Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

TIM 1 Gbps su rete mobile live 4.5G

di Franco Baiocchi, pubblicata il 27 Luglio 2017, alle 11:11 nel canale MOBILE

“TIM porta la sua rete 4.5G nell’era del Gigabit raggiungendo, con la tecnologia Licensed Assisted Access (LAA), la velocità fino 1 Gigabit al secondo”

In attesa dell'avvento del 5G, TIM, in anteprima mondiale, ha raggiunto in un test la velocità fino a 1Gbps in download sulla propria rete mobile live 4.5G con tecnologia Licensed Assisted Access (LAA). Un traguardo che mette in campo le antenne e modulazioni già implementate nella rete 4.5G di TIM e la tecnologia LAA che aggrega le frequenze LTE con lo spettro non licenziato a 5GHz, particolarmente efficace per la copertura di hot spot (stadi, centri commerciali, piazze e parchi) tramite small cell a basso impatto visivo.

Il servizio fino a 1Gbps in download sarà disponibile commercialmente da settembre negli hot spot di Milano e Torino per poi raggiungere successivamente ulteriori hot spot in altre grandi città, insieme al servizio fino a 130Mbps in upload che sarà disponibile in tutte le principali città e in oltre 1.100 comuni. Per questa sperimentazione su rete live, è stato utilizzato uno smartphone ASUS di nuova generazione supportato dalla piattaforma mobile Qualcomm Snapdragon 835 con modem integrato LTE X16 e tecnologia di rete LTE-Licensed Assisted Access di Ericsson.

Enrico Salvatori, senior vice president and president, Qualcomm EMEA ha commentato:“Siamo estremamente orgogliosi di supportare lo sviluppo commerciale del Gigabit LTE in Italia con TIM e ASUS attraverso  la piattaforma mobile Snapdragon 835. La tecnologia Gigabit LTE non è solo una questione relative alla velocità di download dati, ma significa portare benefici tangibili nella vita quotidiana degli utenti, indipendentemente dal dispositivo che si sta utilizzando. Gigabit LTE assicurerà una maggiore copertura e una superiore esperienza mobile e sarà funzionale per il 5G”.

Per maggiori info: www.telecomitalia.com

 



Commenti