Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Anche Hisense punta sui QLED

di Riccardo Riondino, pubblicata il 18 Aprile 2017, alle 12:06 nel canale DISPLAY

“La compagnia cinese dovrebbe lanciare nel 2019 assieme a Samsung i primi TV Quantum Dots auto-emissivi, secondo un'alleanza sancita dal primo QLED International Forum svoltosi a Pechino la scorsa settimana, a cui ha partecipato anche TCL ”


- click per ingrandire -

Seguendo il percorso già intrapreso da Samsung, Hisense ha confermato di aver abbandonato l'idea di produrre televisori OLED per dedicarsi allo sviluppo di modelli QLED auto-emissivi. Impiegando materiali inorganici non deteriorabili, i QLED promettono gli stessi vantaggi degli OLED con in teoria una maggiore longevità e una riduzione dei consumi e dei costi di produzione. I risultati finora ottenuti in laboratorio fanno tuttavia prevedere un attesa di almeno due anni prima di passare alla produzione su larga scala.


- click per ingrandire -

Per il momento Hisense si è aggiunta a TCL nel formare con Samsung il QLED International Forum, la cui prima riunione si è tenuta a Pechino alcuni giorni fa. Secondo Nanosys, partner di Samsung nello sviluppo dei QLED, nel 2018 si potrebbe arrivare ad una soluzione intermedia, definita "photo-emissive". In questo caso i filtri passivi dei sub-pixel rosso e verde sono sostituiti dai Quantum Dots, lasciando passare liberamente la luce blu prodotta dalla retro-illuminazione per completare la triade RGB.

I benefici consistono in un'efficienza superiore di 2/3 volte con maggiore estensione cromatica, grazie alla conversione "attiva", migliore angolo di visione e profondità dei neri. Da notare come questa soluzione, che veniva ipotizzata già nei modelli Quantum Dots Samsung 2017, potrebbe in teoria essere applicata anche agli attuali televisori W-OLED.

Fonte: AV Cesar, HD Guru



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: zorro101 pubblicato il 18 Aprile 2017, 12:49
sono curioso di sapere che nome gli daranno dato che samsung ha bruciato il nome per gli attuali lcd per cercare di far fessa la gente con la scritta oled col trattino della q!!!
Commento # 2 di: Winstar pubblicato il 18 Aprile 2017, 13:51
Suggerisco 0LED
Commento # 3 di: BARXO pubblicato il 18 Aprile 2017, 13:59
Originariamente inviato da: Winstar;4719733
Suggerisco 0LED


Suggerisco ultra mega QLED.
(editato, non vorrei che qualcuno se la prendesse)

tornando seri, in che senso potrebbe essere usata sugli attuali samsung?
Commento # 4 di: Lanfi pubblicato il 18 Aprile 2017, 16:31
Se arrivasse in campo una nuova tecnologia per costruire pannelli autoemissivi sarebbe molto bello, lg finalmente avrebbe un reale concorrente e noi sicuramente ne beneficeremmo. Però quando leggo che nel 2018 si pongono come obbiettivo quello di riuscire a produrre un pannello ibrido (retroilluminazione più autoemissione) mi cascano davvero le braccia (per non dire altro).
Commento # 5 di: f_carone pubblicato il 18 Aprile 2017, 17:09
Questi sono gli attuali QLED Samsung (fonte Nanosys):
[IMG]https://s1.postimg.org/ceo5h09uz/id553544_1.jpg[/IMG]

Questi gli ibridi display Photo-Emissive di cui si parla che verrebbero presentati al CES 2018 (fonte Nanosys):
[IMG]https://s4.postimg.org/wpcy22e9l/id553545_1.jpg[/IMG]

Questi display Electro-Emissive si dovrebbero vedere presumubilmente tra cinque anni, sempre secondo Nanosys:
[IMG]https://s3.postimg.org/h4bpzo83j/id553543_1.jpg[/IMG]
Commento # 6 di: Peppe90 pubblicato il 18 Aprile 2017, 22:56
cit. articolo: ...Da notare come questa soluzione, che veniva ipotizzata già nei modelli Quantum Dots Samsung 2017, potrebbe in teoria essere applicata anche agli attuali televisori W-OLED.

Interessante, i W-Oled ci guadagnerebbero non poco in termini di range cromatico, chissà se Lg ci ha pensato...