Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Apple: servizi TV senza pubblicità

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 16 Luglio 2013, alle 10:42 nel canale HT

“Secondo quanto pubblicato dall'autorevole Wall Street Journal, l'azienda di Cupertino starebbe trattando con i broadcaster televisivi e i servizi on-demand per introdurre su Apple TV la fruizione dei contenuti "live" e on-demand privi di pubblicità”

Fino a poco tempo fa poco più di un "hobby", l'Apple TV e, più in generale, i servizi video sembrano diventare sempre più centrali nel futuro business di Apple. Dopo anni di indiscrezioni sul possibile debutto in ambito produzione TV e Smart TV, questa ipotesi si fa sempre più improbabile, mentre appare molto più plausibile un rafforzamento del concetto di "set-top box / media player" fin qui incarnato dall'Apple TV. Sembra che Apple si stia muovendo dietro le quinte in cerca di accordi con i detentori dei diritti e sia pronta ad introdurre delle novità per la fruizione dei contenuti. Secondo l'autorevole Wall Street Journal, il colosso di Cupertino vorrebbe consentire agli utenti di fruire dei contenuti senza interruzioni pubblicitarie o, quanto meno, con l'opzione di poterle by-passare.

Fin qui, i broadcaster televisivi si sono dimostrati estremamente reticenti, ma ora Apple starebbe mettendo sul tavolo delle trattative una possibile compensazione agli eventuali mancati introiti derivanti dalla pubblicità: in pratica Apple sarebbe pronta a pagare i broadcaster per ogni "salto pubblicitario" da parte degli utenti. Le trattative sarebbero già a buon punto con Time Warner, anche se alcuni dettagli rimangono ancora dal limare. Nel frattempo proseguono le negoziazioni con altri broadcaster (non solo statunitensi), con la finalità di proporre un pacchetto di servizi TV "premium" (quindi in abbonamento, probabilmente a forfait) in streaming. Vedremo nei prossimi mesi quanto fondati siano questi rumours.

Fonte: WSJ / Pocket-lint



Commenti