Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

LG: fabbrica OLED cinese rinviata al Q3/2020

di Riccardo Riondino, pubblicata il 22 Maggio 2020, alle 09:33 nel canale DISPLAY

“Fonti sudcoreane segnalano che l'apertura del nuovo impianto OLED di Guangzhou slitterā ulteriormente, per via della resa produttiva ancora insufficiente, la bassa domanda di pannelli e le attivitā della fabbrica rallentate dall'emergenza coronavirus”


- click per ingrandire -

Nuovi rapporti della stampa sudcoreana sostengono che LG avrebbe rinviato per l'ennesima volta l'apertura della fabbrica di Guangzhou, spostando la data dal secondo al terzo trimestre 2020. Secondo Chosun Business News i motivi sono la scarsa efficienza produttiva, il lavoro dei tecnici rallentato dal coronavirus e il calo nella richiesta di pannelli OLED, causato anch'esso dalla pandemia, concludendo che la compagnia non ha interesse ad aumentare la produzione in questo momento. L'impianto cinese è simile a quello sudcoreano di Paju, quindi si riteneva che sarebbe arrivato a pieno regime abbastanza rapidamente.

Tuttavia dopo l'inaugurazione dell'agosto 2019 l'apertura è slittata più volte, soprattutto per i nuovi metodi produttivi che avrebbero dovuto ridurre gli scarti e invece hanno avuto, paradossalmente, l'effetto contrario. LG Display stimava di riuscire a produrre quest'anno 6 milioni di pannelli TV OLED, ma ora le società di analisi ritengono difficile che si arrivi a 3,5 milioni. L'entrata in servizio della fabbrica cinese avrebbe anche l'effetto di diminuire i costi di produzione, per via dei salari più bassi e dei sussidi statali. L'impianto infatti è il risultato di una joint venture con GDD (Guangzhou Development District), di cui LG Display detiene una quota del 70%. Display Supply Consultants Chain (DSCC) stima che i costi di ammortamento dovrebbero ridursi fino al 65%.

Fpnte: HDTV Test



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: rooob pubblicato il 22 Maggio 2020, 15:06
Purtroppo LG è monopolista, ha tutto l'interesse a tenere alto il prezzo dei pannelli e bloccare anche le forniture di pannelli verso terzi. Non penso che il coronavirus, fra tutti gli effetti che ha avuto, abbia diminuito la domanda di tv in particolare OLED che non si comprano al supermercato...
Commento # 2 di: franklyns pubblicato il 22 Maggio 2020, 18:08
quindi immagino che gli oled da 48 pollici saranno rari e costeranno un botto, sempre se usciranno cmq prima di fine anno...
Commento # 3 di: IukiDukemSsj360 pubblicato il 23 Maggio 2020, 09:45
La domanda di nuovi panelli, risalirà probabimente dal mese di novembre-dicembre, trainato dal periodo delle festività, ed in parte dall'arrivo di nuove console Xbox series X e PS5, ho sentito diversi utenti che stanno per cambiare tv, propio per poter sfruttarea al meglio le nuove caratteristiche delle console next-gen, date dalla HDMI 2.1, dai pannelli a 120hz, etc..
Commento # 4 di: fbadini pubblicato il 23 Maggio 2020, 16:09
Direi comprensibile visto che sono saltati campionati e Olimpiadi
Commento # 5 di: ovimax pubblicato il 24 Maggio 2020, 13:28
Originariamente inviato da: IukiDukemSsj360;5057325
nuove console Xbox series X e PS5, ho sentito diversi utenti che stanno per cambiare tv, propio per poter sfruttarea al meglio le nuove caratteristiche delle console next-gen, date dalla HDMI 2.1, dai pa..........[CUT]


le voglio proprio vedere le console a 120hz , già le attuali fanno fatica a 60hz ... le gente vive proprio nel mondo dei sogni
Commento # 6 di: IukiDukemSsj360 pubblicato il 24 Maggio 2020, 19:34
Originariamente inviato da: ovimax;5057594
le voglio proprio vedere le console a 120hz , già le attuali fanno fatica a 60hz ... le gente vive proprio nel mondo dei sogni


I 120hz reali di refresh del panello saranno utili, in diversi ambiti, non solo per i videogames su console Next-Gen e PC con 2080/3080ti
per esempio, LG su gli Oled del 2020 ha implementato il BFI a 120hz, mentre i modelli del 2019 il BFI era limitato a 60hz, probabilmente per l'assenza del nuovo processore Alpha9 visto che l'HDMI 2.1 full, era già presente nei modelli del 2019,
inoltre sarà possibile vedere in futuro i film girati a 120fps, come gli ultimi due di Ang Lee in 4K a 120fps, quando gli attuali Blu-ray UHD dei sudetti film sono a solo in 4K a 60fps, basterebbe un aggiornamento per le specifiche dei BD UHD con dischi da 100GB per offrire il film a 120fps nativi, in tutto il loro incredbile relismo, e già sia comicnia parlare di 240hz per il futuro.. cè una demo del nuovo Cod che girà a 240fps, rislutato ottenibile se si rinuncia magari ai 4K nativi, a favore del 1440p, con i nuovi motori grafici, come l'Unreal Engine 5, Decima Engine, etc.., con le tecniche di Upscaling avanzate anche a 1440p, con textures fino a 8K col virtual texturing, il risultato può essere eccellente, se non fenomenale, vedi la tech demo per PS5 che mostra le potenzialità del nuovo UE5.

LO standard di riferimento per series X resta 4K a 60fps, ma per quanto riguarda gli attuali giochi annunciati con supporto fino a 120fps su Xbox series X, per adesso ci sono:

- Dirt 5

- Second Extinction

- Gears 5 (visto girare in una demo della campagna in 4K nativi, con dettagli settati ad Ultra a 100fps, su series X)

- Ori and the Will of the Wisps (Ori 2)

E' probabile che nel programma di giochi della generazione attuale saranno inseriti nel programma Optimized for Xbox Series X, con supporto fino a 120fps, 4K nativi e DRX, o DirectX Raytracing, tramite il quale i giochi daranno origine a giochi di luci, ombre e riflessi fotorealistici, assieme al DirectStorage per manimizzare l'acesso ai dati, nei tempi di caricamento.