Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

C'era una volta il West

di CineMan , pubblicato il 05 Marzo 2014 nel canale SOFTWARE

“Uno dei più grandi western di tutti i tempi in una sorprendente edizione restaurata ma la brutta sorpresa per gli appassionati non manca. Distribuzione 01 Rai Cinema”

- click per ingrandire -

Giunta da New Orleans nel selvaggio West, Jill (C. Cardinale) è un'ex prostituta sposatasi in segreto con l'immigrato irlandese McBain, resa vedova ancor prima di raggiungere lo sposo. L'uomo è stato ucciso assieme al resto della famiglia da Frank (H. Fonda), killer al soldo di un avido magnate delle ferrovie desideroso di mettere le mani sulle terre dei McBain.

Sola e con poche chance di sopravvivere, Jill incontrerà due formidabili pistoleri, due uomini che segneranno il suo futuro: il fuggitivo Cheyenne (J. Robards) e “Harmonica” (C. Bronson), straniero senza nome che ha un vecchio conto da saldare con Frank.


a sx la versione italiana, a dx quella americana

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Monumentale opera western tra le migliori mai realizzate, epica, folgorante, iconica nelle immagini tanto quanto nella musica del maestro Ennio Morricone. Cast strepitoso con volti indimenticabili tra cui Charles Bronson, Henry Fonda, Jason Robards ma anche Woody Strode, il pistolero afroamericano preferito da John Ford qui presente nel prologo, che in seguito Mario Van Peebles omaggerà nell'interessante western “Posse – La leggenda di Jessie Lee”.

Henry Fonda si convinse a interpretare il ruolo di Frank dopo aver incontrato lo stesso Leone e aver poi parlato con Eli Wallach, reduce entusiasta da “Il buono, il brutto e il cattivo”.


a sx la versione italiana, a dx quella americana

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Come per “Giù la testa” anche “C'era una volta il West” ha beneficiato di ampio restauro, lavorazione di cui già si leggevano notizie nel 2006. Presumibilmente il blu-ray italiano propone l'edizione 2007 curata dalla Film Foundation di cui fa parte Martin Scorsese, con la partecipazione del Festival del Cinema di Roma e Paramount Pictures.

Una produzione partita dall'originale pellicola Techniscope a due perforazioni usata all'epoca da Leone e presa come riferimento per creare nuove copie interpositive e internegative al fine di preservare le scelte del cinematographer Tonino Delli Colli, recuperare i colori e l'originale grana.


a sx la versione italiana, a dx quella americana

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Ricordiamo che solo l'edizione Blu-ray americana offre la visione Theatrical e Restored, con la differenza di un solo minuto tra le due.

Qualità video

Codifica video AVC/MPEG-4, BD-50, aspect ratio 2.35:1 (1080/23.97p). Un risultato di eccellente resa lasciando l'impressione di avere fatto il possibile per mantenere la grana originale dell'originale pellicola 2-perf.

Il grado di dettaglio non è mai stato così ampio e costante sostenendo il senso di profondità di campo e la possibilità di acquisire elementi in secondo piano. Minimi eccessi di contrasto, neri convincenti, saturazione colore elevata migliorando notevolmente gli incarnati nei numerosi primi piani e dettagli dei visi dei protagonisti.

Analisi del bitrate del disco italiano
- click per ingrandire -

Qualità audio

L'offerta per la traccia audio in italiano è legata a dual mono DTS-HD Master Audio (core @ 1509 kbps) che restituisce comunque un risultato accettabile, favorendo quanto meno il sostegno sui dialoghi mentre si vorrebbe maggiore dinamica e sostanza nei passaggi musicali ed effetti.

Superiore la lingua inglese, DTS-HD Master Audio 5.1 (core @ 1509 kbps), probabilmente la stessa lossless risultante dal restauro sempre a cura della Film Foundation di Scorsese, caratterizzando sia i canali anteriori che in parte i posteriori, offrendo un'inaspettata apertura per l'intera opera, aumentando drammaticità e coinvolgimento.


a sx la versione italiana, a dx quella americana

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Extra (HD)

Per un gioiello di tale caratura ci saremmo aspettati ben più del solo trailer, per giunta in lingua originale. Un'edizione che da questo punto di vista non rende onore a un'opera che nella speculare pubblicazione americana ha ricevuto interessanti approfondimenti attraverso i quali scoprire elementi della lavorazione grazie all'intervento di Claudia Cardinale, Gabriele Ferzetti, Tonino Delli Colli e persino Bernardo Bertolucci, che assieme a Dario Argento, all'epoca giovane giornalista di cinema per Paese Sera, scrisse la sceneggiatura.

La partecipazione è oltremodo straordinaria con interventi di cineasti come Alex Cox, John Milius e John Carpenter. Tre documentari con ricordi della lavorazione da 29'/20'/18' e numerose citazioni da parte dello scrittore Sir Christopher Frayling, autore del libro “Something To Do With Death”, dedicato a Leone e al suo film.

Grazie a tale biografo è possibile per esempio scoprire che per far combaciare i set in Almeria con l'ambientazione della Monument Valley, dove venne realizzato parte del girato, Leone fece importare sacchi di sabbia rossa dall'America, oppure che il costo per realizzare la cittadina di Flagstaff fu superiore all'interno budget che il regista ebbe a disposizione nel film “Per un pugno di dollari”.


a sx la versione italiana, a dx quella americana

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

E ancora focus sulla rivoluzione della ferrovia in America, foto comparative delle location ieri e oggi, foto di scena e il medesimo trailer presente nel Blu-ray italiano.

A questo si aggiunga la possibilità, durante la visione del film, di ascoltare interventi da parte di Alex Cox, John Carpenter, John Milius, gli storici di cinema Sir Christopher Frayling e il Dr. Sheldon Hall assieme a parte di cast e troupe.

 

La pagella secondo CineMan

Film 10
Authoring 6
Video 8
Audio 6
Audio V.O. 8
Extra 5

 

 

 

Articoli correlati

Home Video HD: marzo

Home Video HD: marzo

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di marzo. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti
Giù la testa

Giù la testa

L'esplosivo western di Sergio Leone che avrebbe dovuto girare Sam Peckinpah incontra l'alta definizione. Distribuzione del disco curata da 01 Rai Cinema
C'era una volta in America - Ed. Estesa

C'era una volta in America - Ed. Estesa

Nuova edizione per l'epocale gangster movie per la prima volta nella versione estesa come concepita dal compianto maestro Sergio Leone. Distribuzione Warner Home Video



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: kaos73 pubblicato il 11 Marzo 2014, 16:29
Peccato

Dal punto di vista dell'audio, soprattutto in lingua italiana si sarebbe potuto fare di più. Un'occasione persa per rendere ancora più coinvolgenti le atmosfere create dal maestro Morricone, riferimento assoluto nella storia del cinema.