warner, infatti, il numero di sale equipaggiate con sistemi di proiezione digitale 3D è ancora troppo esiguo per giustificare l'investimento che richiederebbe un tale progetto.

Di seguito l'interessante conferenza stampa in cui sia James Cameron che Peter Jackson hanno parlato dei loro progetti:

Fonte: HD Numérique



Commenti (53)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: monster pubblicato il 28 Luglio 2009, 23:17
Non sono uno che apprezza il 3D anzi lo trovo affaticante per i miei occhi e alla fine mi distrae dalla storia.
Il 3D mi puo' andare bene nelle corse dei parchi dei divertimenti ma per i film proprio non mi tira.
La riedizione di Titanic in 3D mi porta a qualche dubbio in quanto la storia con il tempo ha ormai perso il suo appeal, questo pero' e' una mia opinione personale.
Commento # 12 di: sintop pubblicato il 29 Luglio 2009, 05:46
Il 3d è il futuro. Non si tratta di una buffonata da circo, le immagini rese con le nuove tecnologie hanno una profondità e un'immersività che il cinema tradizionale si scorda. Non è la fricchettonata dell' oggetto che sembra venirvi incontro.. non è robetta da gita a Gardaland:
quella del 3d è una vera e propria rivoluzione qualitativa della visione dei film.
Ho visto Coraline in 3d, non c'è paragone con la versione normale.. alcune scene sono di una bellezza inaudita.. non perchè il 3d fa tanto fico, ma perchè la visione ha un livello di profondità e di dettaglio superiore a quella tradizionale.

Ci sono limiti e problemi, certo, con le attuali soluzioni, ma secondo me quella è la strada, pensare che il cinema debba rimanere quello che è mi sa di anacronistico..

Comunque per quel che riguarda il titanic 3d sarà una boiata, tipo un 2.5 d ;-)
E' probabile che intervengano soprattutto nelle scene dove la nave è compositata da un modello 3d, rirenderizzando con visuale stereo, per il resto saranno piccoli ritocchi degni degli anaglifici su topolino..
Commento # 13 di: magilvia pubblicato il 29 Luglio 2009, 09:24
Io non credo che sia necessario per forza girare tutti i nuovi film in 3D: secondo me può tranquillamente convivere con il cinema tradizionale. Rendere i film in 3D in post processing comunque è una boiata e sopratutto NON TOCCATEMI il signore degli anelli!

Cmq ho visto anche io Coraline in 3D e devo dire che l'effetto era meno ben fatto rispetto ad esempio a Bolt 3D. In realtà mi aspettavo di più. Poi dover pagare DIECI euro per una proiezione 3D mi sembra veramente troppo. (Per fortuna che con la tessera prepagata io ne posso spendere 5,5)

Commento # 14 di: marcocivox pubblicato il 29 Luglio 2009, 09:29
I 3 capitoli del Signore degli Anelli in versione estesa in 3D, visti uno di seguito all'altro con dei begli occhialetti colorati: mi viene la nausea solo a pensarci!!
P.S.: Titanic? Ma per favore...
Commento # 15 di: enrydeus pubblicato il 29 Luglio 2009, 10:48
Originariamente inviato da: Vince 15
The Hobbit girato in 3D, ma per favore, non toccatemi il Signore degli Anelli!


The Hobbit non sarà girato in 3D, nè tantomeno convertito in 3D, mentre Il Signore degli Anelli, sta sicuro che lo farnno uscire pure in IMAX 3D....sai quanti soldi ci faranno ancora?
Commento # 16 di: Vince 15 pubblicato il 29 Luglio 2009, 11:05
Io ho letto più e più volte che The Hobbit sarà girato in 3D, cmq non posso averne la certezza in quanto purtroppo non sono lì sul set.

Io personalmente sono rimasto super stupito positivamente da alcune sequenze in Beowulf, film che possiamo contestare quanto volete, ma che per alcuni di questi dettagli 3D è fenomenale!

Voglio dirvi una cosa a cui (forse) molti detrattori del 3D non pensano. Quando si parla di 3D, o almeno quando IO parlo di 3D, non mi riferisco in particolare all'attuale tecnologia che usano al cinema e che può essere effettivamente (molto) fastidiosa.
Io parlo del 3D in generale, della possibilità di apprezzare una storia narrata e mostrata con una componente in più rispetto a quello che è possibile fare oggi. Avere davvero la percezione della profondità, degli spazi! Non siate ingenui. Non fatevi frenare dall'immaturità della tecnologia! Guardate avanti e pensate quello a cui potremmo assistere in futuro. Io vedo solo un mondo di meravigliose possibilità! Voi?

Poi commercialmente faranno un sacco di boiate, ma quelle sono inarrestabili... ma basta non considerarle.
Commento # 17 di: vincino pubblicato il 29 Luglio 2009, 12:17
Forse qualcuno nn sa che l'occhio umano nn può percepire e misurare direttamente la profondità e la distanza degli oggetti. Infatti l'immagine (capovolta) che la luce getta sulla nostra retina è bidimensionale. Allora come facciamo a muoverci in un mondo a 3 dimensioni? Come fa il nostro cervello partendo da informazioni a 2 dimensioni (immagine retinica) a tirare fuori una terza dimensione? Lo fa attraverso degli indizi: fisiologici (accomodazione del cristallino, disparità binoculare, convergenza), cinetici (parallasse) e pittorici (interposizione, ompreggiature, ecc...). Tutti questi indizi presenti nella vita di tutti i giorni quando guardiamo le cose, sono presenti anche nelle riprese girate normalmente per il cinema. Infatti nessuno ha difficoltà a percepire la terza dimensione nelle scene di un film. Qualche volta però quando tutti questi indizi tacciono abbiamo difficoltà a percepire la profondità. Vi è mai capitato vedendo una partita di calcio in tv di nn capire bene dove stesse andando un pallone lanciato in aria finchè questo nn toccava terra?
Commento # 18 di: vincino pubblicato il 29 Luglio 2009, 12:29
X gianluca

Probabilmente gli interventi che hai fatto o che farei nn risolveranno il tuo problema. Da quello che ho letto, la capacità di utilizzare alcuni indizi di profondità come la disparità binoculare, li acquisiamo da piccoli, in età prescolare. Il nostro cervello impara per esempio che quando siamo in movimento gli oggetti che si spostano più lentamente sulla retina sono più lontani di quelle che si spostano più velocemente (paralasse di movimento), impara per esempio che un che proietta la stessa immagine sulla nostra retina più lontano di uno più vicino deve essere per forza di cose più grande (illusione ottica della luna enorme all'orizzonte). Insomma l'esperienza visiva è una cosa che acquisiamo da piccoli e se il nostro cervello nn ha imparato a tempo debito nn potrà farlo mai più. Infatti le poche esperienze di gente che grazie ad interventi chirurgici ha riacquisito la vista in età avanzata sono tutt'altro che felici. Hai loro occhi appaiono solo macchie colorate senza un significato e nn riescono a distinguere una mela dalla fotografia di una mela. Per tua fortuna la disparità binoculare e solo uno dei tanti indizi di profondità quindi problebilmente nn hai difficoltà a percepire le distanze come tutte le altre persone. Unico inconveniente nn vedrai mai un immagine stereoscopica. Ma a mio parere nn ti perdi niente!
Commento # 19 di: fabio2678 pubblicato il 29 Luglio 2009, 22:56
@vincino

Davvero interessante quanto scritto, complimenti !

Originariamente inviato da: Vince 15
Guardate avanti e pensate quello a cui potremmo assistere in futuro. Io vedo solo un mondo di meravigliose possibilità! Voi?


D'accordissimo in tutto ! Ce ne renderemo conto molto presto, imho, con l'uscita di Avatar..
Commento # 20 di: sintop pubblicato il 30 Luglio 2009, 04:33
Originariamente inviato da: Vince 15
Io parlo del 3D in generale, della possibilità di apprezzare una storia narrata e mostrata con una componente in più rispetto a quello che è possibile fare oggi. Avere davvero la percezione della profondità, degli spazi! Non siate ingenui. Non fatevi frenare dall'immaturità della tecnologia! Guardate avanti e pensate quello a cui potremmo assistere in futuro. Io vedo solo un mondo di meravigliose possibilità! Voi?


OH YEAH!
Sono pienamente d'accordo e non capisco come qualcuno possa non esserlo ;-)
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »