Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Microsoft rettifica la gestione DRM su Xbox

di Riccardo Riondino, pubblicata il 20 Settembre 2022, alle 16:42 nel canale GAMING

Dopo l'aggiornamento di sistema 2208, la maggior parte dei giochi Xbox One su disco non necessitano pi¨ del collegamento ai server Microsoft per completare l'installazione su Xbox Series X/S e Xbox One


- click per ingrandire -

Microsoft ha diffuso un annuncio che farà sicuramente piacere a chi apprezza la retrocompatibilità di Xbox Series X/Series S, un aspetto a cui la casa di Redmond dedica molta attenzione. Con l'aggiornamento di sistema 2206, anche se in realtà sembra sia richiesta la versione 2208, la "stragrande maggioranza" dei giochi Xbox One su disco non necessita più di una connessione Internet attiva per l'installazione su Xbox Series X e Xbox One. Fin dal lancio di Xbox One nel 2013, è richiesta la connessione ai server Microsoft per completare l'installazione dei giochi su disco. Questa politica di gestione dei DRM (Digital Rights Management) è risultata a dir poco controversa, in quanto rende impossibile l'installazione anche dei giochi su disco per giocatore singolo in quelle situazioni, ad esempio nella seconda casa, dove non si dispone di una connessione a banda larga.


- click per ingrandire -

Dopo lungo tempo Microsoft ha finalmente fatto marcia indietro, una vittoria per i consumatori che assicura tra l'altro di poter utilizzare i giochi acquistati anche nel caso, pur molto improbabile, del fallimento di Xbox. La compagnia è arrivata a questa decisione esaminando i dati dal lancio di Xbox Series X|S e constatando che il controllo di compatibilità online non è necessario per i dischi Xbox One nella stragrande maggioranza dei casi. Viene richiesta ancora la connessione a Internet nel caso il gioco non sia completamente incluso nel disco, a causa dei limiti di archiviazione o perché richiede una patch dallo sviluppatore fin dal primo giorno. Lo stesso vale per i giochi single player scaricati tramite Xbox Game Pass, dove la connessione a Internet viene usata per verificare la disponibilità di un piano di abbonamento attivo.


- click per ingrandire -

I giochi su disco per la Xbox originale e Xbox 360 richiedono invece la connessione Internet per l'installazione su Xbox One e Series X/Series S poiché i dati sui dischi "non possono essere utilizzati direttamente". Inizialmente Microsoft voleva applicare una gestione DRM ancora più restrittiva, rendendo praticamente impossibile prestare, condividere o rivendere i dischi dei giochi Xbox One. Avendo raccolto un feedback quasi unanimemente negativo, la compagnia ha poi deciso per una retromarcia quasi totale, passando allo schema meno rigoroso che sta ora abbandonando.

Fonte: Flatpanels HD



Commenti