Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

IBC: monitor Sony BVM-HX310 4K HDR

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 17 Settembre 2018, alle 11:50 nel canale AVPRO

“Il nuovo Sony con tecnologia LCD IPS in doppia modulazione sembra davvero migliore dello straordinario BVM-X300: arriverà a febbraio 2019 allo stesso presso dell'OLED.”

Sony ha annunciato ad IBC 2018 un nuovo monitor di riferimento di "Grado 1", con diagonale da 31" e tecnologia LCD in "doppia modulazione" (due pannelli LCD IPS in serie): il nuovo BVM-HX310 offre un'accurata riproduzione del colore e un contrasto elevato dedicato ai creatori di contenuti professionali. Il lancio del nuovo monitor di riferimento segna anche l'introduzione del nuovo brand Sony TRIMASTER HX che rappresenta la combinazione delle tecnologie HDR ("H") e Liquid Crystal (Xtal) Display ("X") che offrono precisione, uniformità e qualità di riproduzione del colore. Il nuovo monitor può riprodurre contenuti 4K e High Dynamic Range (HDR), con luminosità fino a 1.000 NIT a schermo intero e un rapporto di contrasto di 1.000.000:1 (un milione a uno) per produzioni HDR.


A sinistra il nuovo X310 e a destre il "vecchio" OLED X300, decisamente in crisi con immagini con APL elevato
- click per ingrandire -

Il nuovo monitor Sony utilizza probabilmente un pannello prodotto da Panasonic e impiegato già da altri produttori come Eizo, TV Logic, Flander Scientific e Postium. Si tratta di una tecnologia annunciata ufficialmente nel 2016 (ne parlammo in questo articolo) ma mostrata probabilmente in anteprima già tanti anni fa in Giappone da Sharp (ne abbiamo parlato in questo articolo nel 2005) e poi, più recentemente, dalla stessa Panasonic (ottobre 2009, in questo articolo). Il vantaggio rispetto agli OLED è la gestione della luminanza che non è legata a nessun tipo di ABL (Automatic Brightness Limiter - limitazione automatica della luminosità), quindi i 1.000 NIT sono sempre disponibili, anche impegnando il 100% del pannello.

"Grazie a decenni di esperienza di post-produzione e di produzione live, il BVM-HX310 è stato progettato per fornire ai professionisti delle immagini di cui potersi fidare, aiutandoli a lavorare in modo più efficiente e a ottenere una migliore messa a fuoco creativa, sul campo o in studio", ha spiegato Norbert Paquet, Head of Product Management di Sony Professional Solutions Europe. "In Sony continuiamo a lavorare con i nostri clienti per offrire soluzioni che li aiutino a superare le sfide quotidiane. Il risultato di questo impegno è che, insieme, siamo in grado di creare soluzioni innovative, come il nostro nuovo monitor di riferimento".

"Quando professionisti dei contenuti scelgono un monitor di riferimento Sony, si aspettano che le nostre soluzioni offrano una qualità dell'immagine affidabile", ha aggiunto Paquet. "TRIMASTER HX è il nuovo brand che comprende il pannello LCD di Sony con contrasto di un milione e la sua esclusiva tecnologia di controllo del pannello, per fornire una qualità delle immagini fedele, una riproduzione del colore accurata con neri più profondi, e offrire prestazioni a contrasto elevato coerenti con il nostro attuale monitor di riferimento BVM-X300".


- click per ingrandire -

Il BVM-HX310 comprende tutti i principali EOTF HDR e supporta il 12G-SDI (finalmente!), consentendo la trasmissione 4K con un solo cavo SDI. Gestisce lo spazio colore ITU-R BT.2020 e le immagini HDR con Hybrid Log Gamma, SMPTE ST2084 e 2.4 (HDR) insieme a S-Log2, S-Log3 e S-Log3 Live HDR per Workflow SR Live. Inoltre, la funzione User LUT consente all'utente di caricare "Look Up Tables" basate sulle proprie esigenze di visualizzazione, sul set o in post-produzione. L'esistenza di molteplici EOTF in 4K/UHD, oltre a numerosi spazi di colori e range RGB, dà luogo a potenziali complicazioni nell'identificazione della sorgente.

Il BVM-HX310 incorpora Video Payload ID (VPID), che identifica le informazioni del segnale incorporate nell'interfaccia SDI, per facilitare il passaggio alle impostazioni appropriate del display in maniera automatica, riducendo al minimo il potenziale rischio di errore umano. Per consentire ai professionisti di visualizzare fino a quattro singole impostazioni del display personalizzate sul monitor in HD (compresi EOTF, spazio colore, matrice di trasferimento e temperatura del colore), è disponibile la modalità Quad View, già introdotta precedentemente sul PVM-X550. Da poco questa modalità di visione supporta User LUT dal BVM-HX310: utilissima per confrontare tre diversi "export" (es. HLG, HD, HDR10) dello stesso master file.

Il nuovo BVM-HX310 sarà disponibile a partire da febbraio 2019 ad un prezzo comparabile con quello del precedente BVM-X300.

Per maggiori info: pro.sony

 

 



Commenti