Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Display 3D "olografico" da 24 pollici

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 21 Dicembre 2012, alle 09:45 nel canale DISPLAY

“zSpace annuncia l'arrivo del suo nuovo monitor Full HD da 24 pollici compatibile 3D e che consente di interagire con applicazioni grafiche osservando e manipolando gli oggetti da diversi angoli. Una sorta di 3D olografico che sfrutta appositi sensori e che viene proposto ad un prezzo tutto sommato accettabile considerando l'inedita funzionalità”

La californiana zSpace presenta il suo primo monitor "Virtually-Holographic", dotato di un pannello Full HD da 24 pollici con cadenza di refresh a 120 Hz, compatibile 3D via occhialini passivi. Fin qui tutto normale, ma la cornice del display integra delle micro-camere che seguono i movimenti della testa del'utente grazie ad appositi sensori posti nella montatura degli occhiali 3D. Questo consente di modificare in tempo reale l'angolo di osservazione dell'oggetto rappresentato a schermo e di poter interagire e apportare le modifiche agli oggetti come se fossero "solidi". Manipolazione degli oggetti virtuali possibili grazie ad un'apposita penna fornita in dotazione, completa di accelerometri e LED a infra-rossi.

Insomma, non un vero display olografico, ma comunque un'esperienza che vi si avvicina molto e che ha già ottenuto il supporto di alcuni giganti del software 3D come Autodesk (Autocad, 3DS Max, Inventor, Maya) e Dassault Systèmes (Catia, Simulia, SolidWorks). Le specifiche hardware PC richieste per far funzionare correttamente la soluzione non sono neanche eccessivamente esose: Windows 7 64bit, processore Intel i7 Quad-Core, 8 GB di RAM e una GPU Nvidia Quadro o ATI Fire GL con almeno 2GB di memoria. Il nuovo display è disponibile ad un prezzo di circa 4.000 dollari, ma in offerta a 1.5000 dollari  per tutti i membri del programma di sviluppo.

Per maggiori informazioni:  zSpace.com

Di seguito un video di presentazione del Virtually-Holographic Display:



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: ABAP pubblicato il 21 Dicembre 2012, 13:54
Molto ma molto ma molto interessante...
Utilizzo anche CATIA per lavoro, potrebbe veramente cambiare il modo di progettare, facilitandolo e potenziandolo allo stesso tempo.
Vediamo cosa/come le società tipo Dassault o Autodesk implementeranno di specifico.
Sarei veramente curioso di provarlo.

Pilot dove sei?
Commento # 2 di: Alex4nder pubblicato il 07 Gennaio 2013, 22:01
...disponibile ad un prezzo di circa 4.000 dollari, ma in offerta a 1.5000 dollari..., forse volevate scrivere 1.500 dollari?

Cmq molto interessante, per chi progetta è sicuramente una mano santa!
Commento # 3 di: Alberto Pilot pubblicato il 08 Gennaio 2013, 11:39
Originariamente inviato da: ABAP;3735968
Pilot dove sei?


Sono qui !

Non saprei valutarne l'utilità immediata perché non lavoro con CAD o altri programmi di grafica o video grafica avanzata, per cui non mi rendo conto dell'effettivo vantaggio che potrebbe comportare. Ricordo di aver visto anche una sopra di super-mega-iper-mouse/trackpad per Catià (un mio caro amico è responsabile commerciale per l'area qui di uno dei due gruppi che importano/distribuiscono Dassault) che riusciva in pratica ad usare solo un mega esperto disegnatore, mentre per gli altri era quasi più un impiccio che altro.

Insomma, non è banale provare ad automatizzare qualcuna delle operazioni che si compiono quotidianamente, anche e soprattutto in un ambito come questo dove conta il proprio modo di vedere e fare le cose ed i propri rituali.

Il nome olografico è assolutamente fuorviante .... ma sarei curioso di capire l'effettiva bontà del display ... anche se onestamente un 24 non riesce ed essere immersivo come qualità per il 3D .....

Sempre con questo amico abbiamo confezionato dei boundle dove i Clienti hanno acquistato dei proiettori con tecnologia Infitech e proiettano almeno su 2 metri di base relativamente vicino alla scrivania, così quando switchano l'immagine in 3D passivo (con colorimetria praticamente perfetta) si rendono conto subito e davvero dell'effetto e della compenetrazione degli oggetti, della loro interazione spaziale e tutto il resto ...... anche sui monitor Samsung che se non sbaglio sono dei 23 il tutto è molto molto blando come effetto, per non dire assente.

Vedremo cosa riserva il futuro !

ciao !


Alberto
Commento # 4 di: ABAP pubblicato il 08 Gennaio 2013, 11:58
Si so a cosa ti riferisci, gli spacemouse della 3D connexion.

Hai ragione il termine olografico è fuorviante, ma rende un minimo l'idea, non credo sia solo commerciale

La cosa interessante è (sarebbe) interagire direttamente con il modello 3D visualizzato 3D (fino ad ora si interagisce tramite mouse con un modello 3D visualizzato su display 2D ).

Sempre che abbia capito come funziona il tutto, se voglio selezionare uno spigolo, non vado più con la freccia del mouse sullo spigolo, ma con la mano (e relativo pennino) quasi fisicamente sullo spigolo del modello 3D, e così via. Il risparmio di tempo è/sarebbe notevole.
Commento # 5 di: Alberto Pilot pubblicato il 08 Gennaio 2013, 13:27
Ho detto al mio amico di prenderne uno e vedere ....


Così poi ti dico