Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Amazon Prime Video: niente Dolby Vision e Dolby Atmos nel piano con pubblicità

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 12 Febbraio 2024, alle 15:05 nel canale SOFTWARE

Il formato Dolby per l'HDR con metadati dinamici e la tecnologia audio "a oggetti" sono un'esclusiva per chi sottoscrive l'opzione extra a pagamento che elimina la pubblicità


- click per ingrandire -

L'arrivo di un piano con annunci pubblicitari su Prime Video ha portato una sorpresa inaspettata: come evidenziato da Forbes e 4KFilme, Dolby Vision e Dolby Atmos sono un'esclusiva del piano più costoso che elimina la pubblicità. Questo cambiamento non è mai stato annunciato da Amazon e ha infatti colto alla sprovvista sia gli utenti sia i colleghi di Paesi dove il piano con pubblicità è già attivo. Ricordiamo che l'arrivo in Italia è previsto per il 2024 ma non c'è ancora una data precisa.

Titoli come la serie "Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere", precedentemente disponibili in HDR anche nel formato Dolby Vision e con audio in Dolby Atmos, ne sono ora privi se si sfrutta l'abbonamento con pubblicità. Chi invece paga l'extra (2,99 euro / 2,99 dollari / 2,99 sterline) per eliminare gli annunci ha ancora accesso a tutte le tecnologie Dolby. Da notare che nel piano con pubblicità resta invece attivo HDR10+, il diretto rivale di Dolby Atmos con metadati dinamici che non richiede il pagamento di royalty.

Inizialmente si è pensato che la rimozione dei formati Dolby potesse essere frutto di un errore, ipotesi che comunque appariva poco plausibile perché le prime segnalazioni erano arrivate già da diversi giorni. Difficile credere che un errore così grosso possa protrarsi per tanto tempo e infatti è poi arrivata la conferma ufficiale: la mancanza di Dolby Vision e Dolby Atmos non è uno sbaglio ma è frutto di una scelta precisa.

Ricapitolando, chi non paga l'extra per eliminare la pubblicità ha accesso a tutto il catalogo con streaming a risoluzione Ultra HD, HDR e HDR10+, audio in 5.1. Evidentemente pesa proprio il pagamento delle royalty: HDR10+ rimane perchè non ha costi aggiuntivi mentre le tecnologie Dolby sì, e questo le ha portate ad essere un'esclusiva per chi spende di più.

Fonte: 4KFilme, Forbes



Commenti