Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Apple TV 4K: in arrivo la funzione Quick Media Switching di HDMI 2.1

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 03 Novembre 2022, alle 10:52 nel canale HT

Un aggiornamento di tvOS, in arrivo entro la fine dell'anno, attiverà la funzione introdotta con HDMI 2.1


- click per ingrandire -

La nuova Apple TV 4K offrirà a breve la funzione Quick Media Switching (QMS), una delle novità introdotte con HDMI 2.1 (qui ne parliamo in dettaglio). Il supporto a QMS arriverà entro la fine del 2022 tramite un aggiornamento di tvOS, il sistema operativo utilizzato da Apple TV. L'attivazione di questa novità permetterà ad Apple TV di poter modificare la frequenza di aggiornamento senza incappare in "blackout" a video, ovvero senza dover mostrare schermate nere durante il passaggio tra una frequenza e l'altra.

QMS nasce per eliminare questi fastidi: sui dispositivi che ne sono sprovvisti non è possibile evitarlo quando il frame rate di un contenuto cambia. Un classico esempio sono i video in streaming: ogni volta che la cadenza dei fotogrammi cambia, passando ad esempio da 24 Hz a 50 Hz o 60 Hz, su TV, monitor e proiettori la riproduzione del segnale video si interrompe momentaneamente fino al completamento della transizione.

COME FUNZIONA QMS


- click per ingrandire -

Quick Media Switching sfrutta il principio alla base del Variable Refresh Rate (VRR): la frequenza di aggiornamento viene modificata in tempo reale per adattarla a quella della sorgente in uso. In questo modo non c'è interruzione del segnale e non vengono visualizzate schermate nere che inframmezzano tutti i cambiamenti, poiché il passaggio viene gestito dinamicamente in tempo reale.

Per poter funzionare è necessario che sia solo la frequenza di aggiornamento a cambiare: se vi sono modifiche riguardanti la risoluzione o la tipologia del contenuto, ad esempio da un formato HDR ad un altro, le schermate nere sono inevitabili. Occorre inoltre che non solo la sorgente (in questo caso Apple TV 4K 2022) risulti compatibile con QMS, ma che lo sia anche il dispositivo a cui è collegata, quindi televisore, monitor o proiettore.

Fonte: The Verge



Commenti (12)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: ovimax pubblicato il 03 Novembre 2022, 11:09
sono tanto curioso come può funzionare a 24hz o 30hz visto che il VRR parte dai 40hz su gli OLED e 48 su gli LCD per limite hardware degli stessi panelli.
Commento # 2 di: Onslaught pubblicato il 03 Novembre 2022, 11:39
Moltiplicano i frame, lo si fa già con il VRR, è il Low Framerate Compensation.
Commento # 3 di: Anger.Miki pubblicato il 04 Novembre 2022, 10:46
Prendendo ad esempio un OLED, il pannello funziona comunque a 120hz. A 24hz farà un 5:5 pulldown e così via per le altre cadenze filmiche.
Commento # 4 di: ovimax pubblicato il 04 Novembre 2022, 15:41
Originariamente inviato da: Onslaught;5218258
Moltiplicano i frame, lo si fa già con il VRR, è il Low Framerate Compensation.


LFC come il freesync premium moltiplica semplicemente i frame , non esce a 20hz esce a 40hz. e solo una pezza per moltiplicare gli fps infatti si chiama Low Framerate Compensation.

Per limiti hardware gli OLED sono limitati a 40-120hz e LCD 48-120hz, non esiste il VRR a 24 ,25,30hz.

Originariamente inviato da: Anger.Miki;5218376
Prendendo ad esempio un OLED, il pannello funziona comunque a 120hz. A 24hz farà un 5:5 pulldown e così via per le altre cadenze filmiche.

i panelli funziona 100-120hz , altrimenti i 50hz come li vedi?

QMS si parla di switch(cambio) non moltiplicazione è questo il punto.

anche questa nuova ATV anche se HDMI 2.1 al massimo esce a 60hz.

Quindi presumibilmente QMS usa la tecnologia del VRR per fare lo switch senza blackscreen ,ma non il VRR.

finora non c'è stato nessun dispositivo che supporta QMS ,se non sbaglio, neanche la xbox... quindi è un gran mistero.

Poi bisognerà vedere quali TV supportano QMS .
Commento # 5 di: red5goahead pubblicato il 04 Novembre 2022, 18:02
Sull'Oled Panasonic io posso tenere la Nvidia Shield a 59.98 HZ e con Ifc anche al minimo (fluidità film anche solo a +1 tacca su 10 totali) vedo 23,976p e 24p o anche i contenuti 50 fps con la cadenza giusta. Non fa alcun cambio di frequenza che si vedrebbe evidentemente.
Credo faccia qualcosa di simile poi se sfrutta qualche caratteristica specifica dell'Hdmi 2.1 tanto meglio
Commento # 6 di: Onslaught pubblicato il 04 Novembre 2022, 20:09
Appunto: LFC moltiplica i frame per rientrare nell'intervallo entro il quale si applica il VRR, se non ci fosse alcuni giochi non potrebbero usare il VRR.
E comunque nessun televisore manda a video il 24p a 24 Hz che io sappia, vengono sempre ripetuti i fotogrammi.
Del resto mi pare anche logico: se il QMS non potesse intervenire sotto i 50 o 60 Hz, non funzionerebbe su nulla che non siano le trasmissioni televisive o qualche video su YouTube e dubito che il consorzio HDMI (con i relativi associati) abbia pubblicato e adottato le specifiche di una funzione che, perdonatemi il gioco di parole, non funziona.
Commento # 7 di: giannia pubblicato il 05 Novembre 2022, 09:07
Originariamente inviato da: red5goahead;5218435
Sull'Oled Panasonic io posso tenere la Nvidia Shield a 59.98 HZ e con Ifc anche al minimo (fluidità film anche solo a +1 tacca su 10 totali) vedo 23,976p e 24p o anche i contenuti 50 fps con la cadenza giusta. Non fa alcun cambio di frequenza che si vedrebbe evidentemente.
Credo faccia qualcosa di simile poi se sfrutta qualche caratteristica specif..........[CUT]


Non credo di aver capito, la cosa mi interessa molto.
In pratica, tieni la Shield alla frequenza di default, praticamente 60Hz. Quindi quando vai a vedere un 24p la Shield doppia i frame per addattarli al 60Hz. A questo punto il video che arriva al tv è già rovinato…. Come fa lfc a “ripararlo” ? non capisco.
Commento # 8 di: red5goahead pubblicato il 05 Novembre 2022, 10:16
Originariamente inviato da: giannia;5218505
Non credo di aver capito, la cosa mi interessa molto.
In pratica, tieni la Shield alla frequenza di default, praticamente 60Hz. Quindi quando vai a vedere un 24p la Shield doppia i frame per addattarli al 60Hz. A questo punto il video che arriva al tv è già rovinato…. Come fa lfc a “ripararlo” ? non capisco.


Premettiamo che solo chi ha costruito le tv può sapere esattamente come funzionano ma si può cercare di capire.
Nella tv Oled Panasonic secondo me l'attivazione di Ifc fa (attiva) anche elaborazioni differenti rispetto alla semplice interpolazione. Nel caso specifico un dispositivo collegato in Hdmi come la Nvidia Shield è tipicamente di default impostato a 60 HZ. (meglio a 59.98 HZ. perché è la giusta frequenza per il pulldown 2:3). Collegandolo alla TV Panasonic (JZ nel mio caso) per me l'elettronica fa sostanzialmente due cose se Ifc attivo anche al minimo (fluidità a +1 di 10): la prima è quella di analizzare il flusso dei frame cioè quelli introdotti dalla Nvidia Shield a cui arrivano a 24P e deve portarli a 60P (semplifichiamo) con lo schema 2:3 che conosciamo e di eliminare i frame duplicati (processo piuttosto facile l'ivtc che le schede video per pc fanno da anni). Dopo questo primo intervento la tv si trova a dovere gestire i 24P ma per un pannello a 120 HZ è facile perché lo 24 è multiplo di 120 (probabilmente come scritto in questa discussione i 24P sono moltiplicati per 5). Se il dispositivo è collegato a 60 HZ il pannello di default probabilmente gira già a 120 HZ quindi non ci sono altri grosse ulteriori elaborazioni da eseguire se non quelle eventuali in base al profilo di IFC scelto questo sì interpolando ma la mia opinione (occhio) è che con fluidità a +1 questo non avvenga.
Veniamo ad un altro caso cioè quando dalla Shield arriva un flusso a 60P ma che contiene frame provenienti da un contenuto a 50P. Anche in questa situazione il sistema di riproduzione della Shield (o la app specifica stessa) deve aggiungere dei frame con uno schema di un frame duplicato ogni 5. È il caso quindi esempio dell'app Dazn che funziona perfettamente con Ifc ingaggiato e anche in questa situazione per me la tv rimuove innanzitutto i frame che vede duplicati e poi come fa a gestire i 50 frame corretti su una frequenza di 60 o 120HZ? Non credo che passi a 100 ma come è stato detto qui (si vedrebbe il nero di intermezzo e non succede) è probabile che si attivi il VRR cioè che in realtà la tv in questa condizioni si comporti come se il segnale arrivasse da una console di giochi sincronizzando in tempo reale la frequenza video con la riproduzione in corso.
Lo stesso comportamento si ha per esempio con i contenuti su youtube a 60P ma che dentro hanno i 50 frame duplicati. È il caso dei video della Champions Women di Dazn. Anche in questo caso Ifc attivato al minimo riproduce perfettamente.
Cosa succede invece con lo Sky Q che invece è impostato su Hmdi a 50 HZ? Qui con Ifc succede una cosa molto particolare per esempio sul canale Sport 200 dove spesso nella finestra girano video presi da Youtube o highlights a 25P o comunque con frame rate minore. Anche in questa situazione con Ifc attivato anche solo al minimo (fluidità a +1 di 10) la tv riduce il frame rate seguendo quello della finestra pur non essendo neanche a pieno schermo (lo si vede perché le scritte scorrevoli stesse perdono di fluidità per il ridotto frame rate). Questo significa che la TV in realtà non sta neanche guardando le specifiche del flusso che evidentemente rimane a 50P ma analizza il contenuto stesso dei frame e adatta in tempo reale la riproduzione.
Tutto questo senza Ifc al minimo (fluidità a +1 di 10) non funziona e la tv si comporta in modo tradizionale mantenendo per esempio il judder tipico del pulldown 2:3 per i contenuti cinema. Nel caso delle app embedded invece ifc non è necessario e tutte le app funzionano sempre correttamente seguendo la riproduzione (per Youtube invece e il caso della Champions Women del canale Dazn occorre attivare Ifc quindi il caso di stream a 60P ma con frame duplicati 50P Ifc risulta ancora necessario)
Commento # 9 di: ovimax pubblicato il 05 Novembre 2022, 19:27
Originariamente inviato da: Onslaught;5218460
Appunto: LFC moltiplica i frame per rientrare nell'intervallo entro il quale si applica il VRR, se non ci fosse alcuni giochi non potrebbero usare il VRR.
E comunque nessun televisore manda a video il 24p a 24 Hz che io sappia, vengono sempre ripetuti i fotogrammi.
Del resto mi pare anche logico: se il QMS non potesse intervenire sotto i 50 o 60 ..........[CUT]


LFC moltiplica i frame per rimane fluido per evitare il Tearing, non c'entra nulla col i film.

23.976 come lo moltiplichi ?!?
*2 = 47,952hz dubito che una TV accetti questo segnale.

Infatti il dubbio è proprio quello come funziona il QMS , se poi mai ci sono TV che lo supportano.
Commento # 10 di: Onslaught pubblicato il 07 Novembre 2022, 15:36
Come lo moltiplici su ogni TV, non a caso trovi spesso, nelle specifiche tecniche dettagliate (chi le mette) il supporto ai fractional frame rates, proprio quello che hai citato tu, anche perché, ripeto, come pensi che vengano mandate a video normalmente le sorgenti?
Il 24p non viene gestito a 24 Hz per quello che ho sempre visto, poi magari esisterà anche qualche eccezione che non conosco.
LFC fa esattamente la stessa cosa e non serve per la fluidità: serve perché se si va sotto una certa soglia il VRR non si può attivare dato che la frequenza minima resta sopra il frame rate della sorgente, moltiplicando i frame si rientra invece nell'intervallo desiderato.
E di nuovo: ti pare possibile che abbiamo studiato e pubblicizzato una funzione che non si può attivare?
Sul sito del consorzio HDMI citano proprio i 24 Hz (tra gli altri) parlando del QMS.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »