Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blind Shootout Sony vs JVC

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 05 Marzo 2019 nel canale PROIETTORI

“L'epilogo del piccolo, grande "gioco" architettato da Audio Quality, con eventi a Milano e Bologna per il confronto tra JVC DLA-N7 e Sony VPL-VW570ES, č stato tutt'altro che scontato, con spunti molto interessanti per i prossimi confronti che sicuramente saranno organizzati nelle prossime settimane”


- click per ingrandire -

Fino a poco tempo fa, quando il tempo scorreva un po' più "lentamente" e il numero di videoproiettori sul mercato era decisamente superiore, non era raro poter organizzare confronti fino a quasi 10 macchine contemporaneamente. Negli ultimi anni il numero dei proiettori si è decisamente ridotto e le prestazioni sono cambiate così tanto da creare un divario così elevato che diventava difficile anche solo pensare ad un confronto alla cieca, poiché le macchine erano immediatamente riconoscibili, con il Sony che era di fatto monopolista della risoluzione nativa 4K e tutti gli altri a rincorrere con la vobulazione, mentre JVC deteneva il primato sul livello del nero assoluto, quasi impensabile da raggiungere per tutti gli altri costruttori. In questo ultimo anno le cose sono cambiate decisamente, soprattutto da parte di Sony e JVC che rimangono di fatto le uniche a presidiare una "fascia media" con macchine a risoluzione nativa 4K dal costo compreso tra 5.000 e 8.000 Euro, IVA inclusa.

 
- click per ingrandire -

Sony è arrivata ad un livello del nero molto vicino a quello dei JVC "vobulati" e JVC stessa è riuscita da un lato a presentare proiettori a risoluzione nativa 4K insidiando finalmente il monopolio di Sony, e dall'altra sono riusciti a riprendersi lo scettro del livello del nero più basso, sempre tra i proiettori a risoluzione nativa 4K. L'idea di uno shoot-out è venuta più o meno "a metà" a me e a Francesco Aliotta che però ha sviluppato e organizzato il tutto nei minimi dettagli. Prima di tutto, dopo aver scartato un confronto tra Sony VPL-VW270ES e JVC DLA-N5 soprattutto per mancanza di macchine, ci siamo concentrati su Sony 570 e JVC N7, molto simili sia per il prezzo che per le caratteristiche: prezzo identico, un divario di soli 100 lumen e un rapporto di contrasto "full-on:full-off" che sulla carta è molto vicino. Per evitare di condizionare il pubblico, oltre che nascondere i due proiettori, questi sono stati "allineati" nel flusso luminoso: per la cronaca, a Milano sarebbe stato più luminoso il JVC e a Bologna sarebbe stato invece avanti il Sony. 

 
- click per ingrandire -

A Milano dove era presente Gian Luca Di Felice di Tech4u.it come "garante" (il suo reportage è già online sul suo sito), i due proiettori hanno illuminato un'area da 2,5 metri di base su schermo "Dark Star 9", con luminanza di picco allineata a 70 NIT e rapporto di contrasto rispettivamente di 16.500:1 per il Sony e 18:500:1 per il JVC. Per semplicità e per il massimo delle prestazioni, i due proiettori sono stati calibrati con gamma 2.2, bianco D65 e spazio colore più ampio, con target DCI. Il "tone mapping", ovvero la "traduzione" dei contenuti UHD 4K, sono stati effettuati "esternamente" con un HTPC e HDR "dinamico" con l'ultima versione di madVR, . Potete trovare informazioni su metadati statici e dinamici in questo articolo, mentre ulteriori informazioni su HDR dinamico con madVR in questo articolo. La soluzione con madVR ha permesso di raggiungere una qualità video impossibile anche con l'ottimo sistema di "Auto Tone Mapping" di JVC, che si basa soltanto sui metadati statici, per non parlare del Sony e del suo menu di calibrazione che prevede un "super-lavoro" per chi si occupa della calibrazione quando si scende al di sotto dei 100 NIT. Ne ho già parlato diffusamente nel "first look" del Sony VPL-VW570ES disponibile a questo indirizzo.


- click per ingrandire -

A Milano le clip visualizzate in sequenza e in doppia copia, una per proiettore, erano ben sette, a partire da una breve clip demo Samsung e poi le seguenti clip tratte dai rispettivi UHD Blu-ray 4K: Pacific Rim, The Meg, Man Hunt, Sully, Sicario e Bohemian Rapsody.  il vincitore è stato JVC con 15 schede favorevoli rispetto al Sony che ha conquistato solo 6 schede mentre il conteggio complessivo dei voti è stato di 98 preferenze per JVC e 61 per Sony. Quest'ultimo non ha convinto la maggioranza degli appassionati proprio dove più ci aspettavamo prestazioni superiori, ovvero sul dettaglio, grazie soprattutto al "Reality Creation", l'algoritmo che sovrintende alla maschera di contrasto. Se i valori di rapporto di contrasto erano tutto sommato molto vicini, sembra che il JVC abbia convinto di più soprattutto per la tenuta del gamma sulle basse luci e per un rapporto di contrasto intra-frame probabilmente superiore. Tra i commenti abbiamo registrato un sostanziale pareggio per la riproduzione dei colori.

 
- click per ingrandire -

A Bologna le condizioni erano leggermente differenti. Prima di tutto i due proiettori erano decisamente più lontani dallo schermo DarkStar 9, con tutte e due le ottiche quasi al limite del proprio rapporto di tiro, in posizione tele. Il picco di luminanza delle due immagini, con base di 2,7 metri, è stato di 60 NIT. In questa posizione il JVC è riuscito a spuntare un rapporto di contrasto decisamente superiore: il Sony si è "fermato" a 20.000:1 mentre il JVC è salito fino a superare 30.000:1. A Bologna c'era anche un proiettore Sony differente (l'altro è rimasto a Milano), con un obiettivo decisamente più "tagliente", particolare che ha fatto probabilmente la differenza. A Bologna c'è stato anche un piccolo cambiamento tra le clip, anche per venire incontro ad alcuni suggerimenti avuti da alcuni appassionati. In particolare, la clip Samsung è stata sostutuita da "Jurassic World", Man Hunt da "Black Panther" (che ha dato un enorme vantaggio a JVC), Sully da "Lucy" e Sicario da "Cars 3". A Bologna è stato anche deciso di attivare i rispettivi sistemi di interpolazione dei fotogrammi, fortunatamente al minimo.

Il risultato di Milano è stato quasi completamente ribaltato, con il Sony in netto vantaggio con 20 schede e il JVC che si è fermato a 11. Il numero di voti complessivi è stato di 134 per Sony e 90 per JVC. Si tratta quindi di un sostanziale pareggio, sintesi che rispecchia anche i commenti della stragrande maggioranza degli appassionati che sono intervenuti in questo bellissimo esperimento e che potete verificare in questo breve video qui in alto. Per quanto mi riguarda, ero presente a Bologna e ho preferito il Sony nelle clip "The Mag" e"Lucy", soprattutto per il maggiore dettaglio, mentre ho preferito il JVC in Black Panther e Bohemian Rapsody. Le due clip di Jurassic World e Pacific Rim, benché spettacolari per l'audio, non permettono di giudicare il video. La clip di Man Hunt invece l'ho proprio persa. Prima di terminare, vi invito a visitare le due show-room di Audio Quality a Milano e Bologna: la qualità audio raggiunta dai due sistemi basati su pre Trinnov Altitude e diffusori Wisdom Audio è a dir poco spettacolare. A Bologna, in particolare, il trattamento acustico di HTE, le elettroniche Datasat e i subwoofer JL Audio rendono l'ascolto un'esperienza fisica che rischia la dipendenza cronica. 

Per maggiori informazioni: audioquality.it

 

 

Articoli correlati

First look JVC DLA-N7

First look JVC DLA-N7

Il primo contatto con il nuovo JVC DLA-N7 č stato entusiasmante: il nuovo proiettore č molto luminoso, con rapporto di contrasto elevato, ottica con ottima messa a fuoco e ridotte aberrazioni cromatiche, il tutto con eccellenti possibilitā di calibrazione
First Look Sony VPL-VW570ES 4K HDR

First Look Sony VPL-VW570ES 4K HDR

Tempo di misure preliminari anche per il nuovo VPL-VW570ES di Sony, con ingressi a 18 Gbps, Motionflow anche su segnali 4K e prestazioni sensibilmente superiori rispetto al modello entry level che avevamo giā analizzato due settimane fa.



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Microfast pubblicato il 06 Marzo 2019, 00:55
Bell'iniziativa, interessante notare come venga ribadita la qualità del tone mapping dinamico tramite madvr, che, aggiungo io, una volta provato diventa poi difficile rinunciarvi.

Argomento che merita sicuramente ulteriore approfondimento ...
Commento # 2 di: adslinkato pubblicato il 06 Marzo 2019, 12:46
Non si pensa di scendere un geograficamente, vero?
Commento # 3 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 08 Marzo 2019, 11:16
Dipende dal fatto se ci saranno rivenditori che vorranno cimentarsi in qualcosa di simile. Non è una cosa semplice.
Emidio
Commento # 4 di: adslinkato pubblicato il 08 Marzo 2019, 16:03
Speriamo in Fulvio di Garman, allora.
Commento # 5 di: AquilaOro77 pubblicato il 09 Marzo 2019, 14:02
Cosa aggiungere?
RISPETTO al 100%, fenomenali.
Io avrei dato per scontato la vittoria del JVC , però un quasi pari merito lo rispetto.
Alla fine va a gusto personale, come lo è per l'audio e tutto.