Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Monitor LCD 3D Hyundai fino a 46"

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 25 Marzo 2009, all 07:58 nel canale DISPLAY

“Hyundai ImageQuest Italy presenta la gamma di monitor e televisori LCD in grado di riprodurre immagini stereoscopiche con la tecnologia a polarizzazione circolare e con occhialini polarizzati”

Le aziende che scommettono sulla riproduzione tridimensionale, anche e soprattutto per il settore consumer, crescono di giorno in giorno. Hyundai non è certo tra le ultime arrivate poiché già da tempo sperimenta efficienti soluzioni per la riproduzione di immagini stereoscopiche, assieme ad altri prestigiosi partner. La notizia di oggi è che Hyundai ImageQuest Italy ha presentato la sua gamma di monitor e televisori LCD in grado di riprodurre immagini e video 3D.

Il segreto è in una pellicola che è in grado di polarizzare in senso circolare ogni singola linea orizzontale di pixel. In questo modo, linee pari e dispari possono visualizzare le immagini stereoscopiche destinate a ciascuno dei due occhi. Grazie ad economici occhialini polarizzati, ogni occhio visualizzerà la specifica immagine. In questo modo, la risoluzione verticale complessiva sarà ovviamente dimezzata (1920x540).

Oltre che per un uso professionale, come in campo medico o in architettura, i display Hyundai sono adatti ad un utilizzo in sistemi di sicurezza e come display informativi-pubblicitari. I nuovi monitor risultano inoltre perfetti per applicazioni multimediali 3D come i videogiochi di ultima generazione. Alcuni tra i più emozionanti best-sellers del mondo dei giochi da PC sono, di fatto, già fruibili in 3D, per non parlare dell'emozione che può suscitare un'esperienza tridimensionale con i simulatori di volo o con le corse d'auto e moto.

Disponibili nei formati widescreen da 22" e 24" e nella grande versione da 46" (quest'ultimo presentato a Seoul lo scorso anno), i monitor Hyundai sono corredati, per una completa possibilità di impiego, di un software 3D nonché di un paio di occhiali polarizzati e sono in vendita a partire da euro 899,00 Iva inclusa. Tutti e tre i modelli hanno un rapporto di contrasto dinamico di 10.000:1 e un tempo di risposta compreso tra 5ms e 6ms.

Per maggiori informazioni: www.hyundai.it



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: koshien pubblicato il 25 Marzo 2009, 10:08
Notizia clamorosa e ottima!
Finalmente il mercato italiano si muove!
Alla GDC di San Francisco di questi giorni presenteranno probabilmente alcuni giochi stereo-3D per ps3 e xbox 360 giocabili su questi tv...
Bene gli occhialini polarizzati, poco costosi e che danno zero nausea. Se poi il sistema è compatibile con gli occhialini dei cinema RealD, allora gli occhialini sono addirittura gratis in quanto li lasciano tenere dopo lo spettacolo.
Inoltre proprio alla fiera di Roma, pochi giorni fa, è stata data una dimostrazione di tv 3D-HD via satellite che utilizzava questi tv: http://www.corriere.it/scienze_e_te...44f486ba6.shtml
Peccato per il dimezzamento della risoluzione verticale... speriamo aumentino presto la risoluzione o che in futuro utilizzino due pannelli lcd uno davanti l'altro, così che la risoluzione rimanga 1920 x 1080 (come fa l'americana iz3d con i propri monitor).
p.s. Fra l'altro questi tv 3D dovrebbero utilizzare la stessa tecnologia mostrata da Sony a quest'ultimo CES 2009, ovvero la tecnica Xpol.
Commento # 2 di: blitzkrieg pubblicato il 25 Marzo 2009, 10:28
@koshien

Ormai sei diventato un vero esperto in materia...Ti seguo anche su forumeye
Laurea honoris causa.Cmq sono anche io contento che si muove qualcosa anche qui in Italia.
Commento # 3 di: avdarjo pubblicato il 25 Marzo 2009, 10:49
concordo....espertissimo!!!!!speriamo bene...
Commento # 4 di: koshien pubblicato il 25 Marzo 2009, 10:49
Grazie blitzkrieg
Vedo che c'è una sorta di gemellaggio tra forumeye ed avmagazine :-D
Grazie anche a te avdarjo, ma qui il vero boss è Aidoru :-D
Commento # 5 di: AV Magazine pubblicato il 25 Marzo 2009, 11:01
Confermo. I display Hyundai utilizzano il filtro micropolarizzatore XPOL (utilizzato anche da Sony, da JVC e altri). Per questo motivo vanno benissimo anche gli occhiali RealD. Aggiungo che le immagini 3D vengono inviate utilizzando la connessione a 60Hz con la tecnica sequenziale. Ovviamente, serve una sorgente compatibile.

La differenza sostanziale rispetto alla riproduzione con occhialini attivi (LCD) è che con Xpol/RealD i due occhi vedono l'immagine contemporaneamente.
Commento # 6 di: robert1980 pubblicato il 25 Marzo 2009, 11:03
ma secondo voi non è meglio il pannello philips 3D wowvx? niente occhialini, pannello S-MVA di molte dimensioni e risoluzione piena...
Commento # 7 di: koshien pubblicato il 25 Marzo 2009, 11:10
In realtà i tv con tecnologia WoWVx hanno risoluzione 1920 x 1080, ma una volta che è attivato il 3D autostereoscopico la risoluzione percepità è molto minore... senza contare che bisogna stare molto lontani dal tv autostereoscopico ed in una posizione ben precisa. Il prezzo poi... 6000 euro per un 42...
Per ora e per un bel pò di anni la via migliore è questa con gli occhialini
Commento # 8 di: gemvac pubblicato il 25 Marzo 2009, 11:43
ma questi tv usano la stessa tecnologia dei tv samsung 3d-ready?
Commento # 9 di: Aidoru pubblicato il 25 Marzo 2009, 12:41
Addirittura boss... non esageriamo

Comunque, lo Hyundai 46 l'ho visto dal vivo Giovedì scorso al Sat-Expo, era nello stand di OpenSky che sta lavorando alla produzione ed alla distribuzione in sala di materiale 3D Live. Avevano organizzato un teatro di ripresa con due coppie di CineAlta, e poi un link satellitare da un padiglione all'altro della Fiera, dove in una sala apposita un decoder IDC con gli algoritmi di Sensio reindirizzava lo stream a due proiettori Christie CP2000X in polarizzazione lineare. Comunque, avrebbero potuto farlo tranquillamente con un solo proiettore, utilizzando i sistemi MasterImage o Real D in polarizzazione circolare, o semplicemente con gli occhiali shutter. Interessante vedere funzionare tutto dal vivo: la tecnologia c'è, ora servono i contenuti da trasmettere.

L'effetto 3D dello Hyundai è discreto (nonostante IMHO la stereoscopia abbia senso *solo* su setup immersivi, leggi da 100 in su), ma a meno di essere troppo lontani si notano *tantissimo* i 540p. Il ghosting c'era, ma ho visto di peggio. Trattandosi di polarizzazione circolare, non si può fare nulla per evitarlo: non ho pensato a chiedere se il materiale visualizzato fosse ghostbusted (un processo di postproduzione che analizza l'immagine e in pratica riduce il contrasto nelle zone in cui il ghosting sarebbe più evidente, viene utilizzato nei file D-Cinema preparati per i sistemi Real D). Ah, e si vociferavano 6500 Euro, non so se è vero.

Non ho ancora avuto modo di provare un display 120hz con gli occhiali shutter, ma credo che la strada per il 3D home non possa essere che quella.
Gli occhiali di ultima generazione costano 50$, che non è poi folle... e la prossima generazione di Plasma/LCD credo sarà tutta 3D ready, i pannelli ci sono e le modifiche elettroniche sono triviali rispetto all'adozione dei polarizzatori.
Commento # 10 di: koshien pubblicato il 25 Marzo 2009, 14:13
@ gemvac: no... ottengono l'effetto 3D in modi diversi... un pò come ci sono lcd e plasma, in futuro potrebbero esserci tv con occhialini elettronici e tv con occhialini polarizzati, ognuno con i propri vantaggi e svantaggi. L'unica cosa che cambia all'utente finale è il tipo di occhialini di cui deve disporre ;-)

@ Aidoru: se è lo stesso Hyundai 46 usato nelle prove 3D di sky allora io avevo sentito che costava attorno le 2000-2500 sterline ;-)
p.s. Interessante questo ghostbusting.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »