Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

JDI: nuovi OLED eLEAP ad alta efficienza

di Riccardo Riondino, pubblicata il 17 Maggio 2022, alle 15:33 nel canale DISPLAY

Japan Display presenta la tecnologia eLEAP, un nuovo metodo per la produzione di OLED RGB tramite litografia che promette di triplicare la longevità e raddoppiare l'efficienza e la luminosità


- click per ingrandire -

Japan Display (JDI) ha annunciato una nuova tecnologia per la produzione di display OLED RGB denominata eLEAP. L'acronimo sta per environment positive, Lithography with maskless deposition, Extreme long life, low power and high luminance, Any shape Patterning. Il metodo utilizzato è la litografia senza FMM (Fine Metal Mask), usate comunemente per la produzione di OLED tramite deposizione sottovuoto. JDI definisce eLEAP una tecnologia rivoluzionaria, in grado di superare le limitazioni degli attuali display OLED e LCD. Il vantaggio maggiore è che gli OLED eLEAP possono raggiungere un rapporto di apertura del 60%, mentre gli OLED FMM si fermano a circa il 28%. JDI ha dichiarato inoltre che il metodo eLEAP si può abbinare ai backplane con tecnologia proprietaria HMO (High Mobility Oxide).


- click per ingrandire -

I pannelli possono quindi essere pilotati con correnti più basse, aumentando così la durata, l'efficienza e il picco di luminosità. JDI dichiara che gli OLED eLEAP offrono il doppio dell'efficienza e luminosità, mentre la durata si estende di tre volte, riducendo anche il rischio di burn-in. I dati si riferiscono a un display dalla densità di 300 PPI. Le dimensioni degli OLED che possono essere prodotti con la tecnologia eLEAP varia dai dispositivi indossabili fino ai televisori, adattandosi a substrati di 8ª generazione (2200x2500 mm) e oltre. Il metodo convenzionale per la produzione di OLED FMM invece è limitato a substrati G6 (circa 1500 x 1850 mm).


- click per ingrandire -

Ulteriori vantaggi sono i minori costi operativi e scarti di lavorazione, eliminando tra l'altro i liquidi per la pulizia delle maschere FMM. Gli OLED eLEAP promettono quindi una riduzione significativa dei materiali usati per la produzione e delle emissioni di CO2. Eliminando le FMM, è possibile inoltre la deposizione dei materiali secondo qualsiasi schema. JDI ha già riscontrato l'interesse di altri produttori e dovrebbe iniziare a spedire campioni eLEAP ai clienti dalla fine del 2022. 

Fonte: OLED-Info



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: ellebiser pubblicato il 17 Maggio 2022, 16:35
Mi preoccupa un po' la resa calante dopo sole 5000 h... dei tradizioni OLED. Un TV di solito resta acceso mediamente più di tre ore al giorno...
Commento # 2 di: Anger.Miki pubblicato il 18 Maggio 2022, 09:33
Non ho effettuato uno studio su vasta scala, perciò quello che sto per scrivere non è scientificamente provato. Il mio LG 55C8, dopo 3 anni e 3.000 ore di funzionamento, non ha perso una candela di luminosità e il nero è sempre non misurabile anche con una Klein K10-A. Credo quindi che sia esagerazione da marketing.
Commento # 3 di: Franco Rossi pubblicato il 18 Maggio 2022, 10:56
Concordo, ho un TV Oled da 5 anni ed ha superato le 4000 ore e anche misurandolo con la sonda non ha perso un mito.
Ricordo che LG stimava almeno 50.000 ore di funzionamento prima della riduzione della luminosità.
Commento # 4 di: xxxxyyyy pubblicato il 18 Maggio 2022, 14:34
Sarebbe interessante sapere se non c'e' una riga di software che alza di nascosto la luminosita', facendovi credere che resta costante.
Gamma gate? Gomblotto?
Commento # 5 di: ellebiser pubblicato il 18 Maggio 2022, 17:40
Se alzi la luminosità si alza il livello del nero…