Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Test TV Hisense 55U7 4K HDR

Recensione di Emidio Frattaroli , pubblicato il 03 Marzo 2021 nel canale 4K

“La serie U7 di Hisense è dotata di pannello LCD MVA con 72 zone di local dimming, tecnologia quantum dot per un gamut colore molto ampio e compatibilità con tutti i principali standard HDR, Dolby Vision, HLG e HDR10+ compresi, il tutto con un rapporto qualità prezzo particolarmente elevato”

Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

In Italia, dopo lo stop registrato tra marzo e aprile, il mercato dei TV ha registrato numeri decisamente incoraggianti con crescite a doppia cifra per la quasi totalità dei marchi. Tra quelli che hanno fatto meglio nel 2020 c'è Hisense che può contare su un'offerta molto variegata, con prodotti che partono dai 32" dei modelli 'entry level', per arrivare fino ai 75" della serie A7100. Benché la maggior parte dei TV siano dotati di pannelli LCD e retroilluminazione LED edge tradizionale, Hisense offre anche due serie con pannelli LCD MVA di qualità elevata e retroilluminazione con LED blu e Quantum Dots rossi e verdi, per gamut estesi e ottima potenza luminosa. Hisense li chiama ULED ma si tratta di TV con tecnologia QLED, esattamente come Samsung e TCL.

  
- click per ingrandire -

Al momento le serie di TV con questa tecnologia sono due, in particolare la U8 e la U7, con la disponibilità di due soli 'tagli' per la serie U8 (55" e 65") e tre tagli per la serie U7 (50", 55" e 65"). In tutti e due i casi, viene utilizzato un pannello con tecnologia VA (Vertical Aligment) di tipo multi-domain, con sub-pixel suddiviso in otto diverse zone per aumentare il più possibile l'angolo di visione. Ricordiamo infatti che la tecnologia LCD VA è caratterizzata da un ottimo rapporto di contrasto nativo (tipicamente 5.000:1) ma ha un angolo di visione limitato: se ci si sposta anche soltanto di una trentina di gradi, il rapporto di contrasto e la saturazione scendono rapidamente. Suddividendo i vari pixel in più zone è possibile mitigare questi limiti; attualmente i migliori risultati sono ottenuti dai pannelli con 12 domini differenti.

 
- click per ingrandire -

La retroilluminazione invece è di tipo ibrido, con local dimming a 72 zone (per il modello da 55"), composta da LED blu e Quantum Dots verdi e rossi, per aumentare l'efficienza luminosa e le dimensioni del triangolo di gamut. La serie è compatibile con l'audio Dolby Atmos e anche con tutti i maggiori standard HDR, quindi con HDR10, HLG, HDR10+ e Dolby Vision. Il telaio è tradizionale e si sviluppa in profondità per qualche centimetro per far 'spazio' all'unità di retroilluminazione di tipo 'direct LED'. Le finiture sono molto buone davanti, con un supporto molto elegante ma che 'alza' la base del TV di soli 7cm e che lascia poco spazio ad una possibile soundbar (consigliatissima). La parte posteriore è un po' meno accattivante ma con utilizzo intelligente di alcuni spazi per il passaggio dei cavi di collegamento.

 
- click per ingrandire -

Il sistema operativo è l'ottimo VIDAA 4.0 che abbiamo già apprezzato nel laser TV che abbiamo testato in questo articolo. I menu che guidano alla prima installazione sono ben fatti e 'amichevoli' e l'avvio delle applicazioni è rapido e senza problemi. Segnaliamo la presenza di Netflix, Prime Video, Youtube, DAZN, Rakuten TV oltre a Rai Play, Chili, TIM Vision e Infinity. Manca all'appello Disney+ e qualche altra applicazione per streaming di qualità come la Digital Concert Hall dei Berliner.

 
- click per ingrandire -

Il parco di connessioni è sufficiente; sono due gli ingressi per il segnale d'antenna, rispettivamente per segnali 'SAT' e per il 'Digitale Terrestre' in standard DVB-T2, quindi pienamente compatibile con gli standard del 'dopo lo switch-off'. Abbiamo poi quattro ingressi HDMI (tre sul lato ed uno posteriore), tutti di tipo 2.0 con pieno supporto al 4K 60p a 10 bit per componente. C'è l'uscita ottica, un paio di USB 2.0, un ingresso composito con audio stereo analogico, lo slot CI+ 1.4 e il WiFi a 2,4 e 5GHz, oltre alla presa di rete LAN. Manca l'uscita cuffie, le connessioni USB 3.0

 
- click per ingrandire -

Caratteristiche dichiarate

Diagonale: 54,6"
Pannello: LCD MVA 8bit + FRC
Risoluzione: 3840 x 2160
Tip HDR: Dolby Vision, HDR 10, HLG, HDR10+
Tipo audio: Dolby Atmos, 20W totali (2x10W )
Processore: HI-VIEW Engine
Ricevitore: DVB-T2, DVB-S2, HEVC 60p
Common Interface: Plus 1.4
Formati video: ..AVI,.WMV,.MP4,.MOV,.3GP,.MKV,.MPG,.MPEG,.VOB,.FLV,.WebM,.OGM
Formati audio: .wma,.wmv,.mp4,.FLAC,.MP2,.MP3
Formati immagini: .jpeg,.bmp,.PNG,.GIF,.mpo
OS Smart TV: VIDAA 4.0
App: Netflix, Prime Video, YouTube, Rakuten, Rai Play, DAZN, Chili, TIM Vision, Infinity
Ingressi: 4x HDMI 2.0 (di cui 1x ARC), 1 CVBS + audio LR
Uscite: 1x audio TOSlink (rear)
Uscita cuffie: no
Calibrazione bianco: 2 punti + 20 punti
Calibrazione gamma: si (preset)
Calibrazione colore: 6 assi (sat, hue, lum)
USB: 2x (2x 2.0)
WiFi: si (24GHz, 5GHz)
Lan / Bluetooth: Si / Si (n.d.)
Telecomando: ERF3A72, non retroilluminato 
Consumo stand-by: 0,5W
Consumo: 140 watt
Consumo annuo: 205 kWh - classe "B"
Prezzo suggerito al pubblico: 

Per maggiori informazioni: hisense.it/televisori/tv-50-pollici-hisense-50u7qf