Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Luxman L-507Z e PD-151 MkII

di Riccardo Riondino, pubblicata il 04 Agosto 2022, alle 10:31 nel canale AUDIO

Luxman distribuisce anche in Europa l'amplificatore integrato con tecnologia LIFES 1.0 e la nuova versione del giradischi PD-151, due dei modelli prodotti per festeggiare il centenario


- click per ingrandire -

 

Luxman festeggerà nel 2025 il suo centenario, iniziando le celebrazioni già l'anno scorso con l'amplifcatore finale M-10X e l'integrato L-507Z. Questi modelli, ora disponibili anche in Europa, sono stati affiancati da una nuova versione del giradischi PD-151, derivato a sua volta dal PD-171A del 2014. Il Luxman L-507Z è il primo della serie dotato della nuova tecnologia LIFES 1.0 (Luxman Integrated Feedback Engine System), condivisa con il finale M-10X, che rimpiazza la precedente ODNF. Il costruttore ha migliorato le prestazioni eseguendo una nuova simulazione via software dell'intero circuito per rimuovere le parti aggiunte con i ripetuti aggiornamenti di versione. L'uscita a triplo push-pull parallelo eroga una potenza di 2x110W/8 ohm, 2x210W/4 ohm.


- click per ingrandire -

Per il controllo di volume viene utilizzato un nuovo attenuatore a 88 step LECUA 1000, che promette una minima degradazione del segnale per l'intera gamma di intervento. Lo stadio pre pilota quello finale tramite un circuito buffer discreto. La stabilità della tensione e l'erogazione istantanea della corrente sono garantiti dal trasformatore EL custom e nuovi condensatori di filtro ad alta capacità (8x10.000 µF). L'indicatore a LED al centro dei VuMeter rende più facile controllare il livello del volume dalla posizione di ascolto. Le connessioni prevedono un ingresso per giradischi MM/MC, sei ingressi linea, di cui due bilanciati XLR, ingresso main (AV bypass) e uscita pre.


- click per ingrandire -

La novità principale del giradischi PD-151 MkII è la sostituzione del braccio JELCO, azienda che ha terminato l'attività, con il Luxman LTA-309, dotato di cuscinetti a lama di coltello sviluppati da SAEC e un portatestina con innesto a baionetta H4. Il braccio ha una lunghezza effettiva di 222,5 mm e un overhang di 18 mm. La basetta in alluminio vanta un'area di contatto minima ed è montata in modo da sopprimere le vibrazioni indesiderate. Le regolazioni del braccio includono la variazione dell'altezza. Le altre caratteristiche sono allineate al predecessore, partendo dal motore DC senza spazzole a tre velocità con regolazione fine del pitch.


- click per ingrandire -

Per ottenere una rotazione costante viene impiegato l'esclusivo alimentatore sine wave/Pulse Width Modulation, dotato di circuito PID (Proportional-Integral-Derivative) per il controllo del feedback. La massa di 4 kg del piatto produce un elevato "effetto volano", eliminando le instabilità di rotazione (wow & flutter inferiore allo 0,04%). A metterlo in moto provvede una cinghia di ampie dimensioni, la stessa del PD-171A. Il piatto è dotato di perno da 16 mm, cuscinetto assiale reggispinta in polietere etere chetone (PEEK) e cuscinetto radiale in ottone riempito con lubrificante organico. La base è costituita da un pannello in alluminio da 10mm montata su un telaio con smorzatori in gomma per isolarlo dalle vibrazioni trasmesse dal motore e dall'alimentatore.

Per ulteriori informazioni: www.luxman.com - www.tecnofuturo.it

Fonte: Stereonet



Commenti