Film Disney 3D per Apple Vision Pro

Riccardo Riondino 19 Febbraio 2024, alle 15:51 Media, HD e 4K

Nonostante sia un prodotto professionale, il primo visore per la Realtà Virtuale/Aumentata di Apple sembra aver riacceso l'interesse per il 3D in ambito Home Cinema


- click per ingrandire -

Disney ha reso disponibili film 3D per Apple Vision Pro, il visore AR/VR commercializzato negli USA dal 2 febbraio scorso. Sono inclusi nel normale piano di abbonamento Disney+, all'interno di una sezione dedicata dell'app per Vision Pro ed eventualmente altri dispositivi in seguito. Regno Unito e Canada saranno i primi mercati internazionali dove sarà esportato Vision Pro, ai quali si aggiungeranno poi il resto dell'Europa e l'Asia. In Italia Vision Pro dovrebbe arrivare nei negozi entro la fine dell'anno. Il primo dispositivo per la Realtà Virtuale/Aumentata di Apple viene venduto al prezzo di $3.499 USD, un'indicazione di come sia decisamente indirizzato al mercato professionale. Per Vision Pro la casa di Cupertino ha coniato il termine "spatial computing", dato che il sistema operativo visionOS sostituisce lo schermo dei normali dispositivi, come il PC o il tablet, con un'interfaccia dove le applicazioni si fondono con l'ambiente circostante. Facetime per Vision Pro consente di effettuare videoconferenze per lavorare contemporaneamente ai progetti con i propri colleghi.


- click per ingrandire -

I riquadri delle persone che partecipano alla chiamata appaiono "a grandezza naturale", mentre l'audio di ognuna proviene dalla posizione del riquadro stesso, consentendo una conversazione più naturale Vision Pro è in grado di svolgere la funzione di monitor 4K esterno per un computer Mac, replicando il contenuto del desktop sull'interfaccia AR. L'aspetto di Vision Pro ricorda quello di un paio di occhiali da sci, con la parte anteriore curva dotata di uno schermo OLED esterno che permette alle altre persone di vedere gli occhi di chi lo indossa grazie alla funzione EyeSight. L'interfaccia prevede il tracciamento dello sguardo, il controllo con i comandi vocali di Siri e gestuali. È naturalmente possibile utilizzare mouse e tastiera per le applicazioni più complesse. La parte anteriore è realizzata in vetro laminato, inserito in un telaio in alluminio. Il Light Seal, ovvero la parte in tessuto morbido che si adatta al viso e blocca la luce, nonché la Solo Knit Band, quella dietro la testa, sono disponibili in diverse misure per offrire il massimo comfort.


- click per ingrandire -

Quando l'utilizzatore è immerso nell'ambiente virtuale lo schermo esterno si oscura e appare un'animazione che avvisa dell'isolamento di chi sta indossando il visore. Per ordinarlo è necessario un iPhone o un iPad con Face ID (almeno iPhone X o iPad Pro da 11ª generazione), poiché Apple dovrà ricevere una scansione del volto dell’acquirente. Se si ha bisogno di lenti graduate (vengono offerte lenti Zeiss ad aggancio magnetico da acquistare a parte) bisogna caricare la prescrizione medica dopo l’acquisto del prodotto. Apple Vision Pro è dotato di due speaker amplificati singolarmente per l'audio spaziale personalizzato. Sono integrati in una fascia chiamata Dual Loop Band che collega la parte frontale con la Solo Knit Band, anch'essa disponibile in varie misure. Per passare da AR a VR si usa una corona simile a quella di Apple Watch, mentre una manopola permette di adattarlo alla testa e un pulsante sulla parte superiore di scattare foto. Il Vision Pro vanta una risoluzione totale di circa 23 milioni di pixel, grazie ai display OLED da 3.648× 3.144 pixel per occhio a 90/96/100 Hz.


- click per ingrandire -

Per quanto riguarda i film Disney in 3D, è stato confermato che saranno disponibili anche in High Frame Rate (HFR), da intendersi attualmente 48 fps, il formato con cui è uscito al cinema Avatar: La via dell'acqua. Sono codificati in MV-HEVC (Multiview High Efficiency Video Coding) con risoluzione 4K e HDR Dolby Vision. Tutti i titoli inoltre, sia 3D che 2D, saranno visibili all'interno di uno dei quattro "ambienti" virtuali a tema Disney, Pixar, Marvel e Star Wars:

The Disney+ Theater, ispirato allo storico El Capitan Theatre di Hollywood
The Scare Floor da Monsters Inc. di Pixar
Marvel's Avengers Tower con vista sul centro di Manhattan
The cockpit of Luke Skywalker's landspeeder che mostra un tramonto binario sul pianeta Tatooine della galassia di Star Wars.


- click per ingrandire -

Questa funzione simula la sensazione di essere fisicamente presenti nello spazio in cui si svolge il video. Con il visore è possibile guardare un film in streaming con audio spaziale come se fosse proiettato su uno schermo gigante in un altro ambiente, come ad esempio una spiaggia. Ognuno include animazioni e suoni, oltre a degli "easter egg" tratti da film e franchise Disney. I film Disney 3D per Vision Pro iniziali sono 42, inclusi titoli come Avengers: Endgame, Alla ricerca di Nemo o Rogue One: A Star Wars Story.Per il lancio di Vision Pro Apple ha inoltre preparato 150 film in 3D visibili tramite l'applicazione Apple TV, offrendo inoltre l'aggiornamento 3D gratuito per i film giù acquistati. Il prezzo rimane un ostacolo non da poco, ma si vocifera che Apple stia sviluppando una versione più economica che potrebbe uscire nel 2025.

Fonte: Flatpanels HD, CNET

Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
  • angelone

    19 Febbraio 2024, 19:59

    Per ordinarlo è necessario un iPhone o un iPad con Face ID (almeno iPhone X o iPad Pro da 11ª generazione), poiché Apple dovrà ricevere una scansione del volto dell’acquirente.

    Qui mi piacerebbe conoscerne le ragioni: dato che escluderei una produzione personalizzata del visore a che pro avere la scansione del volto?

    Se si ha bisogno di lenti graduate (vengono offerte lenti Zeiss ad aggancio magnetico da acquistare a parte) bisogna caricare la prescrizione medica dopo l’acquisto del prodotto.

    Questa la vedo peggio: significa che 1) non c'e' la possibilita' di indossare gli occhiali, e/o 2) non c'e' la possibilita' di regolare l'ottica come per esempio nel mirino delle reflex, e/o 3) se devo montare un'ottica personalizzata con la gradazione giusta cosa succede quando dopo un tot di tempo devo rifare le lenti, cosa che capita gia' ora con gli occhiali?
    Nel senso, devo per forza prendere da loro le Zeiss magnetiche con la nuova gradazione?
  • Franco Rossi

    19 Febbraio 2024, 21:47

    Si esatto se cambi la gradazione per gli occhiali da vista devi acquistare anche le nuove lenti graduate per il visore a prezzo Apple ovviamente, che se non ricordo male è di 149$.
  • Riccardo Riondino

    20 Febbraio 2024, 00:35

    [QUOTE=angelone;5270631]Qui mi piacerebbe conoscerne le ragioni: dato che escluderei una produzione personalizzata del visore a che pro avere la scansione del volto?


    La scansione serve per scegliere le misure adatte del Light Seal e del Solo Knit Band, le parti davanti al volto e dietro la testa
  • bradipolpo

    20 Febbraio 2024, 09:59

    Ok, quinid di fatto lo fanno su misura per ogni acquirente?
  • the_real_redeagle

    20 Febbraio 2024, 10:16

    Bah, la solita cosa alla Apple, non c'è nulla da fare, o sei un fanboy oppure è difficile giustificare la loro condotta commerciale.
  • angelone

    20 Febbraio 2024, 20:31

    Originariamente inviato da: Franco Rossi;5270645
    ...che se non ricordo male è di 149$...

    A lente, immagino, perche' quel prezzo per entrambe e da Zeiss la vedo parecchio dura... pero' ammetto che mi sarei aspettato un prezzo piu' alto, vediamo pero' quelli che saranno i prezzi da noi a fine anno.

    Originariamente inviato da: Riccardo Riondino;5270668
    La scansione serve per scegliere le misure adatte del Light Seal e del Solo Knit Band, le parti davanti al volto e dietro la testa

    Interessante questa cosa, grazie.
  • bradipolpo

    21 Febbraio 2024, 11:23

    Interessante fino ad un certo punto, visto che se in una famiglia tutti vogliono usare il visore, devono spendere altri bei soldini per adattatori/maschere e strap vari, al modico prezzo di 29$ e 99$ l'uno/a...
    Il tutto ovviamente, presentato come una grande innovazione (che non si poteva fare con un visore regolabile, a quanto pare)
  • angelone

    21 Febbraio 2024, 20:41

    Sono d'accordo fino ad un certo punto: se io acquisto un visore in uno store fisico volente o nolente mi daranno quello standard, a meno che non venga fuori che l'acquisto sia possibile solo online e passi necessariamente dalla scansione facciale.
    Premetto che non sono al corrente delle attuali, nonche' prossime e/o future, metodologie di acquisto del Vision Pro per cui posso tranquillamente partire da un presupposto non corretto.

Focus

News