Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sonus Faber Il Cremonese ex3me

di Riccardo Riondino, pubblicata il 22 Settembre 2020, alle 15:39 nel canale DIFFUSORI

“Sonus Faber introduce un'edizione in serie limitata del sistema da pavimento che prende il nome dall'opera più famosa di Stradivari, dotato di un nuovo tweeter al Berillio DLC, infra-woofer derivati del modello ex3ma e rete crossover ridisegnata per i medio-alti”


- click per ingrandire -

Sonus Faber presenta Il Cremonese ex3me, evoluzione del sistema da pavimento Il Cremonese del 2015. Il costruttore dichiara che il modello originale si è rivelato uno strumento fondamentale all'interno dell'azienda, diventando il riferimento per lo sviluppo di diverse nuove tecnologie. Il Cremonese ex3me integra un nuovo tweeter DLC (Diamond Like Carbon) al berillio, invece del precedente DAD (Damped Apex Dome) in seta trattata. Utilizzando l'evaporazione chimica, uno strato DLC viene depositato sulla superficie del diaframma, cambiandone il colore in nero e conferendo al berillio una "natura amorfa" unita ad una durezza "simile al diamante".

- click per ingrandire -

L'obiettivo è naturalmente quello di aumentare la rigidità, la velocità e la precisione in alta frequenza. I due "infra-woofer" montati su uno dei lati sono stati sviluppati su misura per il nuovo diffusore. I coni sono in fibra di nanocarbonio, materiale importato del midrange del modello ex3ma (progetto che ha ispirato la nuova edizione de Il Cremonese). Il diaframma ha una struttura a sandwich trilaminato con nucleo honeycomb in Nomex per controllare l'escursione del cono. I driver dispongono di un volume autonomo acusticamente amorfo, chiamato Stealth Reflex, un’innovativa e brevettata interpretazione “para-aperiodica” del carico accordato.


- click per ingrandire -

Lo stesso tipo di caricamento viene utilizzato per i due woofer da 18 cm, dotati di cono in cellulosa/schiuma sintattica e cestelli in alluminio. Il midrange da 18 cm rimane simile all'originale, utilizzando una miscela di fibre naturali impregnate (cellulosa, Kapok, Kenaf e altri materiali). Il magnete al neodimio promette la completa eliminazione delle correnti parassite, grazie all'anello di Faraday inserito nel traferro. La bobina è da 38 mm in alluminio rivestito in rame (CCAW). Il crossover  “Paracross topology” è stato ridisegnato nella parte che regola l'incrocio tra il tweeter al berillio DLC e il midrange, impiegando resistori non induttivi, condensatori  Mundorf Evo Silver Oil/Evo Gold Oil e induttori avvolti in aria.


- click per ingrandire -

La forma pentagonale del cabinet incrementa la solidità e annulla onde stazionarie e riflessioni interne, mentre il sistema brevettato “Z.V.T.” (Zero Vibration Transmission”) con punte coassiali in metallo/elastomero/metallo provvede all'isolamento meccanico. La finitura segna il ritorno al colore "rosso violino", va infatti ricordato che il diffusore porta il nome del manufatto più celebre e prezioso di Antonio Stradivari.

I diffusori Sonus Faber Il Cremonese ex3me saranno disponibili da ottobre a £48,500. La produzione sarà limitata a un totale di 50 coppie. 

Per ulteriori informazioni: www.mpielectronic.com

Fonte: What Hi-Fi



Commenti