Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Anteprima Sharp Quattron Pro LC-60UQ10E

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 06 Aprile 2014 nel canale DISPLAY

“A Milano, lo scorso 27 Marzo, Sharp ha presentato la nuova linea di televisori LCD denominati Quattron Pro, con una risoluzione nativa 2,5 volte superiore al full HD, a metà strada tra il full HD e l'Ultra HD 4K e ad un prezzo che è molto più vicino a quello di un full HD”

Le prime misure in modalità THX

Dopo la presentazione, sono rimasto qualche minuto in più e ho selezionato la modalità predefinita THX, con un netto miglioramento di tutti i principali parametri delle immagini. In più, al netto della modalità THX, è possibile affinare ulteriormente non solo i parametri tradizionali ma anche la riproduzione dei colori, grazie ad un completo CMS (color management system) su cui non vedo l'ora di mettere le mani. I valori di luminanza misurati, in modalità predefinita THX, senza ulteriori calibrazioni, sono di 127,5 cd/mq per il "bianco" e 0,064 cd/mq per il "nero", con un rapporto di contrasto nativo pari a 1992:1.

In modalità THX il triangolo di gamut è molto preciso e copre quasi perfettamente lo spazio colore dell'alta definizione. I punti di colore rosso, limitati alla componente rossa delle immagini e con step crescenti del 25% di saturazione, certificano una leggera tendenza a sotto-saturare. Tendenza che potrà essere sicuramente corretta in fase di calibrazione.

Ecco invece i due grafici sui colori primari e secondari, con incrementi del 5% di saturazione. A sinistra sono indicati i livelli di saturazione in riproduzione, con la tendenza alla sotto-saturazione, molto importante per il giallo e il verde e che si trasforma in sovra-saturazione, specialmente ai primi step, per blu, ciano e magenta. Nel grafico a destra possiamo vedere i valori di Delta E corrispondenti: ricordo che valori più bassi identificano prestazioni migliori.

Il bilanciamento del bianco in modalità THX è ancora caratterizzato da una dominante fredda, abbastanza lineare e che non desta particolari preoccupazioni: dovrebbe essere piuttosto semplice correggerla in fase di calibrazione.

Il gamma è semplicemente eccellente. E infatti, nella riproduzione, la qualità d'immagine intesa come ricchezza di sfumature e "tridimensionalità", è davvero ottima. In altre parole, la modalità THX sembra essere un ottimo punto di partenza.

Segue : Conclusioni Pagina successiva