Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Apple apre una fabbrica LCD nel 2011?

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 14 Dicembre 2010, all 11:20 nel canale DISPLAY

“Secondo indiscrezioni pubblicate dal quotidiano nipponico Nikkei Business, Apple dovrebbe aprire una fabbrica di pannelli LCD in collaborazione con Toshiba nel corso del 2011. Si tratterebbe di un investimento da 1,2 miliardi di dollari”

Apple fino ad oggi ha sempre acquistato i pannelli LCD per i propri dispositivi da terzi, ma vista l'ampia disponibilità finanziaria di cui gode al momento, Steve Jobs avrebbe deciso di allestire una propria linea produttiva anche per non rischiare di rimanere a corto di pannelli. L'indiscrezione è apparsa in questi giorni sul quotidiano economico giapponese Nikkei Business Daily, che annuncia che la fabbrica dovrebbe sorgere nel 2011 in collaborazione con Toshiba.

Al momento Toshiba smentisce la notizia, ma Nikkei Business rilancia affermando che l'impianto dovrebbe sorgere in Giappone nella prefettura di Ishikawa con un investimento pari a circa 1,2 miliardi di dollari. Sempre secondo il giornale, la fabbrica nata dalla joint-venture tra i due colossi sarà destinata alla produzione di pannelli LCD in polisilicio a bassa temperatura di piccole dimensioni ma ad alta risoluzione (per i futuri iPhone 5?). Al momento Toshiba Mobile Display già produce questo tipo di pannelli in una sua fabbrica, riuscendo a sfornare 8,55 milioni di pannelli al mese. Con il nuovo impianto, la produzione verrebbe più che raddoppiata. Se poi consideriamo quanto Toshiba stia investendo nei pannelli 3D auto-stereoscopici (vedi news), chissà che Apple non possa sfruttare questa eventuale partnership per introdurre i suoi primi dispositivi 3D?

Fonte: Nikkei Business Daily



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: ArteTetra pubblicato il 14 Dicembre 2010, 22:20
Deve pure investirli in qualche modo gli spiccioli che ha messo da parte negli ultimi anni... altrimenti scoppiano le casseforti.