Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Integrato + streamer Denon DCD 900NE

Recensione di Emidio Frattaroli , pubblicato il 17 Gennaio 2023 nel canale AUDIO

“L'amplificatore di fascia media per eccellenza, aggiornato con streamer, DAC di qualità e sezione phono per testine MM ed MC, già insignito di un premio EISA pochi mesi fa, è un prodotto versatile, controllabile da applicazione HEOS ed eroga fino ad 85 watt su carico di 8 ohm”


- click per ingrandire -

L'amplificatore integrato stereo Denon PMA-900HNE ha debuttato durante il Munich High End del maggio scorso (ne abbiamo parlato diffusamente in questo articolo). A confermarne le qualità è arrivato il premio EISA 2022-2023 nella categoria 'Best Value Stereo System', vinto in coppia con il lettore DCD-900NE, quest'ultimo inserito nella gamma Denon come il lettore più sofisticato tra quelli non compatibili SACD.


- click per ingrandire -

Il PMA-900HNE arriva assieme all'altro amplificatore integrato Denon PMA-1700NE ed entrambi sono dotati di sezione digitale di qualità, costruzione impeccabile e anche ingresso phono MM-MC. Le differenze tra i due prodotti, 1700NE e 900HNE, sono nel peso (17,6 kg contro 8,3 kg), erogazione in potenza (70W-140W contro 50W-85W su carichi di 8ohm-4ohm), sezione DAC (32/384 + DSD256 contro 24/192 + DSD128) e ovviamente prezzo (1.999 contro 999), oltre alla sezione 'streaming' presente solo nel 900HNE.


- click per ingrandire -

Lo stadio di alimentazione del PMA-900HNE può contare su un trasformatore decisamente sovradimensionato, affiancato da condensatori ELNA ad alta capacità. L'architettura Advanced HC Single Push-Pull consente di erogare una potenza che sembra superiore ai dati di targa e pienamente sufficiente per pilotare diffusori con media efficienza. 


- click per ingrandire -

Lo streaming è possibile anche tramite Wi-Fi, AirPlay 2 o Bluetooth e vanta funzionalità audio multi-room tramite HEOS integrato che dovrebbe essere aggiornato più avanti nel corso di quest'anno. È certificato 'Roon Ready' ed è compatibile con file lossless ALAC, FLAC e WAV fino a 24 bit/192 kHz e DSD128 da rete locale, anche attraverso lettore USB integrato.


- click per ingrandire -

La piattaforma multi-room HEOS permette l'accesso via LAN/WLAN a TuneIn, Spotify Connect, Amazon Music HD, Deezer e Tidal, anche se quest'ultimo non ancora ad 'alta risoluzione'. Sono disponibili quattro ingressi S/PDIF (uno coassiale e tre ottici), un ingresso USB-A per musica liquida, tre ingressi analogici, incluso uno per giradischi con testina MM o MC oltre alle uscite pre a basso livello per un registratore e a quella per il subwoofer, purtroppo senza filtro passa-alto per la sezione di potenza.


- click per ingrandire -

Il restyling non ha intaccato la linea 'familiare' delle elettroniche Denon, con la grande manopola per il volume e gli altri controlli ben proporzionati e che danno una notevole sensazione di robustezza e qualità. Del resto alcuni elementi del progetto del PMA-900HNE deriva direttamente dall'integrato PMA-1600NE che è di categoria superiore, come lo stadio phono.


- click per ingrandire -

L'interno è molto curato, ad iniziare dallo schermo che riveste completamente la sezione digitale con modulo HEOS e connessioni di rete. La sezione DAC può contare sul BurrBrown PCM1795, unn convertitore con gamma dinamica di ben 123 dB e che si è dimostrato molto tollerante al jitter.


- click per ingrandire -

 

L'Ascolto


- click per ingrandire -

Per il test del nuovo integrato Denon abbiamo approfittato di due delle quattro sale del punto vendita Centro Musicale di Roma. Nella prima - più piccola - abbiamo alimentato una coppia di diffusori Q-Acoustics 3050i, un sistema da pavimento con doppio woofer da 165mm e tweeter da 22m con ben 91 dB di sensibilità e con un prezzo suggerito al pubblico che è quasi lo stesso dell'integrato Denon. 

Saranno state le proporzioni 'perfette' della saletta, sarà stato probabilmente anche l'ottimo posizionamento in ambiente, perché con il Denon PMA-900HNE ci siamo divertiti parecchio, anche con contenuti non 'semplicissimi', con pressioni sonore piuttosto elevate ed una insospettabile estensione e articolazione in gamma bassa. Non a caso le Q-Acoustics 3050i hanno vinto un premio EISA come 'Bet Buy Loudspeaker' nell'edizione 2018-2019...


- click per ingrandire -

Viste le qualità del Denon con un sistema tutto sommato abbastanza 'facile', abbiamo deciso di osare decisamente di più e nella saletta principale abbiamo scomodato le Polk Audio Reserve R600, un sistema da pavimento simile per architettura alle Q-Acoustics, dotato quindi di doppio woofer da 16,5cm e tweeter a cupola, stavolta da 25mm, con prezzo che è praticamente doppio rispetto alle Q-Acoustics. La sensibilità in questo caso è decisamente più bassa (87,5 dB delle Polk contro i 91 dB delle Q-Acoustics)  e l'ambiente ha un volume che è tre volte più grande rispetto alla saletta in cui abbiamo ascoltato le 3050i.

Come sorgente abbiamo utilizzato anche in questo caso l'applicazione HEOS e l'abbonamento Tidal, riproducendo contenuti in qualità CD, con la 'solita' playlist per il test degli amplificatori, creata saccheggiando a piene mani dalla 'discografia' di Marco Cicogna e Gian Piero Matarazzo. Anche in questo caso il Denon ha sfoderato prestazioni in parte insospettabili, soprattutto per la capacità di non scomporsi anche con erogazione di potenza molto vicina ai dati di targa. Con le R600, dotate di scena, estensione e articolazione di sensibilmente superiore rispetto alle 3050i, abbiamo avuto la conferma che il PMA-900HNE può essere utilizzato con profitto anche con diffusori a media sensibilità, con qualche piccolo compromesso per la massima pressione sonora.

Per maggiori informazioni: denon.com/it-it/shop/amplifier/pma900hne

 

 

 

Articoli correlati

Test lettore CD Marantz CD60

Test lettore CD Marantz CD60

Il nuovo lettore CD di Marantz è un riferimento nella sua fascia di prezzo, riproduce file PCM 24/192 e DSD 5,6 MHz via USB, è dotato di moduli analogici HDAM, uscita cuffia di qualità e può contare sul DAC ESS ES9016K2M con Master Clock per la riduzione del jitter
Supertest Marantz Model 40n

Supertest Marantz Model 40n

Un amplificatore stremer-DAC non è certo una novità. Le cose si fanno però interessanti quando il prodotto sfodera prestazioni eccellenti in ogni campo, assieme a versatilità e musicalità che si impongono come cuore di un impianto moderno per soddisfare le aspettative di un audiofilo evoluto.



Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Akio pubblicato il 18 Gennaio 2023, 13:03
E' davvero ottimo, peccato che...

Caro Frattaroli, ce l'ho da 3 mesi e davvero ne sono innamorato perso, anche se non ho una saletta dedicata e le casse sono delle semplici Indiana Line DJ308 quindi ben lontano dalle vostre condizioni di ascolto il salto di qualità rispetto al sintoampli AV Yamaha utilizzato in stereo è sato piuttosto evidente.Peccato però,che proprio ieri sera mi abbia abbandonato la sua scheda di rete e quindi ora mi devo sbattere con l'assistenza non proprio comodissima. Ovviamente il giudizio audio non cambia ma un (bel) pò di arrabbiatura ( eufemismo) ce l'ho.
Commento # 2 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 18 Gennaio 2023, 17:15
Ciao Akio!

Mi dispiace per la scheda di rete. Magari tienici al corrente sui tempi di risoluzione del problema.

Per il resto, non conosco le DJ308 ma se il 'DNA' è lo stesso - come credo - dei prodotti più blasonati, sarà sicuramente un diffusore sdall'elevato rapporto Q/P. Magari, quando avrai tempo, potresti visitare uno dei tanti negozi specializzati e fare qualche ascolto dei diffusori che ho menzionato.
Commento # 3 di: Akio pubblicato il 18 Gennaio 2023, 17:44
Sono da sempre un estimatore di Indiana Line fin dalla fine anni '70 poi ho commesso l'errore madornale di passare ad un impianto AV con mini difussori ( AE100) e sub,smantellando il puro HIFI con casse Indiana Line ( 3xa e QXSD) ma me ne son pentito amaramente...ora ho deciso di usare un doppio impianto uno AV e uno HIFI appunto, con il PMA 900 un vecchio lettore CD Sony e forse, se riesco a risolvere problemi logistici, anche un giradischi Technics ( sl 3110) di 40 anni fa che funziona ancora perfettamente, vedremo.Riguardo alle casse è cambiata la proprietà ( non il progettista) e l'estetica ( purtroppo) ma il sound,appena le ho collegate, mi ha riportato alla mia gioventù, solo virtuale purtroppo.
Riguardo al Denon ho contattato il venditore e anche se non comodissimo venerdi lo porterò personalmente per un primo controllo di sicurezza sul problema prima di spedirlo in assistenza vera e propria. Vi farò sapere.