Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K

Recensione di Emidio Frattaroli , Ermanno di Nicola , pubblicato il 15 Ottobre 2019 nel canale AVPRO

“La Pocket Cinema Camera 6K è finalmente arrivata e buona parte della redazione è già in fibrillazione. In attesa delle prime misure su risoluzione, gamma dinamica, rumore e colori, pubblichiamo un first-look con le prime informazioni su pregi e limiti di questa piccola, grande camera che è destinata ad un clamoroso successo. ”

Monitor integrato, ottiche e crop


Il monitor full HD da 5 pollici è inclinato di circa 8 gradi
- click per ingrandire -

Iniziamo il test della Pocket 6K dal display che è di fatto un'arma a doppio taglio. Il pannello a risoluzione full HD (1920x1080) ha una diagonale di 5 pollici ed è fisso, con un'angolazione di circa 8 gradi rispetto alla verticale per aumentarne la visibilità dall'alto, anche perché l'angolo di visione è solo discreto. Il Gamut è quasi coincidente con il REC BT.709, anche se il punto del bianco tende leggermente verso il ciano ed è quindi migliorabile. La luminanza, che sale fino a 346 NIT, è assolutamente insufficiente al sole e, più in generale, in ambienti con tanta luce. Il rapporto di  contrasto è di 341:1, ovvero poco più di 8 stop, insufficiente per capire cosa succede sulle basse luci. 


Gamut e punto del bianco del monitor da 5 pollici, capace di circa 350 NIT
- click per ingrandire -

La mancanza di un "view-finder" si sente, non solo quando c'è tanta luce perché impedisce anche la composizione dell'inquadratura senza nessun tipo di distrazione. Inoltre, lo zoom che aiuta nella messa a fuoco è limitato solo a 2x, cosa assurda per una camera a risoluzione 6K, dove la vera differenza rispetto ad una camera 4K la farebbe una messa a fuoco impeccabile. In questo caso l'acquisto di un monitor esterno con zoom fino a 16X è quasi indispensabile, anche perché l'autofocus è impreciso, specialmente con poca luce, oltre che lentissimo e quindi inutilizzabile durante le riprese.


Superficie a confronto tra 35mm, Pocket 6K e Pocket 4K con lo stesso formato 16:9
- click per ingrandire -

Veniamo ora a due caratteristiche che, in sinergia tra di loro, coinvolgono il sensore e il tipo di ottiche che possono essere utilizzate. Il sensore, dichiarato per essere un "Super 35", misura in realtà 23,10 x 12,99 mm, ha un rapporto d'aspetto in 16:9 e la sua diagonale è di soli 26,5mm, quindi è leggermente più piccolo rispetto ad un vero "Super 35". Per il calcolo del fattore di crop, abbiamo considerato solo ed esclusvamente l'angolo di campo orizzontale, scalando quindi tutti i valori all'effettiva larghezza dell'inquadratura. Ebbene, con questa premessa, il fattore di crop della Pocket 6K utilizzando l'intera superficie del sensore (6144 x 3456) è pari a 1,56.

 

 formato sensore  base (mm)  altezza (mm)  crop orizz.
 6144 x 3456  23,10  12,99  1,56 X
 5744 x 3024  21,60  12,15  1,67 X
 4096 x 2160  15,40  8,66  2,34 X
 3840 x 2160  14,44  8,12  2,49 X
 2868 x 1512  10,78  6,07  3,34 X
 1829 x 1080  7,22  4,06  4,99 X

In altre parole un obiettivo EF 35mm avrà un'angolo di campo orizzontale pari ad un obiettivo da quasi 55 mm, mentre un 24mm avrà quasi lo stesso angolo di campo orizzontale di un 38mm. Per nostra fortuna, per l'attacco EF esistono obiettivi di qualità e con lunghezza focale anche estremamente ridotta e non sarà un problema reperire lenti super-grandangolari con rapporti di apertura anche estremamente ridotti. Nella tabella qui in alto, trovate tutti i fattori di crop per le varie modalità di registrazione, anche in UHD 4K (3840x2160) e in 2,8K a 120p.

  
L'adattatore LucAdapter che trasforma la Pocket 6K in una camera a pieno formato
- click per ingrandire -

Per aumentare l'angolo di campo, purtroppo per l'attacco Canon EF non esistono i cosiddetti "speed booster", ovvero adattatori con lente che riescono a scalare sia l'angolo di campo che l'esposizione. D'altra parte, grazie a LucAdapters, è possibile applicare un adattatore con lente direttamente all'interno del corpo della camera, trasformando di fatto la Pocket 6K in una camera con sensore in formato pieno e migliorando anche le prestazioni in termini di colorimetria e di dettaglio, grazie all'utilizzo di un filtro IR di qualità superiore. Cercheremo di testare l'adattatore in questione prima possibile. Nell'attesa, il parco di ottiche con attacco EF è così vasto da non porre limiti alla creatività e alla qualità d'immagine.