Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Ulteriori 2.000 licenziamenti per Sony

di sabatino pizzano, pubblicata il 23 Gennaio 2009, all 09:23 nel canale DISPLAY

“Dopo la preannunciata perdita e gli oltre 16.000 licenziamenti, Howard Stringer annuncia il piano di ristrutturazione di Sony per far fronte alla crisi: chiusura di uno dei due stabilimenti produttivi di TV in Giappone con annessi ulteriori 2000 licenziamenti”

Dopo gli annunciati 16.000 licenziamenti dei mesi scorsi e la perdita di esercizio che, stando alle previsioni, si annuncia per la prima volta "importante" (1.2 miliardi di dollari, n.d.r.) dopo oltre 14 anni, ecco che Sony ha preannunciato un primo piano di ristrutturazione per far fronte alla pesante crisi che sta attraversando tutto il proprio business.

Howard Stringer ha infatti annunciato la prossima chiusura di uno dei due stabilimenti giapponesi preposti alla produzione di TV e con esso ulteriori 2.000 licenziamenti che si andranno ad aggiungere ai già citati 16.000 dei mesi addietro. Lo stesso Stringer ha infatti fatto sapere che la multinazionale giapponese mira a ridurre di un ulteriore 3% il proprio organico e che la chiusura di questo stabilimento rientra nel piano di ristrutturazione approvato durante lo scorso mese di dicembre. 

Un portavoce di Sony però ha precisato che l'azienda sta considerando di accorpare tutta la produzione legata al business dei display in un unico stabilimento, ma non si è ancora deciso sull'effettiva scala dei tagli al personale giapponese.

Fonte: Engdget



Commenti (14)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: guest_005317 pubblicato il 23 Gennaio 2009, 10:10
Queste notizie sono peggio di un bolletino di guerra....dove andremo a finire?
Commento # 2 di: Girmi pubblicato il 23 Gennaio 2009, 10:14
Nota 1

Parlare di 16.000 persone che se ne dovranno uscire dalla Sony mettendo una foto che evidenzia un cartello che recita Welcome to Sony è qualcosa di altamente perverso.


Nota 2
Originariamente inviato da: Redazione
la perdita di esercizio che, stando alle previsioni, si annuncia per la prima volta importante (1.2 miliardi di dollari, n.d.r.)

Sabatino, più attenzione please.
Siamo a 2,9 miliardi.
http://www.avmagazine.it/forum/show...mp;postcount=19


Ciao.
Commento # 3 di: GIANGI67 pubblicato il 23 Gennaio 2009, 11:42
E basta oggi...ma che e' veramente un bollettino di guerra??
Commento # 4 di: loreeee pubblicato il 23 Gennaio 2009, 11:53
poveri noi.. ultime 5 news, 4 su licenziamenti!
Commento # 5 di: aznable-r pubblicato il 23 Gennaio 2009, 12:57
sono 2.9 miliardi prima delle tasse e sui 2 dopo. tutti i settori in perdita; vincere la guerra di formato mi sò che è stato più oneroso che altro. bravi
Commento # 6 di: Girmi pubblicato il 23 Gennaio 2009, 13:04
Originariamente inviato da: aznable-r
sono 2.9 miliardi prima delle tasse e sui 2 dopo.

Da quando in quà si pagano le tasse sulle perdite?

Ciao.
Commento # 7 di: Nicholas Van Orton pubblicato il 23 Gennaio 2009, 13:17
Originariamente inviato da: Girmi
Da quando in quà si pagano le tasse sulle perdite?

Ciao.


Anche in Italia. La base imponibile delle due imposte che gravano sul reddito sono diverse. Alcuni costi (penso ai dipendenti, agli interessi passivi che superano un determinato rapporto) non sono considerati in detrazione per il calcolo Irap. Chiudo qui altrimenti mi arrabbio....
Commento # 8 di: Girmi pubblicato il 23 Gennaio 2009, 13:26
Si, ma parliamo di perdite d'esercizio, non di utili operativi.

Ciao.
Commento # 9 di: KwisatzHaderach pubblicato il 23 Gennaio 2009, 13:56
Se le perdite sono 2.9 e dopo le tasse sono ridotte a 2.1 è chiaro che si parla di credito d'imposta.
Commento # 10 di: Girmi pubblicato il 23 Gennaio 2009, 14:07
Non ho letto da nessuna parte di crediti d'imposta, anche perché sono trimestri che Sony accumula perdite.
Anche fosse questo, un credito non riscosso non riduce certo l'entità della perdita.

Ciao.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »