Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Supertest monitor EIZO CS2400S

Recensione di Emidio Frattaroli , pubblicato il 27 Novembre 2023 nel canale AVPRO

“Il monitor EIZO CS2400S fa parte della famiglia ColorEdge ma ad un prezzo che ha quasi dell'incredibile, visto che è inferiore a 800 euro IVA inclusa; ha una luminanza superiore alla media, ha un gamut molto esteso ed è fornito anche di certificato di calibrazione: sarà tutto vero?”


- click per ingrandire -

Il ruolo di un monitor è quello di mostrare con fedeltà e costanza la vera natura di un’immagine per permetterci di eseguire le correzioni necessarie e nulla più, potendo quindi assicurare una riproduzione fedele a valle del nostro intervento, che si tratti di stampa, di visualizzazione web o di una post produzione per cinema o TV. Tra i principali produttori di monitor, EIZO negli anni ha conquistato la fiducia di migliaia di professionisti con prodotti di ogni fascia di prezzo.

D’altro canto, non è un mistero, il prezzo medio dei suoi monitor è piuttosto eterogeneo; si parte infatti da poche centinaia di euro per i più economici e si arriva fino a 30.000 euro con 'Sua Maestà' CG3146 della serie Prominence con doppio pannello, 1.000 NIT di luminanza, rapporto di contrasto di un milione a uno: uno dei riferimenti sul globo terracqueo per la post produzione in HDR. Per i più curiosi sull'utilizzo di un doppio pannello, potete leggere il nostro test del vecchio CG3145 a questo indirizzo.


- click per ingrandire -

Tornando con i piedi per terra, abbiamo accolto con un certo entusiasmo il lancio, l’estate scorsa, di un modello piuttosto abbordabile nonostante le buone caratteristiche di targa. Si tratta del CS2400S, un monitor appartenente alla classe ColorEdge, quindi indirizzato a chi lavora con le immagini, grafico, fotografo o videomaker che sia. Stando al listino, il suo prezzo svetta di poco oltre gli 800 euro, ma attualmente è in vendita su diversi canali a qualche decina di euro al di sotto della quotazione ufficiale. 


- click per ingrandire -

L’EIZO CS2400S dispone di una base orientabile in orizzontale per 344 gradi, ha uno snodo che consente l'inclinazione in avanti (5 gradi), indietro (30 gradi), la rotazione in verticale e anche l'elevazione di 15,5 centimetri. Tra gli optional, una palpebra che riduce il rischio di riflessi. Dal punto di vista delle connessioni, il CS2400S ospita una porta HDMI, una Display Port, una USB-C Power Delivery che può anche alimentare un portatile fino a 70W, e un hub con ben quattro porte USB-A, tra cui due di tipo 3.


- click per ingrandire -

Il pannello del CS2400S ha un rapporto un po’ più meno panoramico del classico 16:9 il che lo rende, secondo EIZO, particolarmente versatile e indicato per lavorare anche con contenuti realizzati in verticale. Rispetto al modello di base, siglato CS2400R, lo spazio colore coperto dal CS2400S va oltre il gamut sRGB, che viene coperto al 100%, arrivando a coprire il 95% del DCI P3, almeno il 99% del gamut l’AdobeRGB (>99%), e almeno il 99% dell’ISO Coated V2.


- click per ingrandire -

La LUT (look up table) a 16 bit consente la visualizzazione di miliardi di sfumature colore, mentre la luminanza massima dichiarata arriva a 410 NIT per un rapporto di contrasto massimo dichiarato (nativo del pannello) pari a 1.350:1. Tanta grazia resta apprezzabile sotto un angolo di visualizzazione molto ampio, pari a 178°. Oltre alle garanzie di affidabilità e stabilità (fino 5 anni sul prodotto) c'è anche un certificato di calibrazione con prestazioni di uniformità che non hanno eguali in assoluto, anche in categorie di prodotto ben più costose.

 
- click per ingrandire -

Abbiamo effettuato il test in collaborazione con la testata Fotocult e con il suo direttore Emanuele Costanzo, effettuando in prima persona tutte le rilevazioni fotometriche. Le misure dell'EIZO Color Edge CS2400S sono ottime sin dalla prima accensione e suggeriscono l'utilizzo di un ottimo pannello con tecnologia LCD IPS, con retroilluminazione di qualità e un rapporto di contrasto nativo di circa 1.100:1 che scende a 1057:1 con le migliori impostazioni di default (con Delta E uv medio di 1,8). Dopo la calibrazione, il rapporto di contrasto scende a 1040:1, con Delta E uv medio 0,4 e quello massimo ben inferiore a 1: sono prestazioni eccellenti che non troviamo così facilmente anche in monitor dal costo più che doppio.

 
- click per ingrandire -

Eccellente anche la riproduzione dei colori, sia nello spazio sRGB sia in quello Adobe RGB. Nel primo caso, in default c'è una leggerissima sotto-saturazione della componente rossa che è stata risolta con il CMS a 6 assi integrato nel menu avanzato, modulando solo la componente rossa (2 step in più di saturazione e 1 in meno di tinta). Il risultato è sorprendente, specialmente in sRGB, con Delta E uv medio di 0,4 e massimo di 0,93!

 
- click per ingrandire -

In Adobe RGB, dopo la calibrazione, il Delta E uv medio è di 0,56 e quello massimo è di di 1,68, errore massimo che si riferisce soltanto al rosso con saturazione e luminanza al 100%, quindi di importanza trascurabile. La copertura del gamut Adobe RGB è addirittura del 100%. L'unico dato che si discosta da quelli dichiarati è il valore di massima luminanza, un po' lontano dai 410 NIT dichiararti. Il fotometro si ferma a 350 e con la calibrazione si scende a poco più di 340 NIT, sovrabbondanti per la stragrande maggioranza dei campi di applicazione. La corrispondenza tra il dato di luminanza del menu e quello effettivamente rilevato è perfetta fino a 340 NIT. 

 
- click per ingrandire -

Eccellente anche il tempo di risposta, compreso tra 3,1 millisecondi (angolo in alto) e 17,6 millisecondi (angolo in basso) con segnale 1080p a 59,94 Hz. La misura è stata effettuata con il kit di Leo Bodnar e il valore rilevato pone l'EIZO CS2400S quasi in concorrenza con i migliori monitor gaming, almeno nel perimetro della scansione a 60Hz. L'uniformità è quasi commovente. In questo caso vi consigliamo di approfondire questo argomento nel video che abbiamo realizzato, sempre in collaborazione con Fotocult.

La pagella secondo Emidio Frattaroli: voto finale 9,00

Costruzione 9,0
Versatilità 8,5
Menu e taratura 9,0
Prestazioni video 8,5
Rapporto Q/P 9,0

Per maggiori informazioni sull'EIZO CS2400S vi rimandiamo al sito del produttore: eizo.it/coloredge/cs2400s

 

 

Articoli correlati

Monitor KTC M27T20 Mini LED HDR 165Hz

Monitor KTC M27T20 Mini LED HDR 165Hz

Il KTC M27T20 è un monitor con tecnologia Mini LED, dall'elevato rapporto qualità prezzo, ottimo per il gaming a cui è destinato ma da non disdegnare anche per i professionisti della post-produzione, visto che con piccoli accorgimenti si rivela un'ottima risorsa ad un prezzo davvero competitivo
EIZO CG3145: il riferimento

EIZO CG3145: il riferimento

La doppia modulazione con la tecnologia LCD offre vantaggi tangibili rispetto alla tecnologia AMOLED e sarà probabilmente il futuro della riproduzione delle immagini su display di piccole e medie dimensioni; l'EIZO CG3145 è un esempio concreto e anche un riferimento assoluto
Monitor LG 34WK95U 5K HDR

Monitor LG 34WK95U 5K HDR

Il nuovo monitor di LG a risoluzione 5K, con certificazione HDR600, ha caratteristiche estremamente interessanti poiché coniuga la copertura dello spazio colore DCI-P3 alla compatibilità con segnali video HDR10 e ad alti valori di luminanza.
Monitor BenQ PD2710QC

Monitor BenQ PD2710QC

Il monitor BenQ, con ottime prestazioni video, ha una diagonale da 27 pollici, risoluzione "Quad HD" (2560x1440), tecnologia LCD IPS, ingressi e uscite video digitali, oltre ad una vera e propria docking station integrata, che permette di organizzare lo spazio di lavoro sulla scrivania in maniera davvero efficiente.
Monitor Eizo CG2730

Monitor Eizo CG2730

Quando i monitor da "supermercato" non bastano più, diventano fondamentali parametri come uniformità, fedeltà cromatica, ampiezza del gamut… Il nuovo Eizo CG2730 costa quasi duemila euro perché “si vanta” di primeggiare su tutti i fronti...



Commenti