Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Wolverine - L'immortale

di CineMan , pubblicato il 06 Dicembre 2013 nel canale SOFTWARE

“Secondo spin-off per uno dei più amati mutanti Marvel, con diversa durata del film per le varie versioni disponibili nel mondo. Distribuzione 20th Century Fox Home Entertainment”

A sinistra e al centro le due edizioni italiane. A destra l'extended uncut

- click per ingrandire -

Deciso a convivere col peso dell'immortalità il più possibile lontano dal mondo civilizzato, perseguitato da incubi in cui ricorre la presenza dell'amata X-Men Jean Grey (Famke Janssen), Logan (Hugh Jackman) esce dalla clandestinità per esaudire il desiderio dell'anziano magnate giapponese Yashida che salvò il giorno in cui gli americani lanciarono l'atomica su Nagasaki.

Sul tecnologico letto di morte il potente industriale in realtà vorrebbe impossessarsi delle straordinarie doti di Wolverine per vivere in eterno ma la risposta negativa del vecchio amico non gli dà scampo. Con i poteri misteriosamente sempre più deboli, in corsa per salvare la nipote di Yashida nel mirino della Yakuza, Logan apprende della propria imminente morte da una mutante in grado di prevedere la fine dell'esistenza altrui.

- click per ingrandire -

Con alcune notevoli pellicole in passato come “Copland”, “Identity” e il remake di “Quel treno per Yuma”, dopo il modesto “Knight & Day” il regista James Mangold si cimenta con uno dei più amati supereroi Marvel su grande schermo, quel Wolverine degli X-Men qui alla seconda prova da solista.

Più che la regia qui il problema è la storia, che soffre per una prima parte con ritmo altalenante e una risoluzione del racconto con battaglia finale che presenta situazioni poco coinvolgenti.

Un vero peccato proprio perché era lecito aspettarsi di più da grandi penne di Hollywood che hanno collaborato alla sceneggiatura come Scott Frank (“Minority Report”, “Out of sight”, “Get Shorty”) lasciando l'opera un gradino sotto il primo spin-off “X-Men: le origini – Wolverine” diretto da Gavin Hood nel 2009.

- click per ingrandire -

Nota sulle versioni del film

L'edizione italiana prevede la sola versione theatrical di 126 minuti circa mentre all'estero è disponibile anche la “Extended Uncut” che porta la durata a 138 minuti e include l'esclusivo commento al film del regista James Mangold.

Qualità video

L'edizione italiana più completa comprende un primo BD-50 di pregevole resa, codifica video AVC/MPEG-4, aspect ratio 2.40:1, precisione frame e solidità sono costanti con lieve inferiore percezione degli elementi in secondo piano e particolari nei passaggi più bui, neri convincenti.

Di pari livello il secondo BD-50 con rielaborazione in post-produzione della versione stereoscopica, esclusiva per catene digitali 3D, con numerosi momenti in cui si beneficia di ampia profondità di campo e senso di elementi posti su piani differenti. Per contro in alcune occasioni la tridimensionalità risulta meno marcata rimanendo comunque significativa.

Analisi del bitrate del disco 2D (a sx) e del disco 3D (a dx)
- click per ingrandire -

Qualità audio

La traccia DTS 5.1 canali in italiano (assieme alla tedesca, entrambe 754 kbps) rimane nel complesso notevole, offre ampia dinamica e sostiene numerosi momenti adrenalinici con spinta anche sui canali posteriori, come per esempio nel confronto tra Wolverine e la Yakuza sul treno proiettile.

Estensione ulteriore e notevole salto qualitativo in particolare per il fronte rear passando all'originale DTS-HD Master Audio 7.1 canali inglese (core @ 1509 kbps) con un risultato spesso da riferimento.

Le tracce risultano identiche per entrambi i dischi.

- click per ingrandire -

Extra (HD)

“Il sentiero di un Ronin” ovvero documentario di 53 minuti sulla lavorazione con interventi di cast e troupe, immagini dietro le quinte, set e location, computer grafica. Finale alternativo, trailer cinema e featurette dal set di “X-Men: Days Of Future Past” diretto da Bryan Singer.

- click per ingrandire -

La pagella secondo CineMan

Film 6
Authoring 6
Video 2D 9
Video 3D 9
Audio 8
Audio V.O. 10
Extra 7

 

 

 

Articoli correlati

Home Video HD: dicembre

Home Video HD: dicembre

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di dicembre. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti
X-Men - L'inizio

X-Men - L'inizio

In alta definizione la giovinezza di Professor X e Magneto. Matthew Vaughn dirige una produzione Bryan Singer, distribuita in Blu-ray da 20th Century Fox



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: John B pubblicato il 06 Dicembre 2013, 21:08
Aspettiamo il prossimo , sembra più interessante .
Ho detto tutto !
Commento # 2 di: AlbertoPN pubblicato il 07 Dicembre 2013, 05:57
Visto proprio l'altro giorno in viaggio.

Non mi esprimo sul comparto tecnico perché non ho avuto la possibilità di apprezzarlo al meglio, ma dal punto di vista artistico mi è sembrato abbastanza traballante, tanto che il 6 dato come voto appare anche un pò generoso se ripenso ad alcuni frangenti.

Il franchise non sembra rendere giustizia a questo personaggio.
Peccato, sinceramente.

@John: cosa sai del prossimo capitolo ? O parli del prossimo X-Men che esce nel 2014 ?
Commento # 3 di: John B pubblicato il 07 Dicembre 2013, 08:40
Mi riferivo al prossimo film dei X-men
Wolverine o X-men sono la stessa razza
A parte i scherzi , sembra che hanno fatto un bel film . La trama sembra molto interessante , un puro film di fantascienza che riporta i vecchi personaggi . Non resta che attendere l'uscita
Commento # 4 di: SALVA1 pubblicato il 09 Dicembre 2013, 12:19
quello dell'anno prossimo, days of future past dovrebbe essere una bomba, la storia è bellissima...incrocio le dita...
Commento # 5 di: gg74 pubblicato il 10 Dicembre 2013, 15:16
3d reale o fatto in postproduzione?

Credevo che questo film fosse in 3d vero, e' invece realizzato in postproduzione?

Dalla frase dell'articolo:

[...]
Di pari livello il secondo BD-50 con rielaborazione in post-produzione della versione stereoscopica
[...]

... parrebbe di si.
Commento # 6 di: gg74 pubblicato il 10 Dicembre 2013, 15:26
.... e' postproduzione...

Mi rispondo da solo, nell'articolo su wikipedia del film (versione inglese, non nella versione italiana) c'e' scritto che il 3d e' stato aggiunto in postproduzione nell'ottobre 2012.

Sembra che anche il 3d di Avengers sia stato aggiunto in postproduzione, ecco un link di riferimento:

http://screenrant.com/wolverine-2-j...d-sandy-167633/