Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Sony: Blu-ray "mastered in 4K"

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 15 Gennaio 2013, alle 10:43 nel canale SOFTWARE

Oltre alle novità TV Ultra HD, Sony ha annunciato al CES 2013 di Las Vegas, l'arrivo di titoli Blu-ray "mastered in 4K". Normalissimi Blu-ray a risoluzione 1080p, ma che potranno contare su materiali codificati da sorgenti video native 4096 x 2160 punti. Cinque i titoli già annunciati e la promessa dell'arrivo entro fine anno di una soluzione di distribuzione di film a risoluzione nativa Ultra HD

Sulla falsa riga dell'operazione che portò qualche anno fa Sony a introdurre i film in versione DVD "Super Bit", la multinazionale giapponese ha annunciato al CES l'arrivo di titoli in Blu-ray "mastered in 4K". Normalissimi Blu-ray a risoluzione 1080p ma che potranno trarre vantaggio da master di origine a risoluzione nativa 4096 x 2160 punti. Dove sta la novità? Infatti non c'è, ed esistono già numerosi titoli Blu-ray originati da master a risoluzione 4K e oltre, anche della stessa Sony Pictures (vedi "Lawrence d'Arabia" o "Incontri ravvicinati del terzo tipo"). Insomma, una pura operazione di marketing, frutto della presentazione della nuova gamma di TV a risoluzione nativa Ultra HD (vedi news). I titoli "mastered in 4K" annunciati saranno: "The Amazing Spider-Man", "Total Recall" (remake), "The Karate Kid" (remake), "Battle: Los Angeles" e "I poliziotti di riserva".

Un po' in sordina, la stessa Sony ha però annunciato la volontà di introdurre una soluzione per la "distribuzione di film in 4K" entro la fine del 2013. Al momento non abbiamo ulteriori informazioni, ma ricordiamo che Sony ha già sviluppato un proprio esclusivo player per la distribuzione di film a risoluzione Ultra HD unito alla vendita statunitense del TV Ultra HD da 84 pollici (vedi news). Che sia questa la strada scelta da Sony per il futuro o arriverà finalmente un aggiornamento Blu-ray in chiave 4K?

Fonte: Redazione



Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: Picander pubblicato il 15 Gennaio 2013, 20:13
Originariamente inviato da: AF80;3762611
la ps4, grossa calorosa e bella rumorosa


Oddio che ricordi! Mi hai rievocato quando guardavo un film e la ps3 si trasformava in un asciugacapelli!
Commento # 12 di: gattapuffina pubblicato il 16 Gennaio 2013, 04:15
Si conferma quindi che il supporto Blu-ray morirà in 1080p, ma questo lo si poteva immaginare, in quanto le specifiche ufficiali prevedono limiti ben precisi sia al bit-rate video, ma anche alla meccanica dei lettori e alla capacità di trasferimento dati, ma ovviamente una serie di codec specifici per la parte elettronica per cui, se anche uscisse un nuovo codec che permetta la risoluzione 4K con lo stesso bitrate (il che non è così semplice), si tratterebbe comunque di un nuovo formato a tutti gli effetti, in quanto richiederebbe comunque nuovi lettori, a quel punto tanto vale aumentare le specifiche e fare un nuovo formato, magari anche più capiente, visto che in 50GB un file con il bitrate costante a 48mbit/s forse non ci sta...

Ma ovviamente, il marketing chiede di poter piazzare l'etichetta 4K dappertutto, ma in questo caso significa solo BD presi da un buon master, il che dovrebbe essere la *norma* (se un master 4K ESISTE, usatelo...), non una cosa da meritare una nuova etichetta, che poi non farà altro che confondere la gente, che magari si aspetta che si vedano chissà quanto meglio, sui nuovi e costosi TV 4K.

In pratica, vogliono risolvere con una etichetta, il problema grosso della mancanza di sorgenti a 4K native disponibili alla vendita, cioè del fatto che la gente non compra i TV 4K finché non ci sono sorgenti e contenuti, ma al tempo stesso non vogliono ammettere che il Blu-ray è sostanzialmente già superato (anche se è la miglior sorgente attuale, il fatto che i TV e Vpr 4K esistono, lo rende tecnicamente superato), che per il 4K l'alternativa liquida è ancora più complicata del 1080p, e che non c'è ancora pronto un erede del Blu-ray pensato per il 4K.
Commento # 13 di: grezzo72 pubblicato il 16 Gennaio 2013, 11:39
ne avevamo già parlato in questa discussione:

http://www.avmagazine.it/forum/70-b...-mastered-in-4k

la strada che si è imboccato è quella giusta ma al momento la vedo più un operazione di marketing per far conoscere alle masse la sigla 4K e anche per marginare qualcosa in più.

Concordo con Gattapuffina che al momento non mi pare che ci siano già le idee chiare su come distribuire contenuti a 4K e non è scontato che si faccia con il blu-ray e ad ogni modo, come minimo, gli attuali lettori BR sarebbero sicuramente da cambiare per godere di una risoluzione a 4K.
Commento # 14 di: Picander pubblicato il 16 Gennaio 2013, 11:58
Originariamente inviato da: grezzo72;3764041
la vedo più un operazione di marketing per far conoscere alle masse la sigla 4K e anche per marginare qualcosa in più..........[CUT]


Sono completamente d'accordo!!! Sarei curioso di confrontare i blu-ray vecchi e quelli nuovi da master 4K per vedere se differenze ci sono.
Commento # 15 di: AF80 pubblicato il 16 Gennaio 2013, 13:25
...non farlo il confronto...prima che fai una brutta scoperta...
Commento # 16 di: AlbertoPN pubblicato il 16 Gennaio 2013, 14:10
Originariamente inviato da: gattapuffina;3763765
Ma ovviamente, il marketing chiede di poter piazzare l'etichetta 4K dappertutto, ma in questo caso significa solo BD presi da un buon master, il che dovrebbe essere la *norma* (se un master 4K ESISTE, usatelo...), non una cosa da meritare una nuova etichetta, che poi non farà altro che confondere la gente, che magari si aspetta che si vedano chissà quanto meglio, sui nuovi e costosi TV 4K.


Purtroppo o per fortuna in marketing in questo è fenomenale ..... e per giunta ci riesce pure !!

Ricordiamoci il circo di High Definition o HDTV ...... poi HD720p poi Full HD poi proprio 1080p ..... insomma, un ginepraio di informazioni che per l'utente medio sono assolutamente fuorvianti oltre che immagino anche al limite del legale ..... ma di sicuro l'associazione consumatori non si straccerà le vesti per cercare di porre rimedio a questa cosa .......
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »