Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Diffusori Ubsound serie Velvet HDNSS

di Riccardo Riondino, pubblicata il 16 Dicembre 2019, alle 09:39 nel canale DIFFUSORI

“Il costruttore italiano presenta la sua prima serie di sistemi di altoparlanti hi-end, suddivisa in due modelli da supporto/pavimento dotati di un esclusivo sistema di insonorizzazione e di accordo in bass-reflex asimmetrico”


- click per ingrandire -

Ubsound presenta i diffusori della serie Velvet, che segnano il suo debutto nel settore hi-end a quasi nove anni dalla fondazione. Si tratta del sistema da supporto VL42 e da quello da pavimento VL48. Per questa serie è stata sviluppata la tecnologia HDNSS (High Definition Natural Sound Signature), che promette un suono estremamente dettagliato e al tempo stesso una timbrica tendenzialmente calda. Uno dei punti fondamentali è l’esclusivo bass-reflex asimmetrico con curvatura a 45°, che incrementa l’omogeneità delle frequenze sotto i 200 Hz migliorando il soundstage.

“Il suono perfetto non esiste, ma con questa tecnologia esclusiva abbiamo fatto il massimo per creare un suono naturale e bilanciato.” dichiara Marzio Gasparro – CEO del gruppo Ubsound.

La tecnologia HDNSS adotta un approccio maggiormente orientato alla fisica e alla dinamica delle risonanze piuttosto che all’elettroacustica e all’elettronica classica. Lo sviluppo si basa in parte sulle teorie del fisico matematico Manfred Schroeder, che trovano applicazione nell'impiego di rivestimenti fonoassorbenti di diverse misure, spessori, angolazioni e materiali per l’isolamento acustico interno dei diffusori


- click per ingrandire -

Entrambi i modelli sono disponibili solo nel colore nero opaco, ottenuto con una speciale verniciatura multi-strato che viene applicata manualmente a pennello. I due modelli condividono anche la configurazione due vie con trasduttore coassiale da 21 cm.

“Con la serie Velvet abbiamo voluto accrescere il valore dei nostri progetti. Oltre alla fase di progettazione, anche la produzione dei diffusori viene realizzata meticolosamente in Italia per poter seguire da vicino tutte le fasi produttive e poter dare ai nostri prodotti l’eccellenza per cui il Made in Italy è conosciuto nel mondo. L’artigianalità della manifattura che utilizziamo per costruire i nostri diffusori conferisce agli stessi un valore unico. La serie Velvet è disegnata, progettata, lavorata, costruita, dipinta e testata singolarmente a mano” conclude Gasparro.

Specifiche:


- click per ingrandire -

Velvet VL42

Tipo: 2 vie, da supporto, reflex asimmetrico
Altoparlanti: mid-woofer 21cm con tweeter coassiale a cupola
Risposta in frequenza: 34÷22k Hz
Impedenza: 8 ohm
Sensibilità: 88dB
THD max: <1%
Potenza consigliata: 15-80W, max 100W
Dimensioni (LxAxP): 260 x 390 x 300 mm
Peso: 8 kg


- click per ingrandire -

Velvet VL48

Tipo: 2 vie, da pavimento, reflex asimmetrico
Altoparlanti: mid-woofer 21cm con tweeter coassiale a cupola
Risposta in frequenza: 33÷22k Hz
Impedenza: 8 ohm
Sensibilità: 88dB
THD max: <1%
Potenza consigliata: 15-80W, max 100W
Dimensioni (LxAxP): 260 x 920 x 300 mm
Peso: 15 kg

Il prezzo dei diffusori Ubsound VL42 e VL 48 è rispettivamente di 3600€ e 4700€ la coppia con garanzia di tre anni.

Per ulteriori informazioni: www.ubsound.com

Fonte: Ubsound Group



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Nex77 pubblicato il 16 Dicembre 2019, 11:29
Di rara bruttezza .
Commento # 2 di: MOLTIBASSI pubblicato il 17 Dicembre 2019, 11:20
Vogliamo poi parlare che per 4700€ ti danno un diffusore con un coassiale da macchina con il twitter di plastica..nemmeno a cupola. Palesemente un coassiale di tipo economico.. Se fosse stato il 1o aprile sarebbe stato un bellissimo scherzo visto il prezzo
Commento # 3 di: stazzatleta pubblicato il 17 Dicembre 2019, 11:31
Con il dovuto rispetto, trovo questa realizzazione veramente un paradosso.

Complimenti al costruttore se riuscirà ad imporsi sul mercato. Ne farei una tesi sulla psicologia del marketing.
Commento # 4 di: Nex77 pubblicato il 17 Dicembre 2019, 12:20
Un utente del forum le ha già comprate ed ha aperto una discussione ufficiale, dai suoi post si può capire un po' il target dell'azienda, detto con rispetto ovviamente.
Commento # 5 di: Cosmic Rome pubblicato il 25 Febbraio 2020, 16:52
Ho visto il sito. E' uno scherzo, vero?
Se vi ricordate Compagni di scuola, mi verrebbe voglia di citare una scena in cui Finocchiaro (Angelo Bernabucci) si rivolge al povero Ciardulli, in arte Tony Brando, che voleva rifilargli il mitico falso Sironi...

[ATTACH=CONFIG]27986[/ATTACH]
Commento # 6 di: AvvGD pubblicato il 22 Aprile 2020, 19:34
Ciao!
Ora, al di là delle opinioni scritte a casaccio sopra senza arte ne parte, penso che questa recensione di oggi di Claudio Pofi (AfD) sulle UbSound Velvet VL48 da pavimento sia molto interessante e in linea col mio pensiero che le ho e le ascolto da mesi. Diciamo per pochi, ma non per tutti. È lunghetta e l&#8217;hanno divisa in due parti, alla fine della parte 1 c&#8217;è il link per la parte 2 con il verdetto: https://afdigitale.it/ubsound-velve...ne-prima-parte/
Commento # 7 di: Nordata pubblicato il 22 Aprile 2020, 22:24
Ottima prova, con tanto di riproduzione dello stesso grafico disegnato che circola (sempre il solito del marketing), oltre a una analisi del tipo:
Sulla carta rispetto alle bookshelf VL42 le VL48 se ne allontanano particolarmente se non per le basse frequenze, con uno scostamento di 2 Hz in più...


Certo che una analisi che arriva ad una differernza di 2 Hz in gamma bassa richiede una strumentazione non da poco, non è chiaro se l'articolista l'abbia misurata lui, ma non credo, quella prova, oltre che una presentazione di alcuni dischi, è solo un test acustico, probabilmente avrà riportato qualche altro passaggio del marketing, come mi pare già fosse la prova citata, quella fatta tempo fa, che era solo un riportare di quanto scriitto sul sito del costruttore, quello che in gergo si chiama: redazionale.

Prendo atto che hanno un certo retrogusto, avessero anche un sapore fruttato si potrebbe anche cercare di consigliare i piatti con cui abbinarle.

Interessante anche la descrizione entusiasta di come il tutto è realizzato tecnicamente, ovvero: non si sa, non si vede nulla perchè c'è un brevetto in corso, ma si fanno comunque dichiarazioni entusiastiche, in base a cosa? Sempre e solo tirando in ballo le dichiarazioni del marketing, ritengo che l'articolista, essendo un esperto del settore, avrebbe dovuto dare una spiegazione almeno del perchè siano state adottate certe soluzioni e su quali basi funzionano, anche grandi linee, non si chiede certo la trattazione matematica del perchè di quella forma del condotto, ma anche solo qualche spiegazione a grandi linee del concetto, idem, ad esempio, per la questione crossover (interessante la questione del tweeter non filtrato, come viene protetto?), il tutto senza mettere a rischio la domanda di brevetto (se a qualcuno interessasse veramente la cosa ne acquisterebbe una copia e poi le smonterebbe); per quanto riguarda il mettere dell'assorbente all'interno per ridurre le vibrazioni mi pare che sia una soluzione adottata quasi universalmente, con varianti varie, non è certo cosa da indicare come una caratteristica particolare, salvo dirne il motivo.

Può darsi, anzi, sono sicuro che suonano anche bene (sono anche 4000 &#8364;, non proprio regalate), ma non è possibile avere una prova seria, fatta come Dio comanda, ovvero una bella analisi tecnica, con misure vere (avevo già spiegato che ormai non serve una camera anecoica, anche se questo era stato sbandierato come cosa fantastica tempo fa ) effettuate da chi le fare, con relative deduzioni dei pro e contro? Oltre che una ovvia prova di ascolto.

Un consiglio: personalmente avrei evitato di citare brani liquidi a 320 Kbps (volgarmente detti mp3 :rolleyes, si presume che chi acquista prodotti di questo prezzo non li utilizzi poi per brani compressi, a priori (io li uso, ma nell'autoradio con chiavetta USB e in quel contesto si sentono bene).
Commento # 8 di: Nordata pubblicato il 22 Aprile 2020, 22:29
Una comunicazione di servizio per TUTTI (poichè è meglio prevenire che curare).

Vorrei che almeno [U]in questa[/U] discussione si evitasse l'increscioso fatto di vedere improvvisamente aumentare il numero di nuovi iscritti, tutti con le stesse idee, creati con lo stampino.

Evitate la moltiplicazione dei pani e dei pesci.

Se si verificasse, al minimo dubbio verrebbero bannati, tutti; sono certo che chi di dovere ha capito.
Commento # 9 di: AvvGD pubblicato il 01 Maggio 2020, 01:33
Ciao Nordata, spero tutto bene nonostante il periodaccio che stiamo attraversando.

Ti rispondo in tre punti secchi, per farla breve come piace a te.

1.
È un fatto, fuori discussione, che io possieda quei diffusori,
è un fatto, fuori discussione, che il recensore Claudio Pofi di AF (che vanta un&#8217;esperienza impeccabile) li abbia testati per un lungo periodo e poi recensiti,
è un fatto, fuori discussione, che tu non abbia mai visto, toccato, testato né ascoltato questi diffusori.
Quindi scusa, ma come fai a giudicare senza arte ne parte una cosa che non conosci?
Pertanto, aggiungo, da dove derivano questo mucchio di congetture &#8220;contro&#8221; questi diffusori? Non riesco a capirlo. Mi sforzo, ma proprio non ci arrivo. Ci sono interessi che si scontrano con il successo che stanno riscontrando questi diffusori per caso? Inoltre, a quale titolo ti poni con toni lievemente denigratori verso una persona &#8220;con le palle&#8221; come Claudio Pofi in merito alla sua attendibilità e capacità di testare e recensire un dispositivo acustico?

2.
Nel tuo monologo sopra, hai di fatto rivolto una decina di domande implicite a me. Ma scusa, è così semplice contattarlo, perché non lo chiedi direttamente a Caludio Pofi? Ci sono i contatti sotto le sue recensioni.
Vedi io non sono un recensore, faccio altro nella vita. E credo neppure tu lo sia. Quello che so è che, a differenza tua, io li possiedo e ho un grande &#8220;orecchio&#8221; e ti dico che suonano tanto bene. Magari, se un giorno li proverai, magari potrai esprimerti in merito. Altrimenti le reputo congetture sterili con molte mancanze nell&#8217;abc dell&#8217;hifi.

3.
In merito al tuo ultimo successivo post che parla di fantasmagoriche moltiplicazioni di pane e pesci, ban, nuovi iscritti con le stesse idee fatte con lo stampino, e, in ultimo, la frase &#8220;sono certo che chi di dovere ha capito&#8221;,
ma si può sapere nero su bianco a chi ti riferisci? Fino ad oggi non ho visto dati e fatti comprovanti, solo congetture e illazioni onestamente. La discussione che hai chiuso per ignoti/oscuri motivi come sai l&#8217;avevo aperta io. Quindi scusami, ma a chi ti stai rivolgendo con la frase pseudo-offensiva che recita &#8220;sono certo che chi di dovere ha capito&#8221;? Beato tu che hai queste certezze, ma ad esempio io stesso che avevo aperto la discussione ufficiale invece &#8220;non ho capito&#8221;.

Sarebbe cosa molto gradita, almeno per me, capire a chi ti stai rivolgendo con quegli avvisi, minacce di ban, illazioni e congetture infondate.
Grazie mille Nordata.
Ciao!
Commento # 10 di: Nordata pubblicato il 01 Maggio 2020, 08:01
@AVVGD

Se mi permetti, prima di passare alla parte istituzionale della mia risposta rispondo molto velocemente ai primi due punti del tuo inrervento:

verissimo, non posseggo quei diffusori né li ho mai ascoltato ed infatti non ho mai espresso alcun parere circa la qualità del loro suono, ho solo sempre replicato agli interventi che tiravano in ballo argomenti scritti qui, affermazioni tecniche, sparate tipicamente pubblicitarie o senza senso, tutte cose per cui il possesso o ascolto non era condizione necessaria.

Un esempio: il famigerato grafico della curva di risposta con cosmesi', citi che sono state fatte curve nientemeno che in camera anecoica e l'unico risultato di queste prove che gira, anche nei test di recensori è solo e sempre quello.

Avevo indicato come esempio le prove di AudioReview di GPM, anche su AVM le prove sui prodotti sono condotte in modo ben diverso.

Citi come due gli articoli relativi a test effettuati, ma il primo era solo un copia e incolla di quanto riportato sul sito del produttore.

Io sono solo e sempre intervenuto su questi aspetti per i quali non è certo necessario avere ascoltato il prodotto.

Detto ciò passo alla parte istituzionale.

Gli iscritti che sono stati sospesi lo sono stati in base a indizi ben precisi che indicavano essere la stessa persona, concedo: lo stesso PC, cosa fatta rilevare persino da altri iscritti, quindi neanche una cosa nata da un intento persecutivo da parte mia.

Sospesi tutti meno uno: confermo, tu, accomunato agli altri iscritti dagli stessi indizi, ho pensato che la cosa proseguisse in modo tranquillo.

Ora rimedio, perché in questa tua continua difesa d'ufficio hai ora violato un punto base del nostro regolamento (B) che non ha nulla a che fare con aspetti tecnici o ascolti vari.

Account sospeso.

L'Amministratore è da tempo a conoscenza della questione, rivolgiti pure a lui per le tue controdeduzioni, qualsiasi sua decisione sarà per me la benvenuta.